BillMcGaughey.com

a: landlordadvocate

 

Senza cuore!

Il dipartimento di Ispezioni di Minneapolis va dopo Ron Folger ei suoi inquilinis

 

Ronald Folger ha usato per possedere 17 immobili in affitto a nord Minneapolis. La maggior parte degli edifici erano tra Lowry e Dowling Avenues e tra Irving e Lyndale. Domenica 4 dicembre 2011, la Star Tribune ha riferito che la città di Minneapolis stava progettando di revocare le licenze di noleggio di Folger su tutte le 17 proprietà perché aveva già revocato le licenze su due delle sue proprietà. Ciò significa che sarebbe illegale per lui mettere paganti inquilini in quegli edifici per i prossimi cinque anni. Gli inquilini attualmente affittati da lui sarebbero stati costretti a liberare le loro unità.

Il Consiglio Comunale di Minneapolis, nei primi anni '90, ha deciso di tenere i proprietari responsabili del comportamento dei loro inquilini creando un processo a tre fasi di revoca delle licenze di locazione. Di nuovo, i proprietari di proprietà hanno bisogno di questa licenza per avere paganti inquilini. L'unità di polizia dipartimentale della polizia di Minneapolis avrebbe inviato una lettera di avvertimento al padrone di casa se una violazione avvenne nel suo edificio come la prostituzione o l'attività di droga. Il padrone di casa aveva dieci giorni per presentare alla polizia un "piano di gestione" che dimostrerebbe come evitare future violazioni. Tre tali lettere in un anno avrebbero innescato la revoca della licenza. Le licenze sarebbero revocate per tutti gli edifici un proprietario posseduto se revocato su due delle sue proprietà.

L'esperienza di Ron Folger con la città di Minneapolis

Come ha fatto Ron Folger nei guai? Riconosci innanzitutto che Folger aveva un lavoro a tempo pieno nel dipartimento di circolazione della Star Tribune, dove era anche un sindacalista. Non è stato in grado di gestire 17 proprietà, assumendo tali responsabilità. Folger ha assunto un gestore di proprietà per aiutarlo in quella attività. La donna che assunse non era efficace. Quando la polizia trovò droghe su un inquilino dell'edificio a Penn Avenue North del 1651, questo gestore si sentì dispiaciuto per quella persona e si rifiutò di espellere. Ron poi ha sfrattato l'inquilino stesso, ma la città ha detto che era troppo tardi.

Per quanto riguarda il piano di gestione, c'era confusione su chi avrebbe soddisfatto tale esigenza. La moglie di Ron ha gestito i documenti per il suo lavoro immobiliare. Il direttore assunto ha anche fatto quel tipo di lavoro. Entrambi pensavano che l'altro lavorasse sul piano di gestione e, di conseguenza, il piano non venisse presentato in tempo. Era un problema grande e grande dal punto di vista della città.

Ron Folger ha anche ricevuto una lettera di avvertimento per non aver incontrato un ispettore al suo edificio all'ora stabilita. Una volta, non era in grado di lasciare il lavoro. Un'altra volta, la città ha programmato due ispezioni in diverse posizioni allo stesso tempo. Ron evidentemente non poteva essere in entrambi. Ha ricevuto una lettera di avvertimento circa la nomina mancata anche se aveva chiamato l'ispettore della città per chiedere che una delle ispezioni si svolga in un momento diverso. L'ispettore non era entrato. Un messaggio registrato ha detto che lui (o lei) avrebbe restituito la chiamata entro 48 ore. Evidentemente, questo non era sufficiente a ripiancare l'appuntamento. (Ron osserva che quando gli ispettori della città non riescono a soddisfare i loro appuntamenti, i proprietari dovrebbero accettare una semplice scusa.)

