BillMcGaughey.com
 
 
Avvertimento: Ció è una traduzione automatica dall' inglese da Babelfish. Ci possono essere inesattezze.
 
 




 alla: Fautore di più brevi ore del lavoro e della regolazione commerciale umanitaria

Storia politica e finanziaria del Messico, prima dell'adozione del NAFTA:

Eventi critici negli anni 1980 che indebolito la posizione di lavoro





Passato politico del Messico è stata turbolenta. Durante la lunga dittatura di Porfirio Diaz, gli investitori stranieri, soprattutto americani, di proprietà il 77% delle industrie del Messico e quasi tutte le sue miniere e impianti di produzione di petrolio. Quattro quinti di tutti i terreni agricoli di proprietà di 834 proprietari.

La rivoluzione messicana del 1910, guidata da Emiliano Zapata e Pancho Villa, ha restituito le terre comunali, o ejidos, ai contadini. La nuova Costituzione, scritta nel 1917 vietata la proprietà straniera di petrolio e di altre risorse minerarie e tutelati i diritti dei lavoratori industriali.

Messico conobbe un periodo di instabilità politica a seguito di una ribellione cattolica nel 1920. Un cristiano fanatico assassinato il presidente Alvaro Obregón nel mese di luglio 1928. Perché il capo dello stato sostenuto sindacali, CROM, è stato implicato nel complotto di assassinio, il governo ha ritirato il suo sostegno da questa organizzazione ed è crollato. Diversi scambi nuovi gruppi sindacali sono stati creati.

Nel frattempo, una scissione sviluppati all'interno del partito al potere politico tra l'ex presidente Elias Calles Plutarcho e il neoeletto presidente Lazaro Cardenas. Dirigenti dei sindacati più costituito un "Comitato di Difesa Proletaria" a sostegno Cardenas.

Dopo aver sconfitto Calles, presidente Cardenas riorganizzato il partito al governo, ed unì i sindacati che avevano sostenuto lui nella lotta per formare la Confederazione dei Lavoratori del Messico (MC). Per mantenere il lavoro di diventare troppo potente, Cardenas creato un'unione separate per gli agricoltori e piccoli proprietari immobiliari, e un altro per i dipendenti pubblici. Poi unite i diversi gruppi nel partito di governo.

Durante la seconda guerra mondiale, il governo-sindacati controllati in Messico hanno firmato un patto con i gruppi di gestione impegnandosi a non scioperare. Il governo degli Stati Uniti, che necessitano di sostituzioni per gli americani, che era stato redatto in guerra, ha portato migliaia di lavoratori messicani negli Stati Uniti per svolgere il lavoro agricolo sotto il Bracero "programma". Questo programma è durato dal 1940-1965. Esposto messicani per i vantaggi economici di vivere negli Stati Uniti e sono esposti i datori di lavoro degli Stati Uniti per le ricompense finanziarie di impiegare manodopera a buon mercato messicano.

Nel 1965, il governo messicano ha istituito il Mexican Border Industrialization Program per assorbire i lavoratori terminato Bracero ritorno in Messico. Ai sensi del presente accordo, le imprese potrebbero costruire fabbriche in 12.5-strip-miglia a livello di terra che corre lungo il confine con gli Stati Uniti e beni strumentali di importazione o prime o semilavorati di materiali per l'uso in questi dazi fabbriche-free. Inoltre gli stranieri sono stati autorizzati ad avere una partecipazione di maggioranza. In cambio di queste concessioni, il governo messicano ha richiesto che il 100% delle merci prodotte nelle fabbriche di frontiera da esportare negli Stati Uniti o inviato ad un altro paese.

Il governo degli Stati Uniti ha risposto a questo programma, consentendo di metalli e altri prodotti fabbricati al di fuori degli Stati Uniti di rientrare nel paese con una tariffa applicata solo sul valore aggiunto porzione di prodotto. L'esportazione della produzione fabbriche divenne noto come maquiladoras.

Programma del Messico di industrializzazione inizialmente concentrata sul mercato interno. I principali settori dell'industria e del petrolio, del servizio telefonico, e le compagnie aeree erano di proprietà dello Stato. L'agricoltura ha subito una trasformazione da produzione su piccola scala su terreni comunali per l'agricoltura specializzata sui più grandi, terreni di proprietà privata. Fertilizzanti chimici sono stati introdotti. Molti contadini, costretti ad abbandonare la terra, andò a lavorare nelle città.

Al fine di autosufficienza economica, il governo messicano limitata proprietà straniera delle imprese e protetto le imprese nazionali con tariffe elevate. Allo stesso tempo, però, l'economia messicana ha subito ciò che alcuni hanno chiamato l'integrazione "silenzioso" con l'economia degli Stati Uniti. Molti messicani attraversato il confine degli Stati Uniti per perseguire le opportunità di lavoro migliori. Messico continuato a importare grandi quantità di beni capitali da parte degli Stati Uniti, aumentando così la sua dipendenza made in US-prodotti.

Nonostante le restrizioni sulla proprietà straniera delle imprese, gli americani nel 1970, controllato più del 50% delle automobili del Messico, chimico, minerario, della gomma, del tabacco, dei computer e delle industrie farmaceutiche. Tuttavia, l'economia messicana è in pieno boom. il ritmo di industrializzazione raccoglie intorno a 1955. PNL Messico è cresciuta a un tasso medio annuo del 6,5% per i prossimi tre decenni. I salari reali in costante aumento. Si parlava di un miracolo "messicana".

A livello mondiale "shock petrolifero", si è verificato nel 1973 come produttori OPEC cospirato per far alzare il prezzo del petrolio. Improvvisamente, re di arabi, sceicchi, emiri e sono stati inondati da fondi bisogno di essere investiti o spesi. Le banche degli Stati Uniti con i quali grandi quantità dei loro soldi sono stati depositati necessari per riciclare questi petrodollari "" in qualche modo redditizio.

