Battaglie sul tempo sacro e lo spazio

Per coloro che dubitano che il "commercialismo" sia una religione (della terza epoca della civiltà), può essere utile considerare la sua manifestazione contemporanea in termini di battaglia per il tempo e lo spazio nella vita delle persone.

L'istituzione del sabato (che è un giorno riservato a Dio) è una parte importante del nostro patrimonio giudeo-cristiano. Questa è una battaglia nel tempo. Quanto tempo deve essere riservato alla devozione a Dio e quanto deve essere dato al mondo del lavoro? I sostenitori della religione tradizionale sono zelanti per conservare il giorno del culto. Le pressioni commerciali e imprenditoriali sono ugualmente insistenti per massimizzare la produzione e le vendite durante la settimana.

La cultura aziendale e professionale di oggi insiste sulla volontà di una persona di lavorare lunghe ore per l'azienda. Se rifiuta, non ci sono promozioni. Bisogna dimostrare la fedeltà al proprio datore di lavoro, mettendo il lavoro sopra la famiglia e le preoccupazioni personali.

Un'altra domanda ha a che fare con i negozi aperti la domenica. I rivenditori sono sotto grande pressione per utilizzare le loro strutture nei fine settimana quando i clienti sono disponibili per lo shopping. Chiudere il proprio negozio per ragioni religiose significa che i propri concorrenti possono ottenere un vantaggio commerciale.

Questo è stato un problema con Stanley Kresge, fondatore di K-Mart. La famiglia Kresge era profondamente religiosa. Quando la gestione di K-Mart ha adottato con riluttanza la vendita di domenica, la madre di Stanley si alzò alla riunione degli azionisti della società per denunciare questa decisione. Che è venuto prima, Dio o soldi? Purtroppo, il business è quello che è, in questo caso i soldi dovevano arrivare in primo luogo.

La maggior parte delle feste religiose sono state trasformate in feste commerciali - giorni in cui una persona è tenuta ad acquistare regali per mostrare l'amore ai membri della famiglia. La stagione dello shopping di Natale, che inizia nei giorni successivi al Ringraziamento, è la grande opportunità di un rivenditore. Le pubblicità radio e televisive provocano sentimenti di colpa nei soggetti che non hanno ancora completato la loro lista di acquisto. (Vedi la festa di Natale come è cambiata nella storia del mondo.)

Mentre il Natale è la più importante festa commerciale, altri come San Valentino, la Giornata di San Patrizio e Halloween aiutano a vendere prodotti come cartoline d'auguri, gioielli, birra e vestiti. L'industria della caramella ha promosso l'idea di "giorno più dolce" quando le persone dovrebbero acquistare scatole di caramelle per i loro nonni.

Natale come festa commerciale ha una sacra scrittura sotto forma di romanzo di Charles Dickens, A Christmas Carol. Ciò che è importante qui è il carattere di Scrooge. Il personaggio del romanzo di Dickens era un uomo di miseria che si rifiutò di concedere al lavoratore tempo libero per festeggiare il Natale con la sua famiglia. Questo era un tema congeniale alla religione tradizionale, ma non ai capitalisti che dominavano l'età. Di conseguenza, "Scrooge" è diventata una persona troppo egoista o economica per acquistare regali di Natale per gli altri. La comunità aziendale vuole consumatori esigenti, ma non persone che richiedono molto tempo lontano dal lavoro.

C'è stata una reazione al commercialismo come religione. Papa Giovanni Paolo II ha denunciato questa influenza nel mondo di oggi. In caso contrario, la comunità religiosa è stata in gran parte silenziosa, forse per paura di apparire vecchi e non in linea con le tendenze contemporanee.

È interessante notare che l'uomo che è generalmente considerato responsabile della creazione della cultura del consumatore, Henry Ford, è stato anche tra i più schietti a sostegno del fatto di offrire ai lavoratori più tempo libero. Volontariamente ha dato ai propri lavoratori un giorno di 8 ore nel 1914 e una settimana di 5 giorni nel 1926. Ford ha visto questo come un momento per consumare prodotti come automobili. Tuttavia, persone di diversa inclinazione potrebbero riempire questa volta con la ricerca di un maggior valore spirituale.

C'è un movimento tra manager e professionisti di avanguardia per rinunciare alla società dei consumatori e ad abbracciare "vita semplice". Come la dieta, questo è un bene per la salute. Gli individui che resistono al richiamo delle carte di credito e dei centri commerciali ottengono una maggiore libertà personale. A volte questo viene presentato come un problema per le donne professionali - come bilanciare le esigenze concorrenti della vita professionale e familiare.

La maggior parte degli americani ha poco possibilità di scelta. Se vogliono un lavoro, devono accettare le condizioni dei datori di lavoro. Sono solo i pochi selezionati, con competenze in forte domanda, che possono permettersi di affrontare tali questioni.

John deGraaf, produttore di documentari per la televisione pubblica di Seattle, ha costruito un movimento per rendere gli americani consapevoli della propria carenza di tempo libero rispetto ai lavoratori europei. Si chiama "Take Back Your Time Day".

Nel 2004, questo giorno è sceso il 24 ottobre - nove settimane prima della fine dell'anno. La data è stata selezionata per evidenziare il fatto che i lavoratori americani hanno mediamente nove settimane meno tempo libero rispetto alle loro controparti europee. Su "Riprendi il tuo tempo", i sostenitori di più svago negli Stati Uniti hanno tenuto seminari e manifestazioni in tutto il paese per promuovere una maggiore consapevolezza del tempo libero come un bene sociale e personale.

Tanto per la lotta nel tempo. E lo spazio? Il Vangelo di Marco dice come Gesù "è entrato nel tempio e ha cominciato a spingere chi ha acquistato e venduto nel tempio. Ha turbato i tavoli dei camionisti e le sedie dei commercianti nei piccioni; e non avrebbe permesso a nessuno di usare la corte del tempio come viabilità per il trasporto di beni ". (Marco 11: 15-16) Il tempio era uno spazio sacro riservato al culto di Dio. Le imprese commerciali non sono state ammesse.

Oggi, alcuni colpiscono la chiesa per sponsorizzare i giochi di bingo e altre attività di monetizzazione. La lotta più grande, tuttavia, è tra le incursioni concorrenti della chiesa e del centro commerciale. Quale posto vincerà i cuori dei giovani?

C'è un predicatore fiabesco conosciuto semplicemente come "reverendo Billy" che sta prendendo la sua religione anticoncorrenziale nei centri commerciali. Presiede un'organizzazione conosciuta come "Church of Stop Shopping". Recentemente, questo uomo ei suoi seguaci si avvicinavano nel più grande centro commerciale americano, il Mall of America, durante la stagione natalizia. Secondo una notizia, "hanno fatto un passo su un palco e hanno sollevato le loro voci in un coro gioioso:

'Pack i centri commerciali con persone con soldi,
fa, la, la, la, la, la, la, la, la,
'Tis la stagione per essere manichini,
fa, la, la, la, la, la, la, la, la! '

Il reverendo esortava la folla di radunamento per sfuggire a Starbucks, il negozio di Disney, il gap e il consumismo in generale. Sorprendentemente, la sicurezza del centro commerciale non era in nessun punto in vista. Così la Chiesa di Stop Shopping prendeva un giro al primo piano del centro commerciale, cantando 'Start Living, Stop Shopping!' E distribuendo volantini. Il cavalcavano su e giù una banca di scale mobili, cantando cordialmente e avvolgendo l'occasionale acquirente nel loro spettacolo cinematografico. Al secondo piano, entrarono in un Abercrombie & Fitch e rimbalzarono felicemente alla musica techno di impostazione dell'umore del negozio. I giovani impiegati si spingevano nervosamente, e la sicurezza arrivò per accompagnare la congregazione trionfale ai loro autobus. "Il reverendo Billy ha avuto una domanda di separazione per i visitatori del centro commerciale:" Che cosa comprerebbe Gesù? "

A coloro che avrebbero confrontato il reverendo Billy con Gesù che avrebbe rovesciato i tavoli dei cambio di denaro nel tempio, è giusto sottolineare che il tempio di Gerusalemme era un luogo riservato al culto di Dio. Al contrario, il Mall of America è uno dei tanti "templi" dedicati allo shopping e alla "religione" americana del consumismo. Così il reverendo Billy stava invadendo definitivamente uno spazio religioso rivale. Anche così, stava facendo un punto valido che lo shopping occupa un posto troppo grande nella cultura contemporanea. Stava usando le tattiche di intrattenimento per fare questo punto.

Nel complesso, il reverendo Billy, John de Graaf e altri sono attori in una lotta religiosa significativa che riflette lo scontro delle civiltà.

l Rev. Billy parla ad alta voce e porta un grande bullhorn.

 

a: worldhistory

 


COPYRIGHT 2005 PUBBLICAZIONI DI TISTLEROSE - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

http://www.BillMcGaughey.com/consumerism.html