BillMcGaughey.com
 
 
a: landlordadvocate
 
 




Travail di un imprenditore di gestione abitativa





 

Nei periodi di difficoltà economiche, non è raro per coloro che sono stati lasciati andare dalle grandi burocrazie aziendali per avviare le imprese nel loro campo di competenza. Ed Eubanks ha sviluppato un'attività insolita: aiutare i piccoli proprietari di immobili a noleggio affrontare problemi di criminalità urbana.

Ed è un uomo afroamericano di mezza età che vive nel quartiere Harrison di Minneapolis. Nei primi anni Novanta, gestisce il complesso di appartamenti Park Plaza su Olson Highway, trasformando una proprietà infestata da un crimine in una che i proprietari vendevano per un bell'abile profitto. Fu poi assunto come consulente immobiliare da Shelter Corporation per controllare la gestione di Findley Place al 31esimo e Blaisdel. Dopo aver lasciato l'incarico, è stato assunto come gestore patrimoniale da Central Community Housing Trust (CCHT) per controllare la gestione di tutte le sue proprietà residenziali, per un totale di 800 unità. Successivamente ha lavorato al Progetto di Pride in Living. Infine, ha iniziato la propria impresa, Eubanks Property Management.

Posso testimoniare l'efficacia di Ed per la pulizia di un complesso residenziale di 28 unità attraverso la strada dal mio edificio. Era diventato un paradiso per i concessionari di droga trasferiti da una casa cittadina proprio in fondo alla strada. Ed ha rapidamente identificato le unità abitative in cui si concentrava la droga. ha organizzato con il proprietario per gli avvisi di svincolo da inviare. Ha anche curato i problemi di manutenzione in queste unità. Ha piantato un letto di fiori davanti all'edificio. Tuttavia, questa storia non ha a che fare con i successi di Ed, ma con le esperienze frustrante che ha avuto con le burocrazie della polizia e con gli attivisti di quartiere mentre cerca di aiutare i quartieri colpiti dalla criminalità.

Circa dieci anni fa, Ed ha aiutato Mike a lanciare una grande casa di ristrutturazione quando ha ordinato un accordo con l'azienda di Mike per uno degli edifici che ha gestito. Mike e il suo partner hanno successivamente distrutto la proprietà e la gestione di immobili in affitto nella città. Come tanti altri "proprietari di assenze", sono diventati ingannati nel problema della criminalità. Il socio di Mike ha posseduto quello che è diventato una "casa fracassata" nel blocco 1000 del 21 ° Avenue North su Colfax Avenue. Dopo che l'unità di polizia SAFE della città ha consegnato la sua seconda lettera di avviso al proprietario - tre sono richiesti prima che un edificio possa essere arrestato - questo proprietario è venuto a Ed per aiuto. Hanno firmato un contratto nell'agosto 2002 chiedendo a Ed di assumere compiti di gestione relativi a questo edificio, compresa la responsabilità di gestire il problema del crimine.

Ed andò a lavorare con il suo solito zelo. Dopo aver esaminato la situazione, ha riferito al proprietario dell'edificio che egli credeva che un nuovo inquilino stava trattando farmaci da una delle unità. In agosto, la polizia ha condotto un raid su un'unità di scantinato. Hanno detto che hanno fatto un "acquisto controllato" anche se alcuni residenti negarono. Ed intanto ha raccolto informazioni sugli inquilini della polizia. Ha lavorato con altri proprietari di proprietà per cercare di mantenere il loro blocco libero di criminalità. Ha anche contattato l'ufficiale SAFE della zona, Hillary Freeman, per richiedere un incontro con la polizia di comunità per vedere cosa potrebbe essere fatto per la criminalità.

Freeman era in procinto di lasciare quella posizione per assumere un posto di lavoro con una comunità di fede come specialista di criminalità. Due ufficiali, uomini e muschi, sarebbero i nuovi rappresentanti SAFE. Eubanks due volte organizzato per incontri con il team SAFE. Ufficiale di due volte l'Uomo ha chiamato a cancellare.