Prestiti ai governi latino-americani sono stati pioppo con i banchieri internazionali, nel 1970, perché i loro paesi avevano una storia di crescita rapida e sostenuta dai governi e 'piena di rimborso alla base di tassazione autorità. Inoltre, i tassi d'interesse, le commissioni e le spese per tali prestiti sono state abbastanza elevate. Quindi, in quei "go-go" anno del sistema bancario internazionale, Stati Uniti e le altre banche estere premuto ulteriori prestiti sul Messico. Il suo debito a lungo termine è passato da 5,9 miliardi dollari nel 1970 a 88,7 miliardi dollari nel 1988.

Il governo messicano ha utilizzato i proventi dai prestiti per finanziare progetti di sviluppo che spesso coinvolti gli acquisti di beni strumentali e di manodopera qualificata da parte degli Stati Uniti. Di fronte a tumulti popolari, ma ha anche speso soldi per programmi di servizio sociale. Business del Messico e l'élite politica scremato ingenti somme di denaro, che spesso erano trasferite alle banche straniere in custodia. Si stima che entro il 1990 più di 60 miliardi dollari aveva lasciato il paese in questo modo.


Vivere all'ombra del debito

Come carico del Messico debito montato, così fecero i pagamenti di interessi alle banche straniere. Pagamenti annuali sul debito a lungo termine è passato da 283 milioni dollari nel 1970 a 7,6 miliardi dollari nel 1988. Si è reso necessario per il governo messicano di prendere in prestito denaro a breve termine dal Fondo Monetario Internazionale e le banche commerciali a pagare gli interessi.

Una crisi si è verificato nel 1976 quando il governo di Lopez Portillo è stata costretta a soddisfare diverse condizioni imposte dal FMI per l'assunzione continuata, tra cui controllo dei salari, la svalutazione del peso, e tagli alla spesa pubblica. Dopo che il governo Portillo ha annunciato che il Messico aveva riserve petrolifere più grandi del previsto, il credito bancario è diventato di nuovo abbondante. Il prezzo del petrolio è salito a fine del 1970, dando leader messicano un rinnovato senso di fiducia. Hanno continuato a prendere in prestito.

Nel 1982, tuttavia, i prezzi del petrolio precipitato mentre i tassi di interesse sono rimasti su livelli storicamente elevati. Guadagno totale del Messico da esportazioni di petrolio a malapena coperto gli interessi del suo debito estero. Il governo Portillo ha annunciato che il Messico non poteva soddisfare le sue obbligazioni.

Un riservate memo del Dipartimento di Stato Usa trapelato poi al New York Times ha rivelato l'amministrazione Reagan si augura che "il Messico 'potrebbe vendere più gas e petrolio a noi a prezzi migliori.' Messico 'con il vento delle sue vele' potrebbero essere più disposti a alleggerire le restrizioni sugli investimenti stranieri ... e 'meno avventuroso nella sua politica estera'. "Presidente Portillo ha risposto alla crisi finanziaria dalla nazionalizzazione delle banche. Egli ha inoltre negoziato un accordo umiliante per la vendita di petrolio agli Stati Uniti per la sua riserva strategica di petrolio per 4 dollari al barile inferiore al prezzo del mercato mondiale.

Dopo aver lottato per altri quattro anni, il governo messicano divulgato nel giugno 1986 che stava valutando una moratoria sui pagamenti del debito. Paul Volcker presidente della Federal Reserve Bank ha volato fino a Città del Messico per mettere in guardia i suoi colleghi non contro di procedere a tale mossa avventata. Presidente Miguel de la Madrid indietreggiò la sua minaccia. Invece, ha nominato un nuovo ministro delle Finanze, Carlos Salinas de Gortari, che è stato più sensibile agli interessi degli Stati Uniti. Messico poi allentato le restrizioni sugli investimenti stranieri e si è iscritto a GATT.

Nel frattempo, il Segretario del Tesoro statunitense, James Baker, ha annunciato un nuovo programma per affrontare deb Terzo Mondo che ha chiesto di banche commerciali private a concedere nuovi prestiti per i Paesi debitori in cambio di "programmi di aggiustamento strutturale" (PAS). Questi SAP ha dato alle banche un controllo senza precedenti sulle politiche economiche delle nazioni '. In particolare, hanno incoraggiato le nazioni debitrici di privatizzare le imprese statali, svalutare la moneta, il controllo dei salari, e la liberalizzazione del commercio. Anche questa riuscito ad attrarre nuovi capitali da parte delle banche in modo un successivo Segretario del Tesoro, Nicholas Brady, si avvicinò con un altro piano che ha offerto la riduzione del debito minore in cambio di garanzie di garantire i prestiti rimanenti. La PAS sono continuate.

Messico, in ogni caso, aveva girato l'angolo. Non ci sarebbe più parlare di inadempienze o di una moratoria del debito, ma solo la piena cooperazione cuore con le banche. Qualunque cosa ha preso, il Messico sarebbe venuto su con i soldi per il servizio del suo debito estero. Il consumo domestico dovrà essere trattenuto, e le esportazioni spinto. Ci dovrebbe essere un rovesciamento, in altre parole, della precedente politica del Messico verso l'interno di sviluppo volti a migliorare gli standard di vita messicana.


La stretta finanziaria sul popolo messicano

Presidente Miguel de la Madrid e il suo giovane protetto, Carlos Salinas de Gortari, che gli succedette, come Presidente, sono stati gli architetti del nuovo approccio. Il loro compito era quello di tagliare immediatamente la spesa pubblica e di riportare l'inflazione sotto controllo. Nel lungo raggio, che speravano di attrarre capitali stranieri sufficienti per il Messico che l'economia messicana potrebbe crescere più velocemente i pagamenti del debito e il tenore di vita sarebbe poi migliorare.