Dall'esperienza di Ron, gli ispettori della città variano notevolmente. Alcuni sono commerciali e ragionevolmente simpatici. Alcuni sono incompetenti e vendicativi. In un recente caso, un ispettore ha citato Ron per un radiatore difettoso al secondo piano quando l'intero edificio fu riscaldato con aria forzata. Un ispettore lo ha anche ordinato di colmare e sostituire la strada asfaltata in un garage a causa delle crepe nel marciapiede. I viali dei vicini erano in forma molto peggiore. Ancora un'altra volta, Ron Folger è stato scritto per non aver completato una relazione TISH sull'edificio. In tribunale, Ron è stato in grado di mostrare a un giudice che la relazione era stata completata nell'anno precedente. L'ispettore aveva sostenuto che era di parecchie settimane troppo tardi. E poi c'era il tempo che la città sosteneva che Ron stava affittando a qualcuno senza una licenza di locazione. Il problema era che Ron non era più proprietario dell'edificio. Aveva già dato a una chiesa.

Il direttore distrettuale per i servizi di ispezione delle abitazioni di Minneapolis, Janine Atchinson, aveva un basso parere di Ron. Privata, l'ha accusato di aver acquistato proprietà non conformi, mettendo solo un po 'di soldi per rinnovarli e affittando solo alle persone più disperate - poveri, minoranze, ecc. Accusati di far loro male, è stata citata nell'articolo di Star Tribune : "Certamente non siamo senza cuore e non vogliamo rendere la gente senza tetto. Ma se l'alternativa è permettere che i proprietari possano operare le proprietà in modo non conforme, dobbiamo proteggere il grande pubblico, che include gli inquilini e il quartiere ".

Molti residenti di Minneapolis credono che la città e soprattutto il suo dipartimento di ispezione siano senza cuore. Dal momento che un inquilino in uno degli edifici di Ron Folger è stato catturato con droga, tutti gli inquilini in tutte le sue proprietà devono essere cacciati nel periodo invernale. Non la signora Atchinson sa che è difficile per molti di quei inquilini trovare alloggi di ricambio? Anch'io si preoccupa? Probabilmente no. il dipartimento delle ispezioni è pieno di burocrati che godono di posti di lavoro ad alto rendimento, che fanno come loro superiori un discreto pensiero per le molte persone sofferenti della città.

Il dipartimento di ispezione di Minneapolis opera in modo sistematico e non professionale. Il suo nucleo di legittimità è mantenere la salute e la sicurezza dei residenti della città per quanto riguarda la custodia. Tuttavia, questo reparto va dopo i proprietari di edifici anziché gli edifici. La condizione degli edifici non è la sua sola preoccupazione. Invece, le ispezioni puniscono i padroni di casa i cui edifici sono collegati a problemi di criminalità. Sposta la colpa per i poliziotti inadeguati dalla polizia cittadina ai singoli proprietari di proprietà. Lo fa non perché è giusto, ma perché la burocrazia della città può. Tuttavia, lo scopo principale del Dipartimento di Ispezioni di Minneapolis è sempre più un generatore di profitti.

Ron Folger stima che ha pagato la città oltre $ 20.000 in multe e tasse l'anno scorso. Questo è in aggiunta alle imposte sulle proprietà. I "produttori" tra gli ispettori della città sono probabilmente quelli che vengono promossi. È 100 dollari per un appuntamento mancato e 200 dollari per violazioni di codice che non sono state risolte al momento del reinserimento. Se questo accade di nuovo, le multe doppie; si doppia nuovamente se succede una terza volta. La mentalità del casinò "doppia il tuo denaro" è presente tra i burocrati della città. Alcuni affittuari nascono sotto la pressione e alcuni investitori ben collegati sono in grado di acquisire le loro proprietà per una canzone.

Ron Folger ha rinunciato al suo lavoro presso la Star Tribune in modo da poter personalmente gestire le sue proprietà. Con una prossima revoca delle licenze di locazione, ha venduto alcuni dei suoi edifici ad altri proprietari. Spera che la città lo permetterà di possedere e gestire i restanti cinque.

Il Comitato per la regolamentazione, l'energia e l'ambiente del Comune di Minneapolis dovrà riunirsi per esaminare l'appello di Ron Folger nella sala 317 a City Hall lunedì 12 dicembre, a partire dalle 13.30. Se la decisione di revoca è sostenuta, questa questione va davanti al Consiglio completo il 16 dicembre. L'aspettarsi nelle ali è un contingente del Comitato di azione per i diritti di proprietà di Minneapolis, insieme ad alcuni degli inquilini di Ron e di altre persone interessate.

Il giorno fissato

Il contingente del Comitato di azione per i diritti di proprietà di Minneapolis comprendeva Frank Trisko, Bill McGaughey e Dave Sundberg, che ha registrato la scena con una videocamera. Naturalmente, Ron Folger e sua moglie erano a portata di mano, come era l'ex moglie di Bill, Sheila Gorman. Unendo loro erano Peter Brown, capo dell'Unione degli inquilini del Minnesota e sei a otto persone di quell'organizzazione. Randy Furst e un giovane giornalista hanno riguardato la storia della Star Tribune. Dopo le 13:30 aspettavano nella sala al di fuori delle camere del Consiglio per dieci minuti circa. La presidenza del sottocomitato di consiglio, Elizabeth Glidden, ha parlato con alcuni dei membri dell'Unione degli inquilini.

L'obiettivo di Bill McGaughey era quello di causare una commotione senza essere arrestati. Poiché nessuno che Folger avrebbe potuto parlare, il modo più efficace di comunicare sarebbe con segni. Bill aveva preparato cinque segni in grandi lettere che dicevano "Heartless!", Su carta colorata. I manifestanti dell'Unione degli inquilini avevano i propri segni. Quando iniziò la riunione del Consiglio, Bill sedette con Ron Folger e sua moglie nella prima fila a poca distanza dalla panchina in cui stavano seduti i membri del comitato.

Primo per testimoniare è stato Janine Atchinson, direttore dell'area per il dipartimento di Ispezioni di Minneapolis. Peter Brown ha cercato brevemente di fare una dichiarazione ma il comitato non lo avrebbe permesso. La signora Atchinson ha reclutato la causa legale per revocare le licenze di Folger per dieci o quindici minuti.

Mentre stava parlando, Bill McGaughey notò una fila di sedi vuote dietro di lei nel video-monitor che stava registrando l'udienza del comitato. Ha lasciato la prima fila e ha preso uno di quei posti. Bill ha ora sollevato uno di quei segni di bordo arancione in modo che la parola "Heartless!" Apparve dietro la testa della signora Atchinson al podio. Si è assicurato che la parola completa sia visibile in ogni momento. Inoltre, quando Ron Folger ha fatto la sua dichiarazione dal podio, la parola "Heartless!" Era visibile. Gli osservatori della produzione di cavi della città avrebbero fatto il collegamento tra il procedimento del Comune e la sua insensibilità. Nessun altro altoparlante era consentito.

Come previsto, il consiglio consistente di Elizabeth Glidden, Lisa Goodman, Cam Gordon, Don Samuels e Diane Hofstede non hanno preso molto tempo per finire la deliberazione, votando all'unanimità per raccomandare che tutte le 16 licenze di noleggio di Ron Folger vengano revocate. Glidden aveva organizzato, come appendino agli inquilini, che avrebbero avuto 90 giorni per liberare i locali. Anche questo è stato approvato con voto unanime. Glidden annunciò poi che la commissione aveva finito la sua attività ed era stato interrotto.

Senza cuore!

Proprio come questo annuncio è stato fatto, Bill McGaughey mormorò, prima con voce morbida e poi una voce più forte, "senza cuore, senza cuore e senza cuore". Altri si sono uniti. I membri del consiglio al podio sembravano storditi quando la parola "senza cuore" riverberava nelle camere. La maggior parte dei membri del comitato ha battuto un rifugio affrettato. Don Samuels è seduto da sola al podio rispondendo alle domande poste dal giornalista Randy Furst.

Durante una conversazione, Bill McGaughey si avvicinò a Samuels. "Perché stai facendo questo, Don?" Chiese. Samuels disse che non voleva parlare con McGaughey perché, sapendo di appartenere a Minneapolis Property Rights Action Committee, era qualcuno con un ordine del giorno. Samuels parlava con gli inquilini interessati da questa mossa, ma non McGaughey. McGaughey ha dichiarato che era costituente di Samuels e aveva tutti i diritti di parlare con il proprio membro del consiglio.
Con i giornalisti di Star Tribune ascoltando la loro conversazione, McGaughey e Samuels avevano una discussione sbalorditiva sulla politica della città nei confronti dei proprietari. Samuels ha dichiarato di essere malato e stanco di terribili proprietari come quelli del suo quartiere (sul viale Hillside, a nord di Broadway) che hanno offerto un prodotto scadente e attirato crimine.

McGaughey sosteneva che, da un punto di vista del consumatore, la qualità del prodotto residenziale non era una delle attività della città. Sotto il sistema di libero mercato, gli inquilini potrebbero sempre muoversi in una situazione migliore - se c'erano unità abitative in città dopo che la città avesse demolito tanti. Samuels era infuriato. Ha chiamato questo atteggiamento "calloso". Ha visto il suo ruolo di proteggere inquilini e vicini da "slumlords" come Folger. (Vedi conversazione di Samuels.)

Alla fine, i proprietari Frank Trisko e Dave Sundberg avevano le proprie conversazioni con Don Samuels, un po 'meno riscaldate. McGaughey si strinse bruscamente con Samuels e lasciò le camere del Consiglio.

Quella sera McGaughey ricevette una telefonata da Trisko e un altro padrone di casa che l'eruzione verbale ("senza cuore") era stata registrata dalle notizie del Canale 9. Era una delle storie di piombo alle 9 del pomeriggio. trasmissione. Le 10:00. trasmesso anche coprirono la storia, mentre omettendo lo scambio rauco. Poi, in Star Tribune del martedì (13 dicembre), l'articolo di Randy Furst sull'udienza del comitato occupava la posizione principale nella sezione Metro. C'era una grande immagine di Samuels che discuteva con McGaughey.

Dave Sundberg ha continuato a produrre un video che includeva un'intervista con uno degli affittuari di Folger che non erano stati all'udienza. La maggior parte degli inquilini parlò molto del loro padrone di casa. Più tardi nella settimana, McGaughey è stato intervistato da un giornalista della Minnesota Public Radio.

Poi, il 20 dicembre, una settimana dopo la notizia, la Star Tribune pubblicò un articolo di opinione di McGaughey sul ruolo corretto delle ispezioni. Si sperava che Samuels o un altro apologo per la città offrisse una contestazione.

Il membro del Consiglio di Città di Minneapolis, Don Samuels, è entrato in una discussione sconvolta con il proprietario Bill McGaughey, sinistro, del Comitato di azione per i diritti di proprietà di Minneapolis, dopo che un comitato del consiglio ha votato lunedì a favore della revoca delle 16 licenze di noleggio di Ron Folger.

 

MPLS. IMPOSTA DI REVOCARE
LICENZE DI LANDLORD

Il membro del Consiglio di Città di Minneapolis, Don Samuels, è entrato in una discussione sconvolta con il proprietario Bill McGaughey, sinistro, del Comitato di azione per i diritti di proprietà di Minneapolis, dopo che un comitato del consiglio ha votato lunedì a favore della revoca delle 16 licenze di noleggio di Ron Folger.

 

Torna a: landlordadvocate

 
COPYRIGHT 2011 PUBBLICAZIONI DI TENERSO - TUTTI I DIRITTI RISERVATI
http://www.billmcgaughey.com/ronfolger.html