ShorterWorkWeek.com

a: Sommario

(Una settimana lavorativa più breve nel 1980)

 

Spostamento del Lavoro

CAPITOLO 2

 

Con il termine "settimana lavorativa più corta" intendiamo cambiare le ore previste di lavoro da 40 o più ore alla settimana a meno di 40 ore, mantenendo lo stipendio settimanale o salario. Questa definizione non comprende workweeks "compressi" - 4 giorni, settimane di 40 ore - o orari di lavoro flessibili, o posti di lavoro permanenti a tempo parziale, o di "condivisione del lavoro". Anche se gli accordi possono essere desiderabile, in molti casi, non sono ciò che noi intendiamo per "settimana lavorativa più corta". Né intendiamo 3 giorni o 4 giorni workweeks in programma in caso di emergenza con il quale i lavoratori tagliare le loro ore e paga settimanale in modo che i licenziamenti possono essere evitati. Durante tempi duri questo può essere un modo umano di distribuire le opportunità di lavoro; tuttavia, è essenzialmente "il male minore", non un passo avanti per i lavoratori. Cosa intendiamo per "settimana lavorativa più corta" è un significativo, anche sostanziale, aumento del tempo libero di un lavoratore senza ridurre reddito settimanale reale. Tale guadagno è realizzata in un periodo di tempo in risposta ai progressi nella produttività; permette, nel senso più completo, un "miglioramento della qualità della vita."

Alcune persone sono offesi da questa idea. Sono offeso da sindacati e quello che i sindacati rappresentano. Essi sono offesi, in particolare, da parte dei lavoratori che chiedono sempre di più di tutto ciò mentre si fa meno lavoro. Thomas A. Murphy, presidente della General Motors, ha messo in queste parole: Per anni il motto di lavoro organizzato è stato detto di essere la singola parola, "di più". Non è cambiato, ma ora abbiamo anche sentire parlare di "meno" - non meno salario, non di meno benefici, ma meno lavoro, giorni di lavoro più brevi, più brevi settimane di lavoro. Questo non lavare. Il pubblico vedrà - deve vedere - che meno lavoro, non equilibrato per un aumento della produttività, in realtà significa più costi. E più il costo è ciò che l'America non può permettersi. "

In realtà, il pubblico non vede, e accettare, questo punto di vista. La maggior parte degli americani sono rassegnati al fatto che, in tempi difficili come questo, non possiamo avere una settimana lavorativa più corta senza sacrificare parte del livello della nostra nazione di vivere. L'idea di breve-workweek sembra irragionevole. In sostanza, si tratta di "chiedere qualcosa per niente." Uno studente di liceo mi ha chiesto una volta: "Come si può avere una settimana lavorativa più breve per la stessa paga? Qualcosa non torna. Se i lavoratori hanno lavorato meno tempo, si produrrebbero meno, e dovrebbero essere pagati di meno, o ci sarebbe l'inflazione. Non è possibile ottenere pagato la stessa quantità di denaro per fare meno lavoro. Qualcuno, da qualche parte, avrebbe dovuto fare la differenza. "

Quelli di noi che sostengono una settimana lavorativa più corta non sono d'accordo con le implicazioni di questa domanda, pur riconoscendo che si arriva al cuore della questione. Noi non crediamo che una settimana lavorativa più corta chiede "qualcosa per niente." Non siamo alla ricerca di miracoli accadano. Non stiamo suggerendo che l'economia si tira su dai propri bootstraps. O siamo? Chi, infatti, avrebbe fatto la differenza nella quantità di beni e servizi prodotti?

In primo luogo, vi è una cosa come ottenere lo stesso o maggiore produzione da meno lavoro. Questo "miracolo" si realizza attraverso il miglioramento della produttività. Quando viene introdotta una nuova macchina "labour-saving", un lavoratore può essere in grado di produrre una quantità di output come due o tre potrebbero in precedenza utilizzando gli strumenti più semplici. Sebbene il tasso di produttività del lavoro oscilla di anno in anno, la sua tendenza a lungo termine è chiaramente verso l'alto. Dal 1950, la produttività nelle industrie U.S.manufacturing è aumentata ad un tasso in media del 2,6% all'anno. Poiché le capacità produttive dei lavoratori sono aumentati, meno di loro sono necessari per produrre una data quantità di output. Il resto è liberato per il compito di fornire altri beni e servizi. E 'così che, in teoria, il nostro tenore di vita continua a salire. Fino a quando vi è una domanda di questi altri beni e servizi e i mezzi per comprare loro, gli aumenti di produttività dovrebbero facilitato una prosperità in continua espansione e in aumento.

In pratica, tuttavia, non tutti quei lavoratori che sono stati "liberati" dai loro compiti precedenti trovano impiego in altri settori della produzione. Alcuni trovano impiego marginale in altri tipi di posti di lavoro. Alcuni non trovano posti di lavoro a tutti; si dirigono verso l'ufficio del lavoro dello Stato di presentare un reclamo. Le persone che cercano un lavoro per la prima volta trovano un mercato ridotto per il loro lavoro, sia per quanto riguarda la quantità e la qualità dei posti di lavoro disponibili. Educato, forse, per fare un particolare tipo di lavoro, capita di non essere "nel posto giusto al momento giusto" per perseguire una carriera. In tali situazioni, si trova una notevole quantità di disoccupazione e sottoccupazione. Molto è perso per l'economia che altrimenti sono stati prodotti. Noi che sostengono una settimana lavorativa più corta immaginiamo spostando alcune delle persone che sono vittime di questo processo in posti di lavoro produttivi e vale la pena, e dando lavoratori in generale più tempo fuori dal lavoro. Ecco dove la differenza nella produzione in ultima analisi, sarebbe composto.

Molto è stato recentemente scritto e detto sulla produttività Alcuni suggeriscono che aumenta la sua non può che essere buono. Al contrario, la produttività è come qualsiasi elemento potente - buono quando usato correttamente, e male quando usato impropriamente o senza riguardo per le conseguenze economisti, però, hanno la tendenza a guardare solo il lato positivo. Essi sostengono che i guadagni di produttività hanno consentito produttori americani di consegnare più beni e servizi ad un prezzo ragionevole, a pagare salari più alti per i dipendenti, e per competere con successo nel mercato mondiale, mentre a guadagnare un profitto. Parlano del "dividendo di produttività" essere ripartito in diversi modi: tra salari più alti per i lavoratori, più tempo libero, prezzi più bassi per i consumatori, più profitti aziendali, e più entrate fiscali per il governo. Se non vi è alcuna idea che vince l'approvazione universale, è che la produttività degli Stati Uniti dovrebbe essere aumentando ad un ritmo più veloce di quello che è.

La maggior parte degli economisti, quindi, considerano il problema settimana lavorativa più breve che coinvolge essenzialmente una scelta tra gli standard per il tempo libero e la vita più elevati entro i limiti stabiliti avanzando produttività. I lavoratori, dicono, hanno la possibilità di scegliere di lavorare di più e in tal modo aumentare il proprio reddito o per lavorare meno ore a un ridotto livello di reddito. Alcuni hanno anche offerto le statistiche che indicano la misura in cui i lavoratori americani hanno "scelto" di piacere o di standard di vita più elevati in vari momenti della nostra storia. Per esempio, il professor Sar Levitan ha detto in una commissione del Congresso: "Negli ultimi tre decenni, abbiamo stanziato circa sette ottavi del dividendo di produttività ad un aumento dei consumi e l'equilibrio è stato attribuito ad un aumento per il tempo libero. Peter Henle, un funzionario del Dipartimento del Lavoro, ha calcolato che il lavoratore medio a tempo pieno negli Stati Uniti ha guadagnato 155 ore all'anno di svago pagati tra il 1940 e il 1960, che rappresenta "solo l'11 per cento delle ore che sono state rese possibili dalla nazione di aumento produttività ". Geoffrey H. Moore e Janice N. Hedges, seguendo il metodo di Henle, hanno determinato che il tempo libero ha sostenuto l'8 per cento del dividendo di produttività tra il 1960 e il 1969. standard di vita più elevati, presumibilmente, ha sostenuto il restante 92 per cento.