L'abbandono del vecchio approccio, che perseguita invece che un rapporto della Banca Mondiale nel 1985, chiamato "una rapida e profonda liberalizzazione del regime commerciale, al fine di ampliare la commerciabili (export-KM) del settore." Tariffe media sulle merci importate sono state ridotte dal 28,5% al 11% tra il 1985 e il 1988. Il sistema di fissazione dei prezzi di riferimento, che stabiliscono il prezzo minimo per le importazioni, è stato eliminato nel 1988. Il numero di prodotti che richiedono licenze d'importazione è sceso dal 92,2% del totale nel 1985 al 23,2% nel 1988. Un aggressivo programma di privatizzazione ridotto proprietà statale delle imprese e rilassato le restrizioni sugli investimenti stranieri. Tra il 1982 e il 1989, l'80% delle 773 imprese di proprietà del governo sono state vendute a investitori privati, soprattutto stranieri. Tra questi la società telefonica, banche, compagnie aeree, miniere, acciaierie, impianti di confezionamento di alimenti, e le strade. I banchieri internazionali e dirigenti d'azienda loved it.

Queste mosse per aprire il Messico agli investimenti esteri e del commercio sono stati accompagnati da un regime di strenua della cintura interna-serraggio. Per combattere l'inflazione, il governo controllato i salari e ridurre la spesa pubblica permettendo altri prezzi a salire. Il "Patto di Solidarietà", che il governo ha imposto ai lavoratori nel mese di dicembre 1987, ha finalmente ridurre l'inflazione. Anche così, i salari reali dei lavoratori messicani è diminuito di oltre il 60% tra il 1982 e il 1989. Il salario medio di produzione oraria è sceso da un massimo di 3,81 dollari nel 1981 a 1,57 dollari nel 1987 in termini di dollari USA. Nelle maquiladoras, i salari di fabbricazione sono stati sostanzialmente inferiore a quello - tra ,55 dollari e ,60 dollari l'ora.

Un altro elemento della politica anti-inflazionistica era quello di ridurre la spesa pubblica per i programmi sociali. Spesa reale per i programmi nei settori dell'istruzione e dell'assistenza sanitaria è diminuita di oltre il 50% tra il 1982 e il 1990, come la necessità di un loro aumento. Nel frattempo, la percentuale di spesa pubblica destinata alle aree rurali, dove la povertà è stata peggiore, è diminuita dal 19% al 5%. Il sistema di allevamento comunale crollò a causa della mancanza di crediti di governo, e gran parte del terreno è stato affittato a interessi privati. Come risultato, la produzione di mais in Messico, fornendo una base della dieta messicana, è sceso da 14,6 milioni di tonnellate nel 1981 a 11.6 milioni di tonnellate nel 1987. Il Messico ha avuto a importare il 41% dei fagioli sua gente consumata.

La Salinas ha creato un nuovo programma chiamato FRONASOL a coordinare gli sforzi del governo per trattare i casi di povertà estrema. Tuttavia, il suo budget annuale di 2,8 mille miliardi di pesos rappresentavano solo il 0,12% del bilancio federale del Messico.

Nel 1986, come programma del governo messicano di austerità entrò in vigore, due front-articoli pagina del Wall Street Journal ha riferito che i tagli di bilancio sembrava di essere diretto in modo tale da causare un danno permanente per il Messico e la sua gente. Un articolo chiamato questo approccio "il tipo sbagliato di austerità", aggiungendo che "i governi sono stati in genere restii a gestire politiche patate hots ... (ma) ... hanno tagliato spese in conto capitale per progetti di sviluppo per l'osso e tagliato spese per la manutenzione degli edifici. Il risultato: trasporto esistenti in America Latina e le altre strutture sono cadendo a pezzi, e nuovi progetti di sviluppo si trovano incompleti o non edificati. "Ad esempio, una nuova autostrada da Altamira a Tampico, scavata nel 1981, era diventato un letto di fiori selvatici dare anni più tardi.

L'altro articolo ha detto di intensa sofferenza umana che ha accompagnato i tagli ai programmi sociali. Di "esperti che lavorano in America Latina", dice l'articolo, "l'evidenza empirica portano a una conclusione inevitabile: una intera regione è stato spinto indietro, in modo che ciò che un tempo era la ragazza si tuffa in Medio ora verso la povertà, e che una volta era il più povero classe ora vive alla giornata. "La povertà è stata intensa produzione di" malnutrizione grave "nei bambini. Molti sono morti o sostenute ritardo mentale.

Al contrario, l'articolo ha descritto anche un incontro tra Richard Webb, ex presidente della banca centrale del Perù, e dei creditori in New York, dove "un banchiere ha cominciato a esporre i suoi sentimenti caldi per il Perù e il costo" umano "della sua situazione. Il signor Webb primo pensiero stava parlando fame peruviani. Poi si rese conto, con orrore, che l'uomo si riferiva alla pressione sui banchieri come lui.”


Il lavoro organizzato reagisce e agisce in base

In Messico, milioni di lavoratori appartenenti al controllo statale i sindacati sono tenuti a partecipare ad PR, il partito al governo, come una condizione di impiego. Essi contribuiscono finanziariamente al partito attraverso un sistema di quote checkoff. Seguendo la struttura istituita dal Lazaro Cardenas nel 1930, PRI contiene una sezione del lavoro nota come il Congresso del Lavoro ". Questo organismo è costituito da diverse grandi confederazioni di cui la Confederazione dei Lavoratori del Messico (CTM) è il più grande e più importante ...

Il funzionario più potente del lavoro in Messico Fidel Velazquez, Segretario Generale del marchio comunitario, che è stato nella sua posizione attuale dal 1940. Con occhiali da sole e capelli impomatati, Velazquez è stato chiamato "l'Al Capone di rapporti di lavoro del Messico". Una frase più spesso utilizzato in Messico è "El Charro", o "il Cowboy". Originariamente questo termine di cui al Jesus Diaz de Leon, uno dei leader pittoresco vestito dell'Unione che è stato acquistato fuori dal governo nel 1948 lo sciopero della ferrovia. "El Charro" tipo di leader sindacale si mescola la corruzione burocratica con la violenza. Nel corso di tali attività, che svolge una funzione utile per i leader stranieri business quali il presidente Salinas ha così assiduamente corteggiato.

Nicholas Scheele, Ford di amministratore delegato del Messico. riassume la situazione in questi termini: "E 'molto facile dare un'occhiata a questo, in termini semplicistici e dire questo è sbagliato. Ma c'è nessun altro paese al mondo in cui la classe operaia ... ha preso un colpo in loro potere d'acquisto delle superiori del 50% su un periodo di otto anni e non hai avuto una rivoluzione sociale? "

Lavoro divenne naturalmente recalcitrante in queste condizioni. Dopo tutto, i lavoratori messicani hanno un diritto costituzionalmente protetto di organizzare e di sciopero, che anche il presidente Salinas troverebbe difficile negare. La sfida è stata accolta con audacia e violenza:

Quando i lavoratori dell'impresa presso le miniere di rame in Cananea settentrionale del Messico ha deciso di sciopero per i salari più nel mese di agosto 1989, di proprietà dello stato di fallimento dichiarato. Nella stessa mattinata, tra 3.000 e 5.000 soldati dell'esercito messicano sequestrato le miniere e si voltò minatori presentarsi al lavoro. Il governo ha proceduto a porre fine a tutti i dipendenti, offrendo Tfr minimo. Solo dopo che i lavoratori strade bloccate e uffici governativi occupati nella città di Cananea è stata l'unione in grado di rinegoziare un rescissione della decisione di fallimento e di ripristino maggior parte dei lavoratori '.

Lo sciopero 1990 alla Birreria Modelo di Città del Messico coinvolto il rifiuto del sindacato nazionale dei lavoratori di far eleggere i propri dirigenti locali e il rifiuto del governo di riconoscere il loro diritto di sciopero. Segretario generale di MC's, Fidel Velazquez, scocciati della la rimozione di un amico intimo, abolito il sindacato locale, ha creato uno nuovo e aggressivo assunto sostituzioni per i lavoratori in sciopero birreria. Un giudice di fatto l'unione posto un vincolo di un miliardo di pesos a coprire eventuali danni alla società. Polizia antisommossa armati e vigili del fuoco hanno attaccato picchetti fuori la fabbrica di birra la mattina del 17 marzo 1990 e hanno portato gli scioperanti di distanza in un luogo lontano dove sono state ritirate fuori al lato della strada. Alla fine, l'Unione persistenti salvati tutti i posti di lavoro, ma 100.

Presidente Salinas stesso potrebbe aver avuto un risentimento contro il capo nazionale del petrolio Workers Union, Joaquin Hernandez Galizia, che avevano sostenuto (Cuauhtemoc) Cardenas nelle elezioni del 1988. Il 10 gennaio 1989, funzionari di polizia e unità dell'esercito hanno attaccato la casa del leader laburista in Ciudad Madero, utilizzando un bazooka a brillare al largo della porta d'ingresso della casa. Hernandez è stato arrestato e accusato di omicidio per la morte di uno degli ufficiali di attaccare. Più tardi, respingendo la scelta dei dirigenti sindacali locali, il governo ha orchestrato l'elezione di un nuovo presidente dell'Unione nazionale. Questo funzionario ha accettato di concessioni importante contratto e non ha sollevato alcuna obiezione alla vendita del governo delle società controllate PEMEX per gli investitori stranieri.

Quando i lavoratori al Tornel Rubber Company una petizione per cambiare la loro affiliazione sindacale da CTM per CROC, la commissione federale di conciliazione e di arbitrato rinviato la data delle elezioni per cinque volte in un anno. Il 3 maggio 1990, cinque lavoratori Tornel compresi principale leader del sindacato sono stati rapiti a mano armata, picchiato, e poi rilasciato. Quando l'elezione di certificazione è stato infine tenuto nell'agosto del 1990, i lavoratori che arrivano alle urne sono stati aggrediti e picchiati da una banda di 200 uomini che indossavano magliette di MC, accompagnato y agenti di polizia locale e il sindaco. MC ha vinto le elezioni nel novembre successivo, perché i lavoratori, temendo la violenza, boicottata. Nel frattempo, la società ha licenziato 650 dei 1.200 lavoratori dello stabilimento e li ha sostituiti con reclute CTM.

Nel 1987, la Ford del Messico, di cui 3.400 di sconto su tutti i lavoratori presso lo stabilimento di assemblaggio Cuautitlan vicino a Città del Messico, ha rescisso il contratto di lavoro, e quindi possono ricondotti dei lavoratori a salari notevolmente ridotto. Quando i lavoratori hanno eletto i loro stessa commissione di negoziazione, Ford licenziato i suoi membri. I lavoratori hanno organizzato una interruzione del lavoro presso lo stabilimento nel dicembre del 1989 per protestare contro una riduzione dell'importo della gratifica natalizia e di esigere che il rappresentante locale del marchio comunitario di essere sostituito.

La mattina del 8 gennaio 1990, i lavoratori sono stati attaccati all'interno dello stabilimento da parte di un gruppo di teppisti assunto dal CTM. Nove lavoratori sono rimasti feriti da arma da fuoco, uno Decine fatalmente sono stati picchiati con i manganelli. Infuriati i lavoratori occupati l'impianto di Cuautitlan per due settimane fino a quando la polizia li sfrattati. Ford licenziato 700 di questi lavoratori e CTM trovato sostituzioni.

Quando un sindacato rivale, COR, ha presentato una petizione del diritto al contratto Ford, su richiesta dei lavoratori ', la commissione federale di conciliazione e di arbitrato più volte omesso di deliberare sulla petizione. Un tribunale lo ha condannato l'elezione è stata infine svolta il 3 giugno 1991. Queste elezioni, che il marchio comunitario ha vinto in modo restrittivo, è stato caratterizzato da intimidazioni e frodi. Lavoratori che avevano votato "sbagliato" nelle elezioni erano tenuti a firmare un giuramento di fedeltà come una condizione di continuare a lavorare.

Si potrebbe avere l'impressione di questo che i lavoratori del Messico dell'Unione sono tra i suoi cittadini meno fortunati. In realtà, essi sono relativamente benestanti. I sindacati sono una reliquia di quei giorni in cui la politica economica del Messico è stato diretto verso il raggiungimento della prosperità nazionale. Con un aumento del debito è venuto un cambiamento di priorità. Condizioni del FMI per la proroga ulteriore credito chiamati per il Messico a svalutare il peso e il controllo dei salari aumenta in modo che le merci messicane potrebbe diventare più competitiva. Unione dei salari e dei benefici, che riflette il frutto del lavoro lotte nel corso degli anni, ha rappresentato un tipo di privilegio che ha dovuto essere ridimensionato: di conseguenza, l'ondata di privatizzazioni, all'ingrosso licenziamenti e cessazioni o adeguamenti dei contratti di lavoro.


Il sistema delle maquiladoras di produzione

Un'influenza importante in tale direzione è stato il programma delle maquiladoras concentrato lungo la US-ordine del Messico. Inizialmente destinato ad assorbire i lavoratori Bracero ritorno, questo programma è cresciuto in una rete di impianti in cui le aziende straniere - 90% dei quali di proprietà USA - potrebbe produrre beni per l'esportazione in un ambiente di lavoro a buon mercato, a basso dazi e tasse, e la mancanza dei requisiti normativi. C'è stata una esplosione virtuale del numero di maquiladoras e di lavoratori occupati presso tali impianti. Da 3.000 lavoratori occupati nel 1965, primo anno di funzionamento, il numero di persone compresi i dipendenti che lavorano in strutture amministrative delle maquiladoras è aumentato a 459.837 nel 1990.

Molte grandi società americane partecipare a questo programma tra cui General Motors, Ford, Chrysler, Zenith, General Electric, AC Nielsen, e Kimberly-Clark. le città di confine in Messico e nelle città in cui si trovano queste piante sono cresciute rapidamente. La popolazione totale di Juarez, Mexicali e Tijuana, per esempio, sono aumentate di cinque volte dal 1960.

Una convinzione comune è che, quando un datore di lavoro del Primo Mondo si apre fabbriche in un paese in via di sviluppo, che attrae lavoro offrendo salari superiore e prestazioni. Nel caso delle piante maquiladoras, tuttavia, le loro retribuzioni prevalenti sono generalmente al di sotto del salario pagato altrove nel settore del Messico. Secondo alcune stime, il salario medio di un lavoratore sindacalizzato nell'economia domestica del Messico a un livello tre o quattro volte superiore a quello dei salari pagati in maquiladoras. Secondo il New York Times, un salario tipico di partenza per un lavoratore è maquiladoras 82.000 pesos, o 27 dollari, per una settimana lavorativa di 49 ore, che in media circa ,55 dollari l'ora. Un lavoratore con più esperienza potrebbe guadagnare 140.000 pesos, o 47 dollari a settimana, e ricevere anche un pranzo di sovvenzioni.

Maquiladoras mostrano un tasso di sindacalizzazione che in quello industriale messicano nel suo complesso q. Quelli a est, a sud del confine con il Texas, tendono a essere più sindacalizzati rispetto a quelli Out West. Alcune piante sono oggetto di "contratti di protezione" - così chiamato perché proteggono i datori di lavoro da tentativi di organizzare sindacati y altri - che fissano i salari e le prestazioni ad un livello inferiore ai requisiti della legge federale del lavoro. Alcuni lavoratori negli impianti maquila sono semplicemente inconsapevoli di essere oggetto di un contratto sindacale. Il consiglio federale di conciliazione e di arbitrato spesso si rifiuta di registrare indipendenti o sindacati democratici, preferendo la sede, "charro" tipo.

Condizioni all'interno degli impianti

Condizioni di lavoro sono tali che il turnover del personale in alcuni impianti di maquiladoras supera il 180% all'anno. condizioni possono variare, naturalmente. Alan Brown, che ha visitato diversi stabilimenti a Juarez, tornato a casa a riferire al suo giornale locale: "Ho visto fabbriche molto pulito, con luccicanti mense che forniscono sovvenzioni, i pasti praticamente gratis per i lavoratori. Ho visto gratuiti a impianto di servizi medici ... Ovunque ho visto un primo piano entusiasta e felice del lavoro. "Jack Hedrick un funzionario UAW da Kansas City, tenere di aver visto lavoratrici nelle fabbriche che indossavano scarpe col tacco alto e costosi abiti cercando: questo è stato a quanto pare una parte del vestito società codice.

Mentre non si dovrebbe respingere la possibilità di piacevoli condizioni di lavoro all'interno di alcune piante, altri rapporti parlano di incrementi nella velocità di produzione, lavoro lungo e noioso, poco ventilati o surriscaldato aree di lavoro, e rischi per la sicurezza. Jorge Carrillo e Alberto Hernandez hanno descritto i lavori di alcuni maquilas a Ciudad Juarez come "monotono e ripetitivo. Una lavoratrice nel settore dell'industria elettronica, per esempio, in un solo giorno ha a saldare 2.000 pezzi di una dimensione di ciò che è appena visibile. L'intensità del lavoro deve essere duro e costante al fine di conseguire gli obiettivi stabiliti produzione, che sono generalmente basati sugli standard di produzione dei lavoratori più veloce. "Maggior parte dei dipendenti non di lavoro in più della norma nove ore al giorno, tra cui molto lavoro straordinario e alcuni doppi turni.

Un articolo del Wall Street Journal ammette le cattive condizioni di lavoro che esiste in molti impianti di maquiladoras. Riporta: "Maquilas sono generalmente non-union, l'insieme delle quote di produzione a prezzi di almeno il 10% superiori a quelli nelle fabbriche simili a nord del confine, e concedere poco o nessun pagare un extra per anzianità ... (S) maquilas ome assomigliano più di fabbriche che sfruttano la manodopera. Essi mancano di ventilazione, e dei lavoratori possono passare fuori dal fuoco e fumi. Esigenze produttive possono mettere a rischio; Edwviges Ramos Hernandez, un insegnante a Juarez, ha lavorato in una fabbrica dove in un anno tre operai erano tagliati fuori dita. Le macchine, dice, sono stati fissati a un ritmo esasperante. "

" In Tijuana, Zenaida Ochoa ... cuce indumenti per nove ore di fila in un barattolo a chiusura a tetto che sfrigola nella calura estiva. Fa 60 dollari a settimana, che è superiore rispetto alla maggior parte -, ma un pollo costa un decimo di quello. Lei è afflitto da mal di schiena da curvando sulla sua macchina da cucire per tutto il giorno, e dice: 'I miei occhi bruciano da fissare l'ago.' Un compagno di lavoro, lei si riferisce, ha cercato di organizzare un sindacato per ottenere una migliore retribuzione e le condizioni di lavoro - comprese carta igienica nel bagno, ed è stato licenziato. "

Una caratteristica notevole di posti di lavoro in maquilas è la prevalenza di lavoratori di sesso femminile, ha detto da parte di alcuni direttori di stabilimento ad avere "più la pazienza e l'abilità manuale" rispetto ai lavoratori di sesso maschile. Oggi circa due terzi di questi lavoratori sono di sesso femminile - giù dal 87% nel periodo tra il 1974 e il 1982.

La situazione di lavoro che impiegano gran parte donne e uomini, rendendo economicamente ridondanti ha causato alcuni problemi sociali in Messico con le famiglie senza padre e la delinquenza. Inoltre, i dipendenti di sesso femminile hanno segnalato di essere vittime frequenti di molestie sessuali da parte dei supervisori di sesso maschile. Ci sono, come riferito, "I partiti lo stupro Venerdì notte" e uscite di fine settimana che comportano "l'uso dei lavoratori delle donne dai supervisori e manager ... (che) ... crea divisioni tra i lavoratori, come le donne stesse che determinano che uscì con chi e chi non lo sarebbe. "un canadese, Deborah Bourque, riferisce che" le donne devono affrontare le routine di licenziamento per gravidanza. In alcune donne stabilimenti sono tenuti a fornire la prova per i medici dipendenti che sono mestruazioni.”


Comunità squallore e il degrado ambientale

Al di fuori degli impianti delle maquiladoras, ci sono abbondanti prove che sia la natura e l'umanità soffre. Un articolo del Wall Street Journal ha descritto la regione di confine tra il Messico e gli Stati Uniti come "una dolina di condizioni di vita abissale e il degrado ambientale. Un enorme, la migrazione continua di persone in cerca di lavoro è semplicemente sopraffatti le infrastrutture già traballante. Primavera baraccopoli up durante la notte intorno alle città di confine in cui c'è poco o nessuno spazio di vita a sinistra, alcuni dei 400.000 lavoratori maquila pagare più di un terzo del loro reddito mensile di condividere un letto in una stanza occupata da altri sei. "

A Nogales, vi erano sette persone per ogni stanza disponibile. Alcuni lavoratori e delle loro famiglie costruito primitive capanne di cartone o di blocchi di cenere. Qualcuno ha dormito all'aperto, rannicchiato contro l'altro per il calore. La casa dei lavoratori meno scrounged per la costruzione e altri materiali dal rifiuto della maquilas. Una famiglia mantenuto il suo approvvigionamento di acqua in un 55-gallone tamburo con un avvertimento colorate etichetta che i suoi contenuti sono stati l'ex solventi fluorocarbonio i cui vapori sono stati fatali se inalato.

Le comunità delle maquiladoras non ha potuto fornire servizi pubblici per queste persone, perché, paradossalmente, non avevano una base imponibile. Quando il governo messicano nel 1988, ha proposto di imporre una tassa del 2% sui salari delle maquiladoras a pagare per il miglioramento delle infrastrutture, proprietari della fabbrica ucciso l'idea. "Molti dicono che sono in Messico a fare profitti e che l'infrastruttura è un problema del Messico, non loro", il Wall Street Journal ha spiegato. I funzionari delle amministrazioni locali temevano che, se spinto la questione fiscale, i datori di lavoro stranieri avrebbero le valigie e andarsene.


Negoziale NAFTA

Il passo logico successivo era quello di estendere il modello delle maquiladoras dei salari a buon mercato e la regolamentazione inesistente in una zona molto più ampia. Consulenti in gestione sono stati impegnati fino a parlare dei vantaggi della produzione di maquiladoras in città in tutto il Canada e gli Stati Uniti. Alcune sono state sostenendo, ad esempio, che ogni processo di fabbricazione spostato dagli Stati Uniti per una fabbrica di maquiladoras in Messico salva il datore di lavoro circa 30.000 dollari l'anno, comprese le prestazioni. Inoltre, l'elemosina ad un seminario di promuovere tali trasferimenti ha sottolineato che "gli operatori di impianti maquila non avere con sé costosa di assicurazione per coprire i lavoratori contro i rischi connessi al lavoro.

Perché le condizioni di vita congestionati e danni ecologici inflitte alla regione di frontiera USA-Messico limiti la futura crescita industriale in questo settore, il Messico ha cambiato le leggi per consentire maquiladoras di operare più all'interno del paese. Ancora, alcuni datori di lavoro degli Stati Uniti si sentivano più sicuri vicino agli Stati Uniti. Un accordo di libero scambio con il Messico avrebbe alleviato le preoccupazioni. Non solo sarebbe Messico aprire il proprio intero paese di duty-free di produzione, ma sarebbero d'accordo a varie altre condizioni che sarebbero funzionari comfort business. Libera del governo messicano-agenda commerciale volto a convincere affari internazionali che gli investimenti in Messico sono assolutamente sicuri.

C'è stato un precedente per questo in accordo di libero scambio, che l'amministrazione Reagan ha concluso con il Canada nel 1988. Come l'unificazione delle nazioni in Europa occidentale la Comunità economica europea, l'accordo di libero scambio che gli Stati Uniti hanno negoziato con il Canada e poi con il Messico previsto l'eliminazione totale dei dazi e altre barriere commerciali per i prodotti commercializzati a livello interno, tra gli Stati membri. A differenza di esso, gli accordi del Nord America non ha comportato una moneta comune o un calendario armonizzato delle tariffe rispetto ai partner commerciali esterni. Né tali accordi in Nord America contiene una "carta sociale" come quella dei paesi della Comunità europea, con il diritto ad una retribuzione adeguata, il diritto alla formazione di posti di lavoro, e il diritto alla tutela della salute e della sicurezza sul posto di lavoro. Tale Carta impedirebbe la produzione di beni secondo il modello delle maquiladoras.

Durante il 1980, i governi conservatori al potere in tutti e tre i paesi del Nord America, in sostituzione di più regimi liberali. Ronald Reagan sostituito Jimmy Carter come Presidente degli Stati Uniti. Brian Mulroney sostituito Pierre Elliott Trudeau come primo ministro del Canada. Miguel de la Madrid e Carlos Salinas de Gortari sostituito Lopez Portillo in Messico. Cambiamenti economici accompagnato i cambiamenti nelle amministrazioni politiche. I nuovi dirigenti erano molto più disposti ad accogliere ordini del giorno societario e finanziario, per quanto riguarda il libero commercio. Il primo frutto di questa nuova politica è stato il 1988 gli Stati Uniti-Canada accordo di libero scambio, che il presidente Reagan descritto come "uno degli accordi più generale sul commercio mai negoziato tra le due nazioni. Esso prevede l'eliminazione di tutte le tariffe, non riduce molte barriere non tariffarie, liberalizza le pratiche di investimento, e riguarda il commercio dei servizi. "

Tale accordo con il Messico avrebbe dovuto aspettare fino al protetti dei presidenti americani e messicani si giunse al potere nel 1980 in ritardo. Reagan's Vice President, George H.W. Bush è stato eletto presidente nel 1988. Nello stesso anno, Carlos Salinas de Gortari vinto le elezioni presidenziali in Messico da un nudo 50,1 per cento dei voti sul candidato del PRD, Cuauhtemoc Cardenas, grazie al computer "malfunzionamento" e brogli elettorali sospette. L'impopolarità del libero commercio in Canada e negli altri due paesi non si è fermata ai presidenti neo-eletto da spingere per questo cambiamento. Per il pubblico americano, il presidente Salinas inquadrato la questione del libero scambio in termini di una scelta che gli americani avrebbero dovuto fare tra l'importazione di prodotti messicani o popolo messicano. Senza il libero commercio, ha suggerito a un gruppo di direttori di giornali degli Stati Uniti, la gente sarebbe stata la migrazione dal Messico agli Stati Uniti "non a centinaia o migliaia ma a milioni." Eppure, il tema dell'immigrazione messicana è rimasto off limits nel settore del commercio negoziati.

Quando il presidente Bush e Salinas annunciato la loro intenzione di perseguire un accordo di libero scambio nel settembre del 1990, hanno proposto un ordine del giorno per i colloqui bilaterali. Come ha dichiarato in una relazione della Commissione US International Trade al Congresso nel febbraio del 1991, questo programma è il seguente:

la piena, l'eliminazione graduale delle tariffe di importazione,
l'eliminazione o la massima riduzione possibile delle barriere commerciali non tariffarie, come quote di importazione, le licenze e gli ostacoli tecnici al commercio,
la definizione di chiare, vincolanti per la protezione dei diritti di proprietà intellettuale,
procedure di composizione equa ed efficiente delle controversie, e
mezzi per migliorare il flusso di beni, servizi, e gli investimenti tra gli Stati Uniti e il Messico.

Da questo quadro, le due nazioni negoziato per raggiungere un accordo che soddisfacesse le loro preoccupazioni particolari. Gli Stati Uniti vogliono regole ferree di origine al fine di garantire che i suoi rivali commerciali in Asia e in Europa non avrebbe usato il Messico come una piattaforma per bombardare il mercato statunitense. Voleva adeguata "protezione legale per i brevetti degli Stati Uniti e la tecnologia", l'eliminazione delle restrizioni costituzionali del Messico sugli investimenti stranieri, e, soprattutto, l'accesso degli investitori americani per l'industria petrolifera del Messico sottocapitalizzate. Messico, a sua volta, ha voluto gli Stati Uniti ad eliminare le quote di importazione sui prodotti tessili e acciaio e ad aprire i mercati degli Stati Uniti di alcuni frutti e ortaggi provenienti dal Messico, che sono attualmente vietate.

Quando è entrato in Canada i negoziati commerciali nel febbraio 1991, i colloqui si trilaterale. Canada voluto premere suoi partner commerciali su un maggiore accesso per le banche canadesi a statunitensi e messicani mercati. I canadesi voleva "un migliore accesso al mercato degli appalti governo degli Stati Uniti", inclusa la rimozione degli ostacoli discriminatori ", come" Buy American "disposizioni e accantonamenti costituiti favorire i produttori statunitensi. Gli Stati Uniti volevano il Canada ad abrogare le leggi che favoriscono canadese "industrie culturali". Si voleva anche il Canada per abrogare la propria "leggi concessione di licenze obbligatorie" in base al quale "una copia generica di un farmaco brevettato possono essere importati e venduti in Canada dopo che il farmaco è stato sul mercato canadese per dieci anni. Gli Stati Uniti hanno anche voluto "per aumentare al 60% dal 50% al requisito del Nord America contenuti per le autovetture nuove e camion che vengono scambiati duty-free."

Come i negoziati commerciali progredito attraverso la sessione tenutasi a Seattle, è emerso chiaramente che l'accordo non sarebbe stato pronto entro la fine del 1991 come inizialmente sperato. Il nuovo obiettivo era quello di avvolgere l'approvazione del Congresso degli Stati Uniti del NAFTA, prima del novembre 1992 le elezioni. Solo nella zona di scegliere prodotti di riduzioni tariffarie reciproche avuto la tri-negoziatori nazionali raggiunto il consenso necessario per un accordo.

Esportazioni di mais è emersa come un blocco principale ostacolo al negoziati commerciali spostati in dicembre. Coltivatori di mais degli Stati Uniti premuto per più l'accesso al mercato messicano protetto. Il governo messicano è stato incoraggiante il 2,3 corona coltivatori messicani di diversificare in altri, le colture più redditizie. Nell'ambito della sua strategia coinvolti privatizzazione forme comunale Il problema è che qualsiasi tipo di ristrutturazione del settore agricolo comporterebbe massicci spostamenti di persone che lavorano nelle aziende agricole.

Il Wall Street Journal: "Gli Stati Uniti negoziatori sono le corna di un dilemma. Se si forza il Messico ad aprire le sue frontiere più vasto fino a traboccare silos di mais degli Stati Uniti, che potrebbe far esplodere un nuovo flusso di braccianti agricoli messicani negli Stati Uniti, il vero problema che il patto di libero scambio ha lo scopo di contribuire a risolvere. "Ricerca condotta dal dottor . Hinojosa Ojeda di UCLA stima che circa 850.000 capi di famiglia avrebbe lasciato le aziende messicane se le sovvenzioni di mais, decade. Più di 600.000 di questo gruppo ci si potrebbe aspettare a testa per gli Stati Uniti.


L'adozione del NAFTA

La battaglia politica per l'adozione del North American Free Trade Agreement-hanno suscitato molto interesse e il dibattito pubblico negli Stati Uniti come non su altre proposta relativa avuto in molti anni. "Non abbiamo mai avuto un problema commerciale che è stato questo a caldo", ha detto Harry Freeman, un lobbista business. Public Citizen oppone NAFTA perché indebolirebbe pesticidi e altre normative in materia sanitaria The Child Labor coalizione si era opposto alla potenzialmente aumentare lo sfruttamento dei bambini messicani. L'AFL-CIO era preoccupato per la possibile perdita di posti di lavoro degli Stati Uniti di manodopera a basso costo. Greenpeace e la National Wildlife Federation ha criticato il degrado ambientale con esperienza nella regione di confine maquiladoras. Nel marzo 1991, Rep. Dan Rostenkowski avvertito una riunione dei dirigenti d'azienda che gruppi come questi sono stati la mobilitazione contro il Nafta. "Se si vuole vincere questa cosa, muovere il culo", ha esclamato.

Move it hanno fatto. The Wall Street Journal ha riferito che "corporate America (ha) riunito un virtuale lobbying Who's Who, comprese le teste aziendali da American Express, Procter & Gamble, e molte aziende blue chip. L'attività di forze di istituire una non-stop calendario degli incontri con i legislatori. In una dimostrazione di sostegno bipartisan, una delegazione economica guidata da due ex rappresentanti del commercio degli Stati Uniti, il democratico Robert Strauss e repubblicano William Brock, si sono incontrati con il Presidente Bush. Messico, che non erano precedentemente occupati lobbisti di Washington, improvvisamente e massicciamente cambiato politica. E 'assunto una "A-team" di avvocati e lobbisti di Washington per sostenere il patto di libero scambio.

Lo sforzo politico era diretta a convincere il Congresso ad estendere la "autorità fast track" per il Presidente di negoziare accordi commerciali, a nome del paese. Dopo che sono state negoziate, il Congresso è vietato di offrire alcune modifiche alla convenzione, ma deve votare l'intero pacchetto verso l'alto o verso il basso. Il 23 maggio 1991, la Camera dei rappresentanti Usa sconfitti una mozione di negare l'autorità fast-track da un 231-to-192 voti. Il Senato ha approvato accelerata da un 59 a 36 votazione il giorno seguente. Uno degli ostacoli era stato superato. D'altra parte, il voto della Camera che approva presidenziali fast-track autorità è stata seguita da un voto su una risoluzione non vincolante proposto dalla Rep. Richard Gephardt, che l'approvazione condizionata di fast track al Presidente di vita fino ai suoi impegni per quanto riguarda il lavoro, ambientali, e le norme sanitarie. Questa risoluzione adottata da un 329 a 85 voti.

L'approvazione definitiva del NAFTA è stato complicato dal 1992 le elezioni presidenziali che hanno portato un democratico, Bill Clinton, alla Casa Bianca. Durante la campagna elettorale, Clinton ha annunciato che il suo sostegno del NAFTA è stato condizionato il negoziato "di accordi collaterali" che il Messico per proteggere il lavoro e l'ambiente. In qualità di Presidente, con le braccia Clinton torta in Congresso ad approvare il NAFTA come un pacchetto e ci è riuscito.

Dietro le quinte, la storia del passaggio del NAFTA è raccontata in un libro di Rick Mac Arthur, l'editore della rivista Harper's, che si intitola "La vendita di libero scambio: il NAFTA, Washington, e Subversion of American Democracy." Mac Arthur ha detto Bill Moyers che la campagna "NAFTA degli anni '90 ... (era) .. un tentativo da parte della leadership democratica - a quel tempo, Bill Clinton - per raccogliere fondi da Wall Street. Stanno cercando di competere testa a testa con i repubblicani nella loro piscina."

In altre parole, i donatori Wall Street erano disposti a contribuire soldi per i candidati democratici politico su una parità di massima con i repubblicani finché presidenti democratici sostenuto le politiche di libero scambio. Con questa comprensione, il presidente Clinton era disposto a dare loro una vittoria. Legami storici del Partito Democratico con il lavoro organizzato significa meno in una crisi politica che la prospettiva di un flusso abbondante di fondi nelle campagne elettorali future.

Nota: Questo racconto è tratto dal libro di William McGaughey's, "A USA-Messico-Canada accordo di libero scambio: Do We Just Say No?", Pubblicato nel 1992. Gran parte del materiale, a sua volta, si basa su informazioni contenute in un manoscritto inedito di allora Daniel La Botz dal titolo "A Embrace Strangling: repressione di Stato dei diritti del lavoro in Messico", poi pubblicato dalla International Labor Rights Fund educazione e la ricerca nel 1992. William McGaughey è stato anche uno dei diritti umani internazionali di osservazione elettorale dell'Unione in una tenuta presso l'impianto di Cuautitlan Ford vicino a Città del Messico nel giugno 1991.

alla: pagina principale      alla: Fautore di più brevi ore del lavoro e della regolazione commerciale umanitaria

 

 Scattarsi per una traduzione di questa pagina in:

Spagnolo - Tedesco - Inglese - Francese - Portoghese

Cinese semplificato - Indonesiano - turco - polacco - Olandese - Russo 




Pubblicazioni di Thistlerose del COPYRIGHT 2010 - TUTTI I DIRITTI RISERVATI  
http://www.BillMcGaughey.com/NAFTAf.html