Infine a settembre Ed ha avuto il suo incontro con gli ufficiali SAFE. Cominciò a chiedere agli ufficiali che cosa potrebbero fare per trasformare la proprietà gestita in giro. Il funzionario Freeman ha risposto che non c'era niente che si potesse fare a quel punto. Una raccomandazione stava andando al consiglio comunale per chiudere l'edificio. L'unico bello offerto a Ed era il suggerimento di discutere la questione con l'associazione locale di quartiere, il quartiere Hawthorne. Ed ha incontrato il gruppo di criminalità e sicurezza del gruppo - due persone in tutto - nel mese di ottobre. Hanno detto che dovrebbe incontrarsi con il blocco club.

La prossima settimana, Ed si è imbattuto in quello che chiama una "sega di buzz". Circa quindici membri del club di blocco arrabbiato, il cui veleno potrebbe essere stato innescato dalla squadra SAFE - ha insistito affinchè l'edificio venga demolito - non solo che appartenesse al datore di Ed, ma anche a due altri sul blocco. Questo gruppo di "vicini" odiava affittuari e padroni, specialmente il "tipo assente". Volevano vedere il crimine andare via dal loro quartiere tagliando le strutture in cui vivevano i criminali oi loro compagni.

I membri del blocco club hanno attaccato l'integrità di Ed, chiamandolo "bugiardo". Quando Ed ha sottolineato l'opera del cantiere che aveva fatto dietro la casa, un membro del comitato si lamentava che alcuni dei rami erano stati lasciati sul prato. Ed ha cercato di spiegare che questi pezzi sarebbero stati raccolti come legna da ardere. Quando Ed ha menzionato la sua esperienza precedente nella pulizia del complesso residenziale di Park Plaza, un altro membro del comitato ha osservato che "Park Plaza era sempre una baraccopoli". In altre parole, nessuno degli sforzi di Ed aveva fatto alcuna differenza. Dan Kilty, bibliotecario della biblioteca di Sumner, ha detto che avrebbe scritto una lettera che raccomandava al Consiglio di città di Minneapolis che la proprietà gestita di Ed dovesse essere abbattuta. Il blocco club ha votato all'unanimità, con una astensione, per raccomandare che sia condannato.

Nonostante questo spaventoso turno degli eventi, Ed ha lavorato per soddisfare altri termini del suo contratto. Ha ripulito la lettiera non solo davanti al suo edificio del datore di lavoro, ma lungo tutto il blocco. Ha spazzato via le strade lungo tutto il corridoio infestato dal crimine. personalmente ha pattugliato il blocco tra le 6 del pomeriggio. e alle 3 di sera quasi ogni sera. Ha infranto i propri inquilini di disturbo e ha concluso un accordo per il residente di un appartamento a piano terra per uscire.

Ed ha inoltre chiesto a ciascun vicino vicino di firmare una petizione affermando che lui o lei non ha favorito la strappo in giù l'edificio. Sei persone hanno firmato - quattro padroni di casa, un proprietario di abitazione e un ministro - mentre solo una persona ha rifiutato il suggerimento. Questo è stato un secondo ministro che ha detto a Ed che avrebbe "voluto aiutare" ma non voleva essere preso nel fuoco incendiario politico. Ed aveva l'impressione di parlare con questo uomo che la squadra SAFE aveva fatto un pesante lobby.

Questa fase del processo decisionale è arrivata alla testa quando il consiglio di revisione civile della città ha considerato la proposta di revocare la licenza di locazione per l'edificio che Ed gestiva. Ed e il proprietario dell'edificio sono venuti all'incontro armato di petizioni di sostegno firmato dai sei vicini. Ed aveva anche lettere di raccomandazione personale da persone come Alan Arthur, presidente della Trust Community Housing Trust e da un ufficiale SAFE in un altro quartiere che lo lodava per il suo lavoro a Park Plaza. L'"accusa", rappresentata dalla squadra SAFE composta da Hillary Freeman e dagli ufficiali Manhood and Moss e da due avvocati della città, ha presentato la raccomandazione del blocco Hawthorne che l'edificio venisse demolito.

Hillary Freeman ha affermato che il proprietario dell'edificio aveva "sbattuto" (in parole di Ed) non avendo partecipato alle riunioni con SAFE e non presentando un piano di gestione che lei stava chiedendo. Infatti, gli ufficiali SAFE avevano annullato due volte le riunioni che Ed aveva organizzato. L'accusa che il proprietario dell'edificio non aveva fatto nulla per correggere il problema della criminalità era chiaramente falso da quando aveva assunto Ed. La mancata presentazione di un piano di gestione era anche un'arringa rossa da quando Ed aveva proposto un incontro con SAFE per discutere di passi che potrebbero essere adottati per liberare la costruzione del crimine. In realtà, il proprietario dell'edificio non poteva presentare un piano di gestione perché SAFE aveva rifiutato di incontrarsi a tal fine.

Alla fine, il consiglio di revisione delle licenze ha votato quattro a zero per revocare la licenza di locazione perché il proprietario non aveva presentato un piano di gestione a SAFE. Non importava che la SAFE avesse annullato le riunioni avviate da Ed. Le anatre erano in fila per revocare la licenza di locazione.

Dopo questo incontro, Ed Eubanks ha terminato il suo contratto con il proprietario dell'edificio. Il Consiglio Comunale di Minneapolis, infatti, ha votato per revocare la licenza di locazione. Il proprietario ha venduto l'edificio ad un'altra persona. Per qualche strano motivo, l'ordine di liberare l'edificio non è stato messo in vigore fino al luglio 2003. Evidentemente, Ed aveva sollevato un tale sconcerto all'interno della burocrazia cittadina che i burocrati avevano con cautela la violazione dei diritti di proprietà del nuovo proprietario.

Tuttavia, c'erano ripercussioni. Nel febbraio 2003, Ed è tornato nello stesso club di blocchi Hawthorne che l'aveva attaccato nell'anno precedente per informare questo gruppo che non gestiva più la proprietà. Ed ha anche presentato le petizioni di sostegno dei sei vicini. Ufficiale Manhood ha denunciato Ed per aver presentato "un documento non autorizzato" al consiglio di revisione delle licenze. Ha chiesto che Ed gli dia quel documento in loco. Ed, ha detto, aveva ricevuto questo documento "sotto falsi pretesti". Ed ha tuttavia rifiutato di consegnare il documento.

Il documento in questione era una lettera che un ufficiale SAFE di un altro quartiere aveva scritto commemorando il lavoro di Ed a Park Plaza. Questa lettera aveva suscitato un nido di hornet all'interno della burocrazia della polizia. La maternità non poteva provare abbastanza che la lettera fosse una falsificazione, perché non lo era, perciò fu ridotto a sostenere che l'altro ufficiale SAFE era stato ingannato nella scrittura. Almeno questo altro ufficiale potrebbe non aver capito come sarebbe stato usato. SAFE, ha detto Manhood, avrebbe scritto un'altra lettera che chiedeva di restituire la prima lettera. A partire da questa scrittura, Ed lo ha ancora.

Ed ha detto al gruppo che lui, Ed Eubanks, era interessato ad acquistare la proprietà stessa che aveva gestito. Ufficiale Manhood ha detto che SAFE avrebbe opposto quella mossa. Evidentemente, vi è una legge statale che impedisce a qualcuno il cui nome è legato a una revoca di licenza di locazione da effettuare un simile acquisto. Tecnicamente, il nome di Ed non era sulla proprietà, ma quella interpretazione era "abbastanza vicina per il lavoro governativo" (le mie parole). In un cambiamento di cuore, il blocco club non ha votato per sostenere la proposta dell'ufficiale Manhood. Invece, ha votato per esaminare tutti i documenti di Ed Eubank per l'autenticità. A partire da questa scrittura, nessuna falsificazione è emersa.

Postscript:

Quando questa narrazione è stata pubblicata sul quotidiano Watchdog, ha avuto almeno un effetto positivo. L'ispettore della polizia nella quarta precisione, Tim Dolan, ha accettato di incontrare Ed Eubanks e la tua veramente, lo scrittore, per la prima colazione nel ristorante di Milda, su Glenwood Avenue. L'ispettore era una persona diretta che ha ascoltato le preoccupazioni di Ed per il crimine di quartiere e ha accettato di aiutarlo. Il funzionario Dolan ha continuato a svolgere incarichi di personale al centro e, oggi, è capo di polizia di Minneapolis. Ciò segna una possibile tendenza lontana dai giochi del club di blocchi al lavoro di polizia reale.

 




COPYRIGHT 2006 Thistlerose Publications - TUTTI I DIRITTI RISERVATI

http://www.BillMcGaughey.com/housingentrepreneur.html