E 'forse una semplificazione eccessiva a dire che i lavoratori americani "ha deciso" di dividere la loro quota del dividendo di produttività in qualche proporzione tra gli standard per il tempo libero e la vita, o anche che imprenditori, sindacalisti, o funzionari del governo "deciso" questo. Tutto quello che possiamo dire è che di tanto in tanto ci sono state proposte per abbreviare la settimana lavorativa. Alcuni gruppi di interesse economico si sono opposti queste proposte, mentre altri, a quanto pare in minoranza, li hanno sostenuti. Pertanto, la settimana lavorativa è rimasto dove era.

La produttività non è un fattore indipendente nel processo di produzione, ma è il risultato di sforzi continui per aumentare l'efficienza produttiva. Il suo livello è influenzato da variazioni di orario, l'occupazione e l'efficienza produttiva. Queste sono le variabili controllabili. Individualmente e collettivamente responsabili economici fanno le loro decisioni che cosa produrre, quali ad assumere, e per quante ore. Che hanno determinato, il sistema stesso "decide" come saranno organizzati i vari elementi, con la produttività del fattore di bilanciamento.

L'equazione di base che regolano la presente relazione è:

Uscita = Produttività x lavoro x ore medie di lavoro

"Uscita" si intende la porzione non governativa di beni prodotto nazionale lordo (PNL). Esso rappresenta la quantità concreta di beni e servizi prodotti in un anno, misurato in dollari costanti. "Occupazione" si intende il numero medio di lavoratori che sono stati impiegati durante l'anno in agricoltura e nelle industrie non agricole private, tra cui tutto il personale orari e stipendiati. "Ore medie di lavoro" sono il totale di ore-uomo di lavoro retribuito durante il yer, diviso per l'occupazione media. "Produttività" è calcolato dagli altri numeri nell'equazione. Un altro termine per questo "prodotto per uomo-ora". La produttività è pertanto uscita diviso per il prodotto di occupazione e ore medie. Gli Stati Uniti Bureau of Labor Statistics riporta l'indice di produttività in diverse categorie di settore: il settore delle imprese private, settore di attività non agricola, le società non finanziarie, e la produzione.

Sebbene produttività è un numero derivato, è importante perché più delle altre variabili riflette lo stato evoluzione della tecnologia. Questi cambiamenti hanno un impatto sulle altre variabili. Supponiamo che raddoppia la produttività nel corso di un certo periodo di tempo. Siamo in grado di analizzare questo in termini di equazione di base: l'uscita è pari ore di produttività volte volte di occupazione medio. Supponiamo che solo una delle altre variabili è influenzata dal cambiamento. Raddoppia se la produttività:

Uscita raddoppierebbe, assumendo nessun cambiamento nel numero medio di ore o di occupazione.

L'occupazione sarebbe stata tagliata a metà, assumendo nessun cambiamento in ore di uscita o medie.

Ore medie sarebbero tagliati a metà, assumendo nessun cambiamento in uscita o di lavoro.

Due di questi scenari sono positivi: uscita raddoppiato e l'orario di lavoro dimezzato. Uno scenario è negativo: l'occupazione dimezzato. uscita raddoppiato è positivo perché implica che l'output che viene prodotto sarà distribuito e consumato in modo equo, aumentando così di serie della nazione di vivere. l'orario di lavoro dimezzato sono positivi, perché questo implica più ore di tempo libero a pagamento senza standard di vita ridotti. occupazione Dimezzato è negativo perché implica un corrispondente aumento della disoccupazione anche se si produce la stessa quantità di output, solo la metà del numero precedente dei lavoratori deriva reddito dalla produzione. l'altra metà deve fare affidamento su altre fonti di reddito, come i trasferimenti assistenziali-like.

Che cosa ha fatto, infatti, accadere? Figura 2-1 presenta figure BLS (Bureau of Labor Statistics) che descrivono le tendenze per l'economia degli Stati Uniti tra il 1947 e il 1977. I numeri sono presentati sia per il settore delle imprese private e per la produzione basata su "dati di stabilimento". Il settore delle imprese private è la categoria più ampia coperta da statistiche di produttività. Manufacturing, le cui statistiche tendono ad essere più affidabile, offre una base utile di confronto.

figura 2-1
Produttività, di uscita, di lavoro, e in media nel 1977 rispetto ore con livello nel 1947 per le industrie manifatturiere e il business del settore privato
industrie manifatturiere
businesssector privato
produttività
2.28
produttività
2.28
produzione
2.81
produzione
2.77
occupazione
1.26
occupazione
1.40
ore medie
0.99
ore medie
0.89
   
1947 = 100

Nel settore manifatturiero, si nota che, come la produttività è aumentato di 2,28 volte durante questi trent'anni, la produzione aumentata di 2,81 volte, e l'occupazione da 1,26 volte, mentre le ore medie rifiutato di 0,99 volte il livello precedente. Durante lo stesso periodo, la popolazione degli Stati Uniti è cresciuto di una volta e mezzo. Pertanto, l'occupazione nella produzione industriale è aumentata meno rapidamente rispetto alla crescita della popolazione in generale. Nel settore delle imprese private, come la produttività è aumentata del 2,28 volte, la produzione è cresciuta del 2,77 volte, l'occupazione è cresciuta di 1,40 volte, e le ore medie è sceso a 0,89 volte il livello nel 1967. guadagni di occupazione (esclusi governo) quasi tenuto il passo con la crescita della popolazione.

Nel 1977, una media di 6,855,000 lavoratori erano disoccupati durante l'anno, che rappresenta il 7,0% della forza lavoro cvilian. Nella sua forma più semplice, la proposta di breve-workweek richiede un cambiamento di orario di lavoro medio che richiederebbe un più elevato livello di occupazione per un livello fisso di rendimento e produttività, e quindi ridurre il numero di disoccupati. Dato il numero totale di ore-uomo lavorate, effettuerebbe un trade-off tra il numero di lavoratori occupati e le ore medie per lavoratore. Se le ore di lavoro medie sono fissati a un determinato livello, possiamo grosso modo determinare l'effetto su occupazione collegando numeri nell'equazione base.

Ad esempio, supponiamo che nella produzione di uno sforzo era stato fatto tra il 1947 e il 1977 per ridurre la settimana lavorativa di serie da 40 a 32 ore, le ore medie pagato potrebbero aver lasciato cadere, diciamo, da 40,4 ore a settimana in 1.947-32,3 ore alla settimana nel 1977, permettendo per alcuni straordinari. In tal caso, l'indice di occupazione sarebbe pari a 1,54 nel 1977, invece che a 1,26, in modo che l'equazione di equilibrio. Moltiplicando 1.54 dai 15,535,000 lavoratori che sono stati impiegati nella produzione, nel 1947, abbiamo 23,940,000 lavoratori occupati nel 1977, invece di 19,647,000 lavoratori. Questo è più 4,293,000 lavoratori che in realtà sono stati segnalati. Se sottraiamo i 4,293,000 lavoratori contro i 6,855,000 persone che erano disoccupati nel 1947, lascia 2,562,000 disoccupati, ovvero il 2,6% della forza lavoro civile, partendo dal presupposto che i disoccupati hanno questi posti di lavoro.

Allo stesso modo, nel settore privato, si potrebbe supporre che la settimana lavorativa media è sceso da 40,3 ore nel 1947 a 32,0 ore nel 1977, invece che alle 36,0 ore dichiarate. In tal caso, l'indice di occupazione sarebbe pari a 1,53 invece di 1,40. Invece di 75,467,000 persone, 82,430,000 persone sarebbero state impiegate nel settore privato. Questo rappresenta un potenziale guadagno di 6,963,000 posti di lavoro nel 1977, più che sufficiente per coprire i 6,855,00 lavoratori disoccupati.

Quanto somiglianza questi calcoli devono il "mondo reale" non mi importerebbe di discutere. La maggior parte degli economisti litigare con i loro metodi e le ipotesi. Noi prenderemo in considerazione le varie obiezioni nei capitoli successivi. Il nocciolo della questione, però, è che i responsabili delle politiche economiche negli Stati Uniti non hanno deciso di perseguire una settimana lavorativa più corta. Tale decisione, o la mancanza di esso, ha avuto conseguenze davvero reali. In assenza di una settimana lavorativa più corta, alcuni cambiamenti hanno avuto luogo in uscita, produttività e occupazione. I numeri in Figura 2-1 punto per la direzione dei cambiamenti, ma non dicono tutta la storia. Le statistiche possono ingannare. È necessario studiare ogni area forse più dettagliatamente in modo da formare un'immagine accurata delle tendenze dell'economia postbellica brevetto.

 

ORARIO DI LAVORO MEDIA

l'orario di lavoro medi sono diminuiti lentamente negli ultimi decenni. Secondo il Bureau of Labor Statistics, la settimana lavorativa media di manufacturing degli Stati Uniti addetti alla produzione è sceso da 40,4 ore nel 1947 a 40,2 ore nel 1979. La settimana lavorativa media di produzione o di nonsupervisory lavoratori delle industrie private non agricoli nel suo complesso è sceso da 40,3 ore nel 1947 a 35,7 ore nel 1979. Infine, le ore medie settimanali di tutti i lavoratori civili degli Stati Uniti sono diminuite da 43,5 ore a 38,9 ore tra il 1947 e il 1979. Tuttavia, il calo statistico è fuorviante. Quando ore medie sono calcolati per un insieme altamente diversificato di settori e occupazioni, cambiamenti nella composizione della forza lavoro possono influenzare questo dato tanto o più di cambiamenti reali in ore.

Per esempio, le statistiche BLS mostrano che la settimana lavorativa media di produzione o di nonsupervisory dipendenti in settori privati ??non agricoli è sceso di 4,5 ore tra il 1947 e il 1978. Di questi, i conti del cambio di composizione per circa un'ora. Il calcolo è presentato in Figura 2-2. Long-ore settori come le miniere e la produzione è cresciuta più lentamente nel mondo del lavoro di breve-ore settori come il commercio al dettaglio. Perché sempre più il peso è dato ai più rapida crescita,-orario ridotto industrie come il passare degli anni, una parte del guadagno apparente nel tempo libero per l'economia privata non agricola non rappresenta effettivi cambiamenti delle condizioni di lavoro, ma solo l'effetto statistico della loro compilazione.

            Figura 2-2
 
Calo della Workweek medio di produzione o di lavoratori nonsupervisory in industrie private entre non agricole, nel 1947 e nel 1978 mostrando l'effetto di cambiamento nelle industrie entre manodopera
             
1947 addetti alla produzione
1978 addetti alla produzione
industria
il numero (000)
per cento
 
se il numero 1947 per cento
ore medie
ore-uomo (000)
 
       
estrazione
871
2.58%
 
1,499
43.3
64,907
costruzione
1,759
5.21%
 
3,027
36.8
111,394
beni durevoli
7,028
20.83%
 
12,104
41.1
497,474
nondur. merci
5,962
17.67%
 
10,268
39.4
404,559
commercio all'ingrosso
2,165
6.41%
 
3,725
38.8
144,530
commercio al dettaglio
6,076
18.00%
 
10,460
31.0
324,260
finanza
1,460
4.33%
 
2,516
36.4
91,582
other
8,426
24.97%
 
14,510
34.4
499,144
 
 
totale
33,747
100.00%
 
58,109
36.8
2,137,850

Figura 2-2 applica la ripartizione percentuale per l'industria nel 1947 per l'occupazione totale nel 1978 e calcola ore-uomo ipotetici utilizzando i 1978 workweeks medi per ogni settore. Totale ore-uomo diviso per l'occupazione totale dà la settimana lavorativa media per tutti i settori nel 1978, se l'occupazione è stata distribuita lo stesso che nel 1947. La differenza tra questa cifra e la media generale riportata indica l'effetto dello spostamento compositiva. A seguito di una procedura simile, avremmo trovato che le 0,6 ore di declino dei 3,8 ore nella settimana lavorativa media di tutti i lavoratori civili degli Stati Uniti tra il 1948 e il 1978 è dovuto alla migrazione dei lavoratori dalla fattoria, dove le ore tendono ad essere più lungo, al città e paesi. Il numero crescente di lavoratori part-time per l'economia rappresentato per 0,8 ore della settimana lavorativa declino generale durante questo periodo.

Per determinare le reali tendenze, gli economisti del lavoro hanno studiato gruppi di lavoratori con caratteristiche di lavoro a tempo relativamente omogenei. Il professor John D. Owen della Wayne State University di Detroit ha raccolto i maschi non studenti impiegati nelle industrie non agricole. Tali lavoratori comprendono la maggior parte della forza lavoro, ma sono prevalentemente lavoratori a tempo pieno. Nel 1975, questi lavoratori in media 42,5 ore alla settimana rispetto a 34 ore settimanali per i lavoratori di sesso femminile, e 22 ore settimanali per gli studenti di sesso maschile. Il professor Owen ha preparato una tabulazione di workweeks media dei lavoratori di sesso maschile nonstudente negli anni selezionati tra il 1948 e il 1976, che è riprodotto in Figura 2-3, insieme con la data di confronto per la forza lavoro in generale. Questa tabella mostra che la settimana lavorativa media per i maschi nonstudente era circa la stessa nel 1977 come nel 1948. Al netto per le vacanze e le vacanze, i dati hanno mostrato una leggera flessione. La media per il totale dell'economia nel frattempo è sceso di 4 ore durante questo periodo.

      figura 2-3
       
Settimana lavorativa media dei lavoratori di sesso maschile nonstudente impiegato in non agricolo industrie, dal 1948 al 1977. Rispetto alla media per tutti i lavoratori civili degli Stati Uniti
       
maschi nonstudente in settori non agricoli
anno
tutti i lavoratori
non aggiustato
rettificato
1977
38.8
42.8
41.3
1975
38.7
42.4
40.8
1972
39.4
42.9
41.4
1969
39.9
43.5
42.0
1966
40.4
43.5
42.1
1962
40.5
43.1
41.7
1959
40.5
42.0
40.7
1956
41.5
43.0
41.8
1953
41.9
42.5
41.4
1950
41.7
42.2
41.0
1948
42.8
42.7
41.6
variazione ore
-4.0
0.1
-0.3
1948-1977      

Riassumendo sviluppi fino al 1975, il professor Owen ha scritto nel Monthly Review del Lavoro: "Occupati adulti americani non hanno avuto alcun guadagno netto nel loro tempo libero in 30 anni - dalla fine della seconda guerra mondiale. Questo è stato il risultato abbastanza sorprendente di analisi dei dati pubblicati dal Bureau of Labor Statistics dalla Current Population Survey sulle ore di lavoro. C'è stato un modesto calo della media misurata di ore settimanali di dipendenti non agricoli .. Tuttavia, questo calo sembra riflettere i cambiamenti nella composizione della forza lavoro piuttosto che una riduzione delle ore di lavoro dei gruppi che compongono la forza lavoro. "nel lungo termine, il professore ha notato" un livellamento in ore di lavoro negli ultimi 30 anni ", che era in netto contrasto con l'esperienza prima della seconda guerra mondiale." la settimana lavorativa degli Stati Uniti, ha scritto, esposto "un declino da 58.4 ore alla settimana nel 1901 per 42,0 ore nel 1948, e poco o nessun cambiamento da allora. "

Un decennio prima, Peter Henle aveva osservato una simile tendenza sorprendente. In un 1966 articolo intitolato "Tempo libero e la settimana lavorativa a lungo", Henle ha scritto: "La maggior parte proiezioni del futuro andamento dell'economia assumono un calo graduale ma costante nel tempo che i dipendenti trascorrono sul posto di lavoro. Tali proiezioni si affacciano su un importante insieme di statistiche che dimostrano un modello molto diverso di comportamento. Una parte significativa della faccia di lavoro della Nazione costantemente lavora più di una settimana di 48 ore e, da tutte le indicazioni, questa percentuale è in aumento, piuttosto che in declino. "A riprova della tendenza, ha sottolineato che la percentuale di tempo pieno non agricolo lavoratori salari e-stipendio che hanno lavorato 49 o più ore alla settimana è salito dal 12,9% nel 1948 al 18,2% nel 1965. La percentuale che ha lavorato 60 o più ore alla settimana è salito dal 4,9% al 7,4% in quegli anni.

        figura 2-4
 
Ore lavorate dai lavoratori stipendiati e salariati a tempo pieno in settori non agricoli, anni selezionati, 1948-1978
         
 
Per cento dei lavoratori a tempo pieno
ore a tempo pieno a settimana
1948
1957
1965
1978
 
35 a 39
4.8%
7.5%
8.2%
9.4%
40
51.8%
59.2%
55.3%
55.6%
41 a 48
30.5%
19.0%
18.3%
14.4%
49 a 59
8.0%
8.4%
10.8%
12.0%
60 & over
4.9%
5.9%
7.4%
8.6%
 
totalmente
100.0%
100.0%
100.0%
100.0%
         
totale dei lavoratori a tempo pieno al lavoro (migliaia)
37,538
41,801
47,537
65,210

Figura 2-4 riassume i dati di Henle e aggiunge i dati comparabili per il 1978. La tendenza che egli ha osservato ha evidentemente continuato. Nel 1978, il 12,0% dei lavoratori salariali non agricoli a tempo pieno ha lavorato tra i 49 e 59 ore settimanali, mentre il 86% di loro ha lavorato 60 o più ore alla settimana. Nel 1978, come negli anni precedenti, i lavoratori che abitualmente fatto gli straordinari - 41 o più ore alla settimana - erano meno probabilità di ricevere pagare il premio di quelli che di tanto in tanto ha lavorato gli straordinari. Inoltre, la percentuale che ha ricevuto premium pay tendeva a diminuire il numero di ore lavorate alla settimana è aumentato.

Questi fatti indicherebbero che la Fair Labor Standards Act ha avuto un impatto sul numero di ore lavorate. Quei settori in cui una minore percentuale di lavoratori sono coperti dalla legge, e, di conseguenza, ricevono premium pay tendono a programmare più straordinari rispetto ai settori in cui una percentuale maggiore di lavoratori sono coperti. In agricoltura, ad esempio, il 47% dei lavoratori ha lavorato fuori orario maggio 1978, ma solo il 14% dei lavoratori straordinari ricevuto premium a pagamento. In confronto, il 15% dei dipendenti federali lavorato gli straordinari, ma il 59% di coloro che hanno ricevuto pagare il premio. D'altra parte, gli straordinari rimane relativamente elevato nel settore minerario e nella produzione, due settori in cui la maggior parte dei lavoratori straordinari ricevono premium a pagamento, suggerendo che paga gli straordinari in "tempo e mezzo" possono essere perdere il suo vantaggio come deterrente in queste industrie. Sembrerebbe che la Fair Labor Standards Act ha causato la percentuale di lavoratori che lavorano da 41 a 48 ore a settimana per cadere, ma ha avuto poco effetto su coloro che lavorano 49 o più ore alla settimana.

Peter Henle ha riportato uno studio del suo impatto nel settore della vendita al dettaglio, il commercio. In questo settore, ha scritto, "il Standards Act Fair Labor è stata applicata per la prima volta dal 1961 emendamenti. La legge prevedeva una graduale introduzione di un ore standard che iniziano con uno standard di 44 ore nel 1963 e termina con lo standard di 40 ore nel mese di settembre 1965. Tuttavia, la legge 1961 ha esteso la copertura solo per le imprese di vendita al dettaglio più grandi. Nel giugno 1965, la BLS ha fatto uno studio dei salari e delle ore in questo settore, sia per i lavoratori di vendita al dettaglio che sono stati coperti da tali emendamenti e per coloro che non lo erano. I risultati sono mostrati in Figura 2-5.

              Figura 2-5
 
Distribuzione percentuale per livello di ore settimanali di lavoratori al dettaglio in stabilimenti coperti e non coperti dal 1961 emendamenti alla Fair Labor Standards Act, mentre la legge è stata in fase di introduzione 1961-1965
               
ore settimanali di lavoratori di vendita al dettaglio
Coperto da 1961 emendamenti alla FLSA
Non coperta da 1961 emendamenti alla FLSA
               
 
1961
1962
1965
1961
1962
1965
 
under 35
28.1%
30.3%
33.7%
28.3%
28.4%
31.3%
35 a 40
45.3%
46.2%
44.3%
27.0%
27.0%
29.4%
over 40 a 42
4.8%
4.8%
5.8%
3.2%
3.4%
3.2%
over 42 a 44
6.1%
4.8%
3.6%
6.0%
6.1%
5.7%
over 44 a 48
9.0%
8.0%
6.3%
16.8%
16.7%
14.5%
48 & over
6.8%
6.1%
6.4%
18.6%
18.4%
16.0%
 
totale su 40
26.7%
23.7%
22.1%
44.6%
44.6%
39.4%
totale su 42
21.9%
18.9%
16.3%
44.1%
41.2%
36.2%
totale su 44
15.8%
14.1%
12.7%
35.4%
35.1%
30.5%

Non a caso, lo studio ha rilevato una significativa diminuzione della percentuale di dipendenti che hanno lavorato gli straordinari a vari livelli di ore in quelle imprese che sono stati coperti dalla legge. C'è stato un aumento della percentuale di dipendenti che hanno lavorato a tempo parziale, che accompagna la diminuzione della percentuale di coloro che hanno lavorato più di 40 ore a settimana. Qual è stato sorprendente è che, nelle aziende che non sono stati coperti dalle modifiche, la percentuale di lavoratori straordinari è sceso altrettanto. A quanto pare, la nuova legge "ha causato" ore di ridurre il più fissando standard del settore che hanno influenzato l'offerta di mercato per i lavoratori di vendita al dettaglio come ha fatto attraverso incentivi finanziari diretti o disincentivi applicati ai lavoratori coperto.

L'aumento dell'occupazione dei lavoratori a tempo parziale nel commercio al dettaglio sembrerebbe essere una delle conseguenze più significative di questa legge. Tra il 1968 e il 1978, la sua quota di lavoratori a tempo parziale è aumentata dal 29% al 35% - superiore a qualsiasi altro settore eccetto per i servizi di intrattenimento e divertimento. A causa della elevata percentuale di lavoratori part-time nel settore del commercio all'ingrosso e al dettaglio, la settimana lavorativa media di tutti i salari e stipendi dei lavoratori in questi settori è stata pari al 36,44 ore nel 1978, mentre la media per i loro lavoratori a tempo pieno è stato 43,5 ore.

Il boom nel mondo del lavoro a tempo parziale interessa altri settori come bene. Nel 1978, il 14,8% dei lavoratori nella forza lavoro civile sono stati considerati come lavoratori a tempo parziale, rispetto al 10,9% nel 1963. Il lavoro part-time è definito dal Bureau of Labor Statistics come posizione normalmente richiede meno di 35 ore del lavoro a settimana. La percentuale di lavoratori che in realtà ha lavorato part-time - meno di 35 ore - è più grande rispetto alla percentuale delle forze di lavoro a tempo parziale perché la BLS include coloro che hanno lavorato ore abbreviazione di "economici" e di alcuni altri motivi nel mondo del lavoro a tempo pieno forza se normalmente lavoravano a tempo pieno o volevano lavoro a tempo pieno. Figura 2-6 mostra la percentuale di lavoratori salariali non agricoli di lavoro a tutti i livelli di ore settimanali nel 1948, 1960, e 1976. La ripartizione è dato anche dal sesso. E 'chiaro che occupazione a tempo parziale ha guadagnato un punto d'appoggio sostanziale per l'economia degli Stati Uniti, soprattutto tra le donne.

Alcune persone sostengono che lavoro a tempo parziale è sostanzialmente equivalente a una "settimana lavorativa più corta". Dopo tutto, il Bureau of Labor Statistics ha arbitrariamente definito questo in termini di cutoff di 35 ore. Part-time, secondo loro, è una risposta del libero mercato ai bisogni della gente per il tempo libero supplementare, che ha il vantaggio più di una settimana corta legiferato in essere offerto e accettato volontariamente. Considerando l'aumento della percentuale di volontaria dei lavoratori a tempo parziale, sembrerebbe che l'economia degli Stati Uniti è adeguatamente incontro la necessità di più tempo libero.

                  figura 2-6
 
 
 
Distribuzione percentuale delle ore di lavoro di salari e stipendi dei lavoratori non agricoli, anni selezionati, 1948 a maggio maggio 1976
 
                   
 
lavoratori part-time
lavoratori a tempo pieno
 
1-14
15-29
30-34
35-39
40
41-48
49 +
totalmente
 
orario
orario
orario
orario
orario
orario
orario
Entrambi i sessi                  
1976
5.4
11.4
6.1
7.9
45.4
10.9
12.8
100.0
1972
5.7
10.7
5.6
7.4
44.9
11.9
13.7
100.0
1968
5.7
9.2
5.2
7.0
44.3
13.8
14.7
100.0
1964
6.9
8.1
4.0
6.7
45.3
14.8
14.3
100.0
1960
5.8
7.9
4.1
6.3
49.0
14.4
12.6
100.0
1956
5.3
7.5
4.0
6.2
46.8
17.6
12.5
100.0
1952
3.5
6.1
3.2
5.3
48.0
21.8
12.2
100.0
1948
3.2
5.8
3.7
4.2
45.2
26.2
11.3
100.0
 
maschi
1976
3.4
7.5
4.3
4.8
47.5
13.8
18.7
100.0
1960
3.7
5.4
3.3
3.9
50.8
16.6
16.3
100.0
1948
2.1
4.3
3.0
2.5
44.6
29.2
14.2
100.0
 
donne
1976
8.2
16.9
8.6
12.3
42.6
6.8
4.6
100.0
1960
9.6
12.4
5.5
10.5
45.8
10.4
5.9
100.0
1948
5.6
8.9
5.4
7.9
46.4
21.0
4.8
100.0

Questa teoria sarebbe bene se lavori part-time erano semplicemente posti di lavoro a tempo pieno in piccoli pacchetti di ore. Ci sono prove che suggeriscono, tuttavia, che i posti di lavoro a tempo parziale in questa economia sono di solito posti di lavoro sub-standard. Essi sono posti di lavoro per le persone ai margini della forza lavoro; o almeno così sembrerebbe da ciò che offrono questi posti di lavoro. La paga è bassa. I benefici sono carenti. Opportunità per la promozione sono gravemente ridotti o inesistenti.

Su base settimanale, naturalmente, i lavoratori a tempo parziale ci si aspetterebbe di guadagnare meno soldi rispetto ai lavoratori a tempo pieno perché lavorano meno ore. Tuttavia, i lavoratori part-time anche guadagnano molto meno rispetto ai lavoratori a tempo pieno su base oraria. Nel maggio del 1977, il salario medio per i lavoratori a tempo parziale è stato $ 2,87 un'ora rispetto a 5,05 $ l'ora per i lavoratori a tempo pieno. Parte di questa differenza può essere spiegata dal fatto di discriminazione sessuale nella paga o con i livelli più bassi di istruzione, esperienza di lavoro, o un impegno di lavoro che i lavoratori a tempo parziale hanno spesso. Tuttavia, il professor Owen fa notare: "Anche quando tutti gli altri fattori sono stati mantenuti costanti, maschi part-time hanno guadagnato il 30 per cento in meno di quella maschile a tempo pieno, e femminili part-time hanno ricevuto il 17 per cento in meno rispetto a quello femminile a tempo pieno. (Il differenziale non aggiustato è stata del 51 per cento per gli uomini, 28 per cento per le donne.)

Chiudendo gli occhi per evidenti pregiudizi dei datori di lavoro in materia di orario di lavoro, economisti qualche finta che part-time lavoratori ricevono una retribuzione inferiore per ragioni economiche semplici: il loro tasso di turnover più alto e più piccolo numero di ore settimanali rendono redditizio per i datori di lavoro a investire nella formazione, o la loro ore complicano la gestione del personale e possono richiedere ulteriori spese per le attrezzature di lavoro. Sebbene tali fattori possono avere un cuscinetto, è anche vero che i datori di lavoro offrono meno soldi per i lavoratori a tempo parziale, perché il tempo libero è ad un premio. Innaturalmente scarsa nell'economia di oggi, i lavoratori che vogliono o hanno bisogno di più tempo libero sono costretti a pagare un prezzo per questo sotto forma di accettare un salario orario inferiore. Come pornografi in una società affamata di sesso, alcuni datori di lavoro sono cresciuti ricchi di sfruttare la domanda di ore di part-time tra le casalinghe, anziani, studenti e altri non sono in grado di lavorare a tempo pieno 40 ore settimanali.

lavoratori part-time sono stati a lungo considerati come "lavoro occasionale". Pertanto, essi non sono stati promossi nei posti di lavoro migliori e sono stati prima di essere tagliato durante licenziamenti. Perché il lavoro a tempo parziale ha fatto appello alle persone che erano in genere al di fuori della forza lavoro, la teoria era che queste persone non hanno veramente bisogno di soldi. Gli studenti part-time stavano prendendo tali posti di lavoro temporaneo, fino a quando hanno iniziato la loro carriera regolari. Le persone più anziane che hanno lavorato a tempo parziale solo voluto integrare il loro reddito dalla previdenza sociale. Nello schema delle cose, lavoro a tempo parziale è stato ad un passo dal fare non pagate volontariato o per uso domestico faccende. Qualsiasi importo della retribuzione, dopo tutto, era meglio di niente. lavoratori a tempo parziale hanno altri interessi che in una carriera. Pertanto, essi potrebbero e dovrebbero tollerare le condizioni precarie di quei posti di lavoro: salari più bassi, senza ferie pagate, senza la salute o la vita di assicurazione, senza indennità di malattia, poche opportunità di avanzamento, poco interessante e le attività ripetitive da eseguire.

Questo non è ciò che intendiamo per "settimana lavorativa più corta". Piuttosto, è destinato ad essere un miglioramento delle condizioni di lavoro. posti di lavoro part-time possono e devono essere aggiornati. Si dovrebbero trovare modi per programmare i posti di lavoro a tempo parziale e di ripartire indennità accessorie in modo che questi posti di lavoro sono come il tempo pieno, le posizioni full-standard, tranne in un pacchetto più piccolo di ore. Tali sforzi sono compatibili con quelli della settimana lavorativa più corta, ma i loro obiettivi sono un po 'diverso. In sostanza, gli schemi più recenti, come "flex-time" e "posti di lavoro permanenti a tempo parziale" e "job sharing", cercano di dare al lavoratore una maggiore varietà di opzioni di lavoro a tempo. Il workweek più corto, d'altra parte, lo scopo di aumentare la quantità di tempo libero per i lavoratori al fine di migliorare la qualità generale della vita e ridurre la disoccupazione. Le alternative lavoro part-time possono avanzare il progresso sociale, se il livello dei salari e dei benefici per i lavoratori part-time è migliorata. Essi ostacolano il progresso, però, se più posti di lavoro di sotto degli standard sono offerti, che in tal modo degradare lo standard per posti di lavoro a tempo pieno e sostituire l'illusione di progresso per marcia storico di lavoro verso una maggiore tempo libero.

Ciò che è accaduto al breve tempo di lavoro guidare ultimamente? In vena tradizionale, ci si potrebbe aspettare questo per sviluppare sotto forma di accordi collettivi di contrattazione, per orari di lavoro settimanali più brevi di quaranta ore. Ci sono tali accordi, ma sono rari e per lo più vecchi. La settimana lavorativa di 36 ore nel settore della gomma era un prodotto della depressione. Nel 1962, gli operai elettrici a New York ha firmato un contratto di "svolta" per una settimana di 25 ore; nessuno ha seguito il loro esempio. I lavoratori di automobili sono andati al tappeto per le ore più corte, ma eccessiva straordinari continua ad essere un problema in alcune delle piante. Due terzi dei principali contratti collettivi di contrattazione nel settore della stampa e dei tre quinti di coloro che nel settore dell'abbigliamento specificati workweeks di 35 ore o meno nel 1975. Heart-warming, come gli accordi possono essere, la maggior parte di loro sono stati conclusi da tempo. Non c'è stata alcuna fuga precipitosa recente verso una settimana lavorativa più corta.

In effetti, si può trovare quante più prove oggi per indicare che workweeks stanno crescendo più come che stanno crescendo più brevi. Ad esempio, un articolo della rivista Time su aziende che hanno spostato la loro sede centrale di New York City per periferia del Connecticut ha riferito che uno dei principali motivi delle società è stato quello di realizzare quello che impropriamente definito "una maggiore produttività" estendendo la giornata di lavoro programmato. "La società Olin," Time ha riferito, "ha tagliato il relativo periodo di pranzo da un'ora a mezz'ora. Union Carbide, che ora funziona propri dipendenti sette ore al giorno a New York City, adotterà una giornata di otto ore il prossimo anno quando si muove in un sito nei pressi di Danbury ".

A New York in sé, una stretta di bilancio nel 1975 ha spinto i funzionari della città di ordinare fine a "ore d'estate" per i dipendenti comunali. Fin dai tempi di sindaco James J. Walker, i dipendenti di New York era stato permesso di lasciare il lavoro a 4:00 durante i mesi estivi. Sindaco Beame, tuttavia, ha ordinato il reintegro di 9-to-5 ore ed i sindacati andato lungo.

E così è andato altrove. A Washington County, Minnesota, il consiglio della contea ha votato per aumentare la settimana lavorativa in programma dal 37 1/2 ore a 40 ore per i propri dipendenti di segreteria e tecnici. Nel vicino stato del Wisconsin, il Dipartimento dell'Industria, del Lavoro e Relazioni Umane ha deciso, nonostante le obiezioni dei dipendenti, di interrompere la sua sperimentazione di 4 giorni settimana lavorativa. Mattino coffee break sono stati recentemente aboliti in una società in cui ho usato per lavorare; i dipendenti sono ora autorizzati a sorseggiare un caffè vending-machine alle loro scrivanie. Non è insolito per i datori di lavoro ad assumere consulenti costosi di gestione che vi consiglierà queste cose in nome della "produttività".

Leggiamo di tanto in tanto sui giornali di 3 giorni o 4 giorni workweeks essere dato a particolari lavoratori. Il fatto è, tali accordi sono l'eccezione piuttosto che la regola; giornali come per segnalare il eccezionale. Secondo un sondaggio di BLS scattata nel maggio 1979, i lavoratori che di solito ha lavorato 3 giorni, 4 giorni, o 4 1/2 giorni a settimana composto solo il 2,2% di tutti i lavoratori salariali non agricoli a tempo pieno. Coloro che hanno lavorato 5 1/2 giorni, 6 giorni o 7 giorni feriali compreso il 14,3%. Altri lavoratori a tempo pieno americani hanno lavorato 7 giorni alla settimana (1,9%) nel 1979 rispetto lavorato quattro giorni a settimana (1,4%). La maggior parte erano in 5 giorni, gli orari di 40 ore.

Non solo i 4 giorni settimana lavorativa è difficile trovare tra i nostri posti di lavoro contemporanei degli Stati Uniti, ma anche guardare con sospetto, come il tipo di lavoro che abbiamo discusso in connessione con lavoro a tempo parziale. Secondo i dati BLS, il salario medio orario che è stato pagato ai lavoratori di 4 giorni nel 1976 è stato $ 4,52, rispetto a $ 4,87 per i lavoratori di 5 giorni. Gli operai di 4 giorni erano un po 'più giovani rispetto ai lavoratori di 5 giorni e una maggiore percentuale di loro erano donne. La maggior parte di essi, naturalmente, lavorato più ore al giorno.

Negli anni 1930 e 1940, il lavoro organizzato non esita a parlare di 30 ore o 32 ore workweeks che venire nel prossimo futuro. Durante la Grande Depressione, un'insegna al neon utilizzato per appendere dietro il podio a AFL convenzioni nazionali. Diceva: "La settimana di 30 ore. Una soluzione pratica per la disoccupazione". Una risoluzione di 30 ore-settimana lavorativa è stata adottata dai United Automobile Workers al loro 1943 Convention a Chicago Le United Steel Workers of America ha fatto questo una parte della loro ordine del giorno nella sessione di contrattazione 1947 notiziario settimanale AFL annunciato il 30 settembre 1946:. "la settimana di 40 ore, una volta vanto più orgoglioso del lavoro, è destinato a essere scartati nel prossimo futuro la settimana di 30 ore è destinata a venire. , aprendo nuove opportunità di occupazione e una vita più piena per le masse lavoratrici. "

Il discorso è proseguito nel '50. Nel 1955, la United Automobile Workers, assemblati in convenzione, collocato la settimana lavorativa più corta in cima alla loro agenda dopo il salario annuo garantito. Il sindacato ha ribadito questo come un obiettivo di contrattazione leader nel 1957. L'Associazione internazionale dei macchinisti e l'Unione internazionale degli operai elettrotecnici parimenti chiamati per questo nel 1957. Nel 1958, i lavoratori dell'industria siderurgica hanno dichiarato che la settimana lavorativa più breve era il loro obiettivo per la sessione 1959 di contrattazione . Lavoro diffuso un rapporto del Centro per lo Studio delle istituzioni democratiche, mostrando che l'economia sarebbe stato distrutto in 20 anni a meno che la settimana lavorativa è stata tagliata. Anche il giovane Richard Nixon, nel calore della campagna 1956 ha parlato con entusiasmo del giorno ", non troppo lontano", quando gli americani avrebbero lavorato solo quattro giorni a settimana, e "vita familiare sarà ancora più pienamente apprezzato da tutti Americano."

Ma ora? Non abbiamo nemmeno parla di 30 ore o 32 ore workweeks più. L'idea è troppo inverosimile. ore riarrangiati, ore, non più corte, sono più che gli americani di lavoro avrebbe il coraggio di aspettare.

Qualcuno potrebbe spiegare questo dicendo che i lavoratori hanno ricevuto il tempo libero in altre forme. Le persone non vogliono più workweeks più brevi; che preferirebbe vacanze più lunghe, sabbatici, o pensionamento anticipato. Sabbatici e ritiro, naturalmente, sono generalmente disponibili solo per i dipendenti ad alta anzianità. vacanze in stile americano, troppo, sono assegnati sulla base di anzianità. Anche così, gli americani hanno ricevuto svago aumentato in forma diversa da quella di una settimana lavorativa più corta. vacanze pagate e le vacanze sono aumentati. Inoltre, i lavoratori ricevono spesso ferie per malattia o per motivi personali, pause pranzo, coffee break, e altro tempo libero.

          figura 2-7
           
Le stime di ore aggiuntive all'anno del tempo libero pagato acquisita da USA lavoratori a tempo pieno tra il 1940 e il 1979
           
   
Ore aggiuntive di tempo libero pagato all'anno
           
fonte
periodo
più breve settimana lavorativa
più vacanze
più vacanze
totalmente
   
Henle 1940 - 1960
75
48
32
155
Moore & Hedges 1960 - 1969
30
15
4
49
Hedges & Taylor 1968 - 1979
25
4
10
39
   
totalmente 1940 - 1979
130
67
46
243

Quanto il tempo libero è stata creata attraverso questi mezzi? economisti BLS hanno calcolato i guadagni medi annui nel tempo libero per statunitensi lavoratori a tempo pieno in tre periodi: 1940-1960, 1.960-21.969, e nel 1968 al 1979. I loro risultati sono presentati in Figura 2-7. I calcoli mostrano che la settimana lavorativa media a tempo pieno negli Stati Uniti è sceso da 46,8 ore nel 1940 a 43,1 ore nel 1979. vacanze media annuale è aumentato da 0,3 settimane nel 1940 per 2,0 settimane nel 1979. Il numero medio di ferie pagate aumentato da 2 giorni nel 1940 a 7 giorni nel 1979. I guadagni in tutte e tre le categorie erano più grandi nel periodo tra il 1940 e il 1960 rispetto al periodo tra il 1960 e il 1979; e più grande nel corso del 1960 che nel corso del 1970.

Le altre forme di svago come il congedo e coffee break malattia retribuiti non sono stati così accuratamente misurati nel corso degli anni. Nel 1978, le assenze a causa di infortuni o malattie affermato il 2,3% del totale delle ore di lavoro per i lavoratori salariati-and-stipendio non agricoli a tempo pieno rispetto al 2,4% nel 1973. Le assenze per altri motivi personali come dovere della giuria o congedo di maternità contabilizzati per 1,2 % del tempo totale di lavoro nel 1978, rispetto al 1,1% nel 1973.

    figura 2-8
     
Disposizioni per il tempo libero in diverse nazioni industriali, 1977
 
nazione
numero di non-lavoro giorni nel 1977
cento della popolazione ha preso una vacanza
 
Belgio
140
90%
Danimarca
140
50%
Germania Ovest
136
54%
Spagna
125
70%
Francia
133
54%
Italia
120
45%
Paesi Bassi
145
54%
Norvegia
132
74%
Austria
137
38%
Portogallo
131
22%
Svizzera
130
76%
Finlandia
130
73%
Svezia
144
86%
Regno Unito
127
80%
Giappone
111
75%
Stati Uniti
116
50%

Per quanto riguarda le pause pranzo e coffee break, il Bureau of Labor Statistics non pubblica informazioni regolari. Tuttavia, nella "qualità del lavoro" 1977 sondaggio condotto da ricercatori presso l'Università del Michigan, il 60% dei lavoratori a tempo pieno riferito prendendo una mezz'ora o meno per la pausa pranzo. Quasi il 40% di loro non ha avuto pause caffè regolari o pause di riposo in programma. Dei lavoratori a tempo parziale, un terzo ha riportato non avendo la pausa pranzo, e la metà non ha preso il caffè o pause di riposo.

Si potrebbe sostenere che i lavoratori non denunciano tutto lo svago che prendono. Alcuni arrivano in ritardo al lavoro e lasciare il lavoro presto, ma sono pagati per una giornata di 8 ore. Si pensa che il lento tasso di aumenti di produttività indica che più di un paio di lavoratori possono essere loafing sul posto di lavoro, estendendo le loro pause pranzo, o passare il tempo in conversazione di inattività. Ciò mette in risalto il fatto che alcuni svago è preso in forme considerati indesiderabili.

Si potrebbe considerare scioperi e la disoccupazione come forme indesiderate di svago. Scioperi rappresentavano il 0,17% del tempo di lavoro totale stimato nel 1978. Anche se scioperi centro attorno lamentele o disaccordi contrattuali, a volte è accusato che "tutti gli attaccanti vogliono davvero è una vacanza in più". La disoccupazione, anche, ha il suo aspetto per il tempo libero. Secondo quanto riferito nel corso recessione del 1974-75 alcuni lavoratori ad alta anzianità nel settore auto risentito del fatto THST i lavoratori a basso anzianità sono stati licenziati prima e sono stati in grado di raccogliere l'indennità di disoccupazione. Manifestando un fenomeno noto come "anzianità inversa", questi lavoratori, in effetti, hanno chiesto la giusta priorità in cassa integrazione, con la priorità di richiamo quando gli affari migliorata. L'assenza per malattia è, ovviamente, un'altra forma "indesiderabile" del tempo libero, che i lavoratori sono stati conosciuti per l'abuso. Il punto è che, se il tempo libero è negato ai lavoratori in modo aperto e onesto, alcuni di loro avrà lo stesso.

La rivista economica europea, Vision, caratterizzato da quello che viene chiamato un "Qualità della vita Olimpiadi", nel numero di luglio e agosto 1978. Sedici paesi industrializzati, compresi gli Stati Uniti, sono stati confrontati rispetto alle prestazioni o disposizioni per la vita che i loro cittadini godevano . I criteri relativi al tempo libero sono stati il ??numero totale di giorni non lavorativi quali i lavoratori hanno avuto nel 1977 e la percentuale della popolazione che ha avuto le vacanze lontano da casa. Dalla figura 2-8, è evidente che gli Stati Uniti ranghi nella parte inferiore di entrambe le liste. Un articolo in Time Nel settembre del 1971 chiamato americani "privati" rispetto al tempo libero, e la situazione ha mostrato scarsi miglioramenti nel decennio successivo.

Gli americani in genere ricevono due settimane di ferie pagate all'anno, mentre in Europa vacanze minimo di quattro settimane occidentali per tutti i dipendenti, indipendentemente dalla anzianità sono comuni. lavoratori svedesi sono garantiti dalla legge almeno cinque settimana di ferie annuali. Nel 1970, l'Organizzazione Internazionale del Lavoro ha adottato le "Vacanze con il Pay" convenzione, la prescrizione, come uno standard minimo di lavoro, almeno tre settimane di ferie pagate all'anno per un lavoratore con uno o più anni di anzianità.

In sintesi, si potrebbe fare le seguenti punti circa l'andamento del dopoguerra nel tempo libero:

1. progressi sono stati lenti rispetto a quella negli anni prima della guerra, e, semmai, sta diventando più lento.

2. Il calo statistico nella settimana lavorativa media di un livello inferiore a 40 ore è dovuto al mix cambiamento nel mondo del lavoro da parte dell'industria, una riduzione delle ore settimanali dalle 41 a 48 ore varia fino a 40, e il boom part-time occupazione, piuttosto che l'introduzione di molti nuovi programmi che richiedono meno di 40 ore di lavoro in una settimana.

3. Riduzione delle settimana lavorativa, storicamente, hanno prodotto il tempo libero più aggiuntivi rispetto a forme alternative di svago, e dare ogni indicazione di continuare a farlo.

 

OCCUPAZIONE

Due pezzi del puzzle sono in atto: la produttività e la media delle ore. Questo lascia gli altri due: l'occupazione e la produzione. Se la produttività è più che raddoppiato dal 1947, mentre le ore medie scesi solo leggermente, poi l'occupazione deve aver fatto cadere o di uscita aumentata, o una combinazione di queste due cose avvenute.

L'argomento work-sharing norma presuppone che il progresso tecnologico pone una stretta in materia di occupazione che deve essere alleviato con le ore più corte. La maggior parte degli economisti non accettano questo punto di vista. Essi credono che si basa su una teoria superata "grumo del lavoro", che presuppone che i lavori sono fissi e l'economia è solo tanto lavoro da fare. In realtà, dire questi economisti, il lavoro e l'occupazione stanno cambiando tutto il tempo. L'economia è in continua espansione per creare nuove varietà di beni e servizi, e lo sviluppo di nuove tecniche di produzione. Alcuni lavoratori possono essere spostate da alcuni lavori, ma altri lavori stanno emergendo dalle industrie più recenti. Ad esempio, l'installazione di un sistema contabile informatizzato può eliminare i posti di lavoro di alcuni impiegati e contabili, ma creerà posti di lavoro per programmatori e analisti di sistemi - posti di lavoro che sono più professionale e ben pagati rispetto a quelli che hanno sostituito. Una moderna economia industriale è costantemente subendo cambiamenti nel tipo di occupazioni necessarie. Quindi, dicono gli economisti mainstream, i progressi di produttività non distruggere posti di lavoro. Piuttosto, cambiano lavoro. Migliorano posti di lavoro, e migliorare gli standard di vita.

Ha l'economia degli Stati Uniti è salito in avanti e verso l'alto in direzione di più e meglio retribuito di posti di lavoro, o c'è stato uno spostamento del lavoro tende ad aumentare la disoccupazione? Forse alcuni di entrambi ha avuto luogo. economisti dogmatici, però, non ammettere che c'è una cosa come lo spostamento del lavoro. Come può essere? Se l'aumento della produttività non accompagnati da brevi ore provoca lavoro per essere spostato, non dovremmo vedere un forte aumento del tasso di disoccupazione? È un evento del genere, infatti, si è verificato?

Un opuscolo pubblicato dalla National Association of Manufacturers nel 1965 ha dichiarato la questione: "Se i progressi di produttività mettere le persone senza lavoro, dovremmo essere in grado di calcolare quante persone sono state idled da ogni progresso tecnologico. Ad esempio, dal 1910 della nazione produttività complessiva è aumentata oltre tre volte. Come risultato di questo aumento di produttività, ci vuole solo un terzo tanto lavoro, in media, per fare un determinato lavoro, come ha fatto nel 1910. Se fosse vero che gli aumenti di produttività progressi tecnologici o gettato uomini senza lavoro, dovremmo concludere che due terzi della forza lavoro dovrebbe essere disoccupati. "

Il punto è importante, e merita una risposta. Che cosa, infatti, è stato l'effetto delle variazioni della produttività su il tasso di disoccupazione? Figura 2-9 a confronto il tasso medio annuo di disoccupazione, con l'indice di produttività, sulla base del livello nel 1910, per anni selezionati tra il 1910 e il 1978. C'è poco, se del caso, la correlazione tra le due variabili. La produttività è in aumento più o meno costante dal 1910. Il tasso di disoccupazione è stato tenuto per un certo intervallo, fluttuante in risposta ai cambiamenti del ciclo economico. A seconda della sua fase, la disoccupazione sarà alto o in basso, o una via di mezzo. Il tasso di disoccupazione non è aumentato in proporzione ai progressi della produttività, o per l'afflusso di donne nella forza lavoro, o per il trekking dalla fattoria alla città. Come conciliare questo fatto con la teoria di lavoro di condivisione?

    figura 2-9
     
I livelli di disoccupazione e di produttività negli anni 1910 al 1978
(1910 = 100)
     
anno
disoccupazione
produttività
 
1978
6.0%
462.6
1975
8.5%
436.1
1972
5.6%
432.9
1970
4.9%
407.6
1967
3.8%
390.0
1965
4.5%
369.4
1962
5.5%
330.0
1960
5.5%
304.6
1957
4.3%
281.2
1955
4.4%
269.9
1952
3.0%
240.1
1950
5.3%
232.5
1947
3.9%
199.7
1945
1.9%
210.7
1942
4.7%
188.8
1940
14.6%
179.0
1937
14.3%
161.4
1935
20.1%
152.3
1932
23.6%
133.0
1930
8.7%
135.6
1925
4.0%
135.5
1920
4.0%
113.3
1915
9.7%
104.9
1910
5.9%
100.0

In primo luogo, non è del tutto vero che la disoccupazione è rimasta costante per l'economia americana del dopoguerra. C'è stata una tendenza per il tasso di disoccupazione rachet fino ad un livello superiore, per ciascuno recessione. Dalla seconda guerra mondiale abbiamo avuto sei recