torna a: worldhistory
   

Il libro: Riepilogo dei capitoli individuali

 

Cinque epoche della civiltà

 

Capitolo primo: Ricerca di un modello nella storia del mondo

Una parte importante dello studio storico è il compito di trovare un disegno nel record dell'esperienza umana. La storia del mondo è incarnata in un insieme di storie. Le storie raccontano come l'umanità ha progredito da una situazione all'altra - da un tipo di società meno complesso a quello più complesso.

Il punto cruciale della questione è determinare i punti di svolta della storia. Sono momenti che segnano una linea di divisione tra due diversi tipi di cultura. In contrasto con le storie che si concentrano nell'esperienza di nazioni particolari, questo segue i cambiamenti nei valori e nella struttura della società.

L'introduzione di nuove tecnologie culturali crea uno spazio per nuovi tipi di esperienze pubbliche. Definiscono le epoche successive della storia del mondo. Le civiltà non sono società che sorgono e cadono nei cicli ricorrenti ma sistemi culturali che si basano sul lavoro dei loro predecessori. Curiosamente, queste civiltà sembrano essere in tutto il mondo. Ciò consente di visualizzare la storia mondiale con un unico focus.

 

Capitolo Due: Istituzioni Differenziate all'interno della Società

Il flusso della storia mondiale segue la creazione di una società sempre più complessa. Appare sempre più istituzioni specializzate.

Quando le civiltà iniziarono per la prima volta nell'area mediterranea orientale, le società civilizzate erano governate da istituzioni che univano autorità politiche e religiose. Durante la prima epoca storica, la funzione politica si è separata dai religiosi. I governi reali hanno creato imperi territoriali estesi con la forza delle armi.

Tuttavia, l'esperienza della violenza militare, della crudeltà e dell'ingiustizia ha prodotto un desiderio di un mondo più razionale e pacifico. I filosofi hanno espresso tali ideali. Nel tempo, la filosofia trovò un punto di forza nella religione. Seguì un'epoca di religioni basate sull'idea che trascendevano la nazionalità - le cosiddette "religioni del mondo".

Successivamente, queste religioni sono diventate imperi contendenti che hanno combattuto per il potere mondano. Poi è venuto un movimento lontano dalla conflittualità spirituale in quanto l'umanità ha abbracciato un insieme più sensato e commerciale di inseguimenti.

L'epoca di dominio europeo, a partire dal XV secolo, caratterizzavano valori ricchi e ricchi di cultura. L'espansione occidentale ha portato per la prima volta tutte le persone del mondo a contatto tra di loro.

Dopo due guerre sanguinanti, questa terza civiltà cominciava a dissolversi nella nuova cultura dell'intrattenimento popolare. Rendere le persone divertite è diventato un lavoro serio. Ottenere e mantenere la loro attenzione è diventata una strada per il potere e la ricchezza.

 

Capitolo tre: Personalità e credenza

Le istituzioni del governo, della religione mondiale, del commercio e dell'educazione, e l'intrattenimento popolare hanno un lato spirituale che è legato ai loro sistemi di credenza e alla percezione della personalità attraente. Ogni epoca storica ha una propria "religione" in senso ampio.

Una religione ha credenze sulle questioni fondamentali. Promuove anche alcuni modelli di personalità.

Il culto della natura dei popoli tribali ha lasciato il posto a "il culto del proprio potere umano collettivo". La religione era nelle mani del governo.

Poi i profeti e filosofi sfidarono l'autorità civica. Hanno creato un nuovo tipo di religione che potrebbe essere formulato in credo. La fedeltà a quei credo offriva un percorso al Cielo.

"Religione" nell'epoca del commercio e dell'educazione si rivolse alle cose di questo mondo. La gente credeva nell'educazione, nel denaro acquisito attraverso le carriere di successo e nella grande creatività degli artisti e dei musicisti.

L'invenzione delle tecnologie elettroniche che cattura immagini sensuali ha creato una cultura di occhiali immediati che la comunità può condividere. Il mondo dell'intrattenimento di grandi dimensioni offre fama e fortuna ai fortunati artisti che trovano un posto nei suoi spettacoli; ma, come rivelano le colonne di gossip, questi individui glamour possono avere la loro parte di problemi.

 

Capitolo quinto: Una breve storia della civiltà I

La storia della prima civiltà è una storia del governo. Comprende l'esperienza delle guerre e delle mutevoli dinastie politiche. Questa è la storia come è comunemente compreso.

Il governo monarchico ha cominciato con la fondazione dei primi Stati della città. È cresciuto fino alla dimensione dell'impero quando le località sono entrate in conflitto tra di loro. Alcuni re hanno prevalso in queste guerre. I perdenti furono sconfitti e schiavi.

Come un paio di finali di libri, il regno multi-millennale dei governi imperiali in Egitto e in Cina costituisce l'inizio e la fine di questa epoca.

I popoli occidentali si rifanno a Roma per il loro modello di impero. Prima di questo, gli imperi sanguinosi si alzarono e caddero con una certa frequenza in Medio Oriente: gli Hittiti, gli Assiri, i Babilonesi, i Medi, i Persiani ei Greci Ellenisti erano tra quelli che competevano per il potere.

L'impero persiano achemeniano è stato ripreso sotto i re Parthi e Sasaniani prima di cedere agli eserciti dell'Islam.

L'India aveva due imperi indigeni di breve durata prima che Mogul stranieri ei governanti britannici unificassero il subcontinente. Lo splendore imperiale raggiunse un picco nel III secolo, A.D.

Dal VII secolo dC, solo le dinastie imperiali bizantine greche e cinesi rimasero a rappresentare questa civiltà nel Vecchio Mondo.

La diplomazia di equilibrio ha impedito una ripresa dell'impero in Europa. Solo la religione potrebbe legare diversi popoli in una comunità.

 

Capitolo Cinque: Una breve storia della civiltà II

La storia della seconda civiltà ha cominciato in quel notevole risveglio intellettuale e morale che si è verificato nelle società sparse durante il VI e il VI sec. Le persone spiritualmente avanzate che hanno vissuto allora hanno lasciato i loro insegnamenti ai posteri.

L'evento culminante di questa epoca fu l'istituzione di tre religioni mondiali - il buddismo, il cristianesimo e l'Islam - e la trasformazione ideologica delle religioni precedenti come l'ebraismo e l'induismo. In lega con il governo, queste religioni hanno scatenato territori di influenza.

Questo tipo di religione è stato guidato da idee piuttosto che da rituali. Oltre agli insegnamenti del fondatore, la dottrina religiosa include il lavoro di interpreti che valutano, codificano e spiegano le posizioni dottrinali.

La religione, tuttavia, ha un lato mondiale nelle gerarchie del clero che coinvolgono le sue istituzioni. Qui lo zelo ideologico e l'ambizione possono portare ad un risultato contrario ai valori vantaggiosi e pacifici al centro della religione.

Verso la fine della seconda epoca, i crociati cristiani andarono in guerra contro i musulmani che governarono la Terra Santa. I musulmani e gli indù hanno combattuto per il controllo dell'India. Buddisti e altri coltivano le arti marziali.

Nel frattempo, comunità di mistici, monaci e studiosi praticavano la dura disciplina di una vita spiritualmente centrata. Anche le loro tranquille esperienze fanno parte della storia di questa seconda civiltà.

 

Capitolo 6: Breve storia della civiltà III

La terza civiltà è iniziata con un risveglio che è stato chiamato il Rinascimento. La sua cultura è nata nel nord Italia dove il successo commerciale è stato combinato con un gusto per la borsa di studio classica e l'arte squisita.

L'influenza europea si è diffusa con i viaggi portoghesi e spagnoli di scoperta transoceanica. Gli europei occidentali colonizzarono le terre nel Nuovo Mondo che Colombo aveva "scoperto" in viaggio verso l'Oriente. Le nazioni rivali che confinano con l'Atlantico settentrionale hanno combattuto per controllare il commercio delle spezie orientali.

Più tardi, un commercio intenso di rum, caffè e tabacco si è sviluppato tra l'Europa e le sue colonie in Nord America e nelle isole dei Caraibi. Gli schiavi importati dall'Africa sono stati messi a lavorare per produrre materie prime per l'esportazione.

La guerra selvaggia tra protestanti e cattolici ha causato gli intellettuali europei a scongiurare le controversie religiose e perseguire l'apprendimento secolare. Le scoperte scientifiche hanno portato innovazioni tecnologiche che hanno trasformato la produzione e il trasporto.

Le società industrializzate hanno guadagnato ricchezza mentre sviluppano fratture sociali. La classe lavoratrice si è affermata con scioperi. I governi parlamentari hanno contestato l'autorità dei re. Guerre e rivoluzioni avanzano ideali di progresso contro il vecchio ordine.

Dopo aver sconfitto la Spagna sui mari e la Francia in battaglie di guerra combattute in India e in Nord America, la Gran Bretagna è diventata il principale potere coloniale del mondo. Sfidata dalla Germania prussiana, questa nazione a base di mare ha gettato il fiore della sua giovinezza in una guerra continentale da cui non si è mai recuperata completamente. La sua ex colonia, gli Stati Uniti d'America, riempiva il vuoto di potere.

I movimenti anticoloniali del XIX e del XX secolo hanno portato l'indipendenza politica ai popoli del Sud America, dell'Asia e dell'Africa.

 

Capitolo VII: Una breve storia della civiltà IV

Può sembrare strano suggerire che l'intrattenimento sia la base di una nuova civiltà che sostituisce quella degli ultimi cinquecento anni. Tuttavia, i segni della sua dominanza culturale sono convincenti.

Questa epoca storica è iniziata con gli spettacoli del minstrel, i mostri freak e i circhi del secolo precedente e con eventi sportivi popolari come corse di cavalli, partite di pugilato e giochi di baseball. Le mostre spettacolari come il Crystal Palace nel 1851 attirarono grandi folle.

Tuttavia, è stata l'invenzione di dispositivi elettronici per registrare e trasmettere immagini di visione e suono che hanno creato la nuova cultura popolare.

Dopo che le idee serie avevano portato alla carneficina di due guerre mondiali, gli americani volevano qualcosa di più leggero. Alcune persone si sono divertite nei teatri di Broadway o nei club con musica jazz. Altri hanno seguito le carriere di Babe Ruth e Joe DiMaggio sul diamante da baseball.

I film sono venuti di età negli anni '20 quando hanno acquisito il suono. Le stazioni radiofoniche commerciali hanno cominciato a trasmettere musica, notizie e intrattenimento leggero. Il fermento creativo tra l'intrattenimento della gente in bianco e nero ha portato alla musica rock 'n roll. Le trasmissioni televisive, iniziate dopo la seconda guerra mondiale, sono diventate il centro dell'attenzione in molte famiglie. L'esca di soldi facili ha alimentato una mania d'azzardo.

I gusti di intrattenimento sono diventati diversificati: alcuni apprezzano spettacoli adatti a "famiglie" mentre altri preferiscono "intrattenimento per adulti".

Le immagini generate dal computer creano nuove viste di eccitazione visiva. Ci sono nuove opportunità di divertirsi con le macchine che producono illusioni.

 

Capitolo Otto: L'impatto delle tecnologie culturali sull'esperienza del pubblico

La ragione per cui l'introduzione di nuove tecnologie culturali è legata a nuove civiltà è che, fornendo un'immagine o un messaggio a un pubblico, queste tecnologie creano un proprio tipo di esperienza, colorandolo in certi modi. Alcune istituzioni dipendono dal loro servizio comunicativo.

Le burocrazie governative impiegano la tecnologia della scrittura. L'invenzione dell'alfabeto mette la lingua scritta nelle mani dei mercanti e di altre persone che conducono la vita attiva. L'esposizione a simboli visivi suggeriva ad alcuni filosofi che le astrazioni avevano un'esistenza indipendente.

Stampa di una maggiore alfabetizzazione. Ha favorito un modo di pensare più preciso, così importante per la scienza moderna. Gli autori ben noti sono venuti ad acquisire i seguenti culti.

Ciò è cambiato quando le tecnologie della produzione cinematografica, della registrazione di musica e delle trasmissioni radiofoniche e televisive hanno portato in piena visione le immagini personali degli artisti. Le persone famose sono state confezionate e vendute come prodotti d'immagine.

Con lo sviluppo dei computer, la cultura è nuovamente destinata a cambiare. Forse l'esperienza individuale dell'interattività e della connettività produrrà una nuova serie di valori pubblici.

 

Capitolo Nove: Una breve storia delle tecnologie culturali

Il linguaggio scritto è stato inventato nell'antica Mesopotamia come mezzo per registrare le transazioni commerciali. Lo stesso insieme di simboli è stato utilizzato per esprimere numeri e parole.

La scrittura ideografica è iniziata quando gli scribi hanno scelto simboli diversi per le quantità e i tipi di merci. Gli elementi fonetici creavano la scrittura guidati dalla necessità di esprimere concetti astratti. In alcuni script, i simboli hanno emesso suoni sillabali.

L'alfabeto, le cui lettere rappresentano i suoni pura del discorso, è apparso per la prima volta in Medio Oriente durante il II millennio B.C. Due popoli semitici, i fenici e gli aramei, portarono la propria tecnologia in luoghi lontani in spedizioni commerciali.

L'alfabeto fenicio ha dato origine agli alfabeti greci e latini, padre della maggior parte degli script europei. Le società dell'Estremo Oriente hanno mantenuto il precedente sistema ideografico o sillabale di scrittura.

La stampa è arrivata in Occidente dall'Asia orientale. L'uso pionieristico di Gutenberg di tipo mobile ha scatenato un'esplosione di letteratura stampata. I giornali della circolazione di massa si sono manifestati nel XIX secolo.

La fotografia e la telegrafia, inventate negli anni 1830 e 1840, furono tra le prime tecnologie per utilizzare processi chimici o segnali elettrici per catturare o esprimere immagini e parole. La fonografo e la macchina fotografica hanno fornito una serie di immagini in tempo.

La radiodiffusione televisiva ha inviato messaggi attraverso le onde d'aria a persone con ricevitori accordati a frequenze particolari. C'è stata una cultura di immagini vive che collegano gli esecutori con il pubblico di massa.

Il computer, sviluppato per la prima volta durante la Seconda Guerra Mondiale, è cresciuto in velocità e capacità di elaborazione, diventando fisicamente miniaturizzato.

 

Capitolo Dieci: Utilizzare la Storia per Predire il Futuro

La storia del mondo può essere usata per predire il futuro? Se il futuro assomiglia al passato, forse così. Altrimenti, un modo per anticipare i prossimi eventi nella nostra civiltà potrebbe essere l'analogia con altre civiltà in una fase simile.

Ognuna delle quattro civiltà mondiali la cui storia è già nota segue un ciclo di vita. In generale, il suo periodo di espansione esuberante e creativa è seguito da una fase di maturazione che porta l'impero. Questo, a sua volta, porta alla violenza e alla coercizione come tentativo di mantenere il potere mondano.

Si rileva anche un modello attraverso il quale le istituzioni che emergono in un periodo sono alterate fondamentalmente due epoche più tardi.

Gli storici vogliono distinguere i punti di svolta storici dai cambiamenti effimeri della cultura. Oltre alla comparsa di nuove tecnologie culturali, questo libro identifica altre condizioni che sono presenti in tempi di cambiamento fondamentale:

Innanzitutto, le nuove civiltà sorgono in un ambiente di parrocchialismo politico e di un vigoroso commercio.

In secondo luogo, questo ambiente produce importanti innovazioni nella matematica e nella pratica commerciale.

In terzo luogo, ci sono orizzonti geograficamente espansi. Le immaginazioni del popolo sono eccitate dalle percezioni di un mondo più ampio.

 

Capitolo undici: intime di una quinta civiltà

L'età del computer è su di noi. Anche se nella sua infanzia sappiamo che questa epoca porterà cambiamenti distinti alla società. Per prevedere il futuro di questa civiltà, si può anticipare gli impatti derivanti dalla natura della tecnologia.

Già c'è interesse per l'applicazione commerciale dei computer. Si possono immaginare potenti nuove modalità di vendita e distribuzione di prodotti che danno ai consumatori maggiori informazioni, scelta e controllo.

L'istruzione è un'altra area che prevedibilmente si trasformerà. I computer offrono agli studenti la possibilità di interagire individualmente con una fonte di insegnamento meccanizzata. Hanno anche una capacità illimitata per replicare le lezioni. La scarsità di un'istruzione di alta qualità potrebbe essere una cosa del passato.

Il risultato più profondo dei computer può essere come uno strumento che consente all'uomo di rifarsi. I computer possono controllare le informazioni estese contenute nella struttura delle molecole del DNA. Hanno la possibilità di replicare i processi della mente umana.

In questa "civiltà di Frankenstein" l'uomo e la macchina creeranno un futuro comune, che è al tempo stesso pericoloso ed emozionante nelle sue ampie possibilità.

 

Specifiche del libro:

Titolo: Cinque epoche della civiltà: storia del mondo emergente in cinque civiltà
Autore: William McGaughey
ISBN: 0-9605630-3-2
Data di pubblicazione: 2000
Prezzo di listino: $ 18.95 (U.S.) per copia
Lunghezza: testo di 503 pagine, 616 in totale
Tipo di libro: copertina softcover originale, rilegatura a tacco
Altre caratteristiche: Il libro comprende anche una sintesi, una bibliografia, un indice, 26 tavoli e 115 illustrazioni.

torna a: worldhistory


COPYRIGHT 2017 Thistlerose Publications - ALL RIGHTS RESERVED
http://www.billmcgaughey.com/chaptersumm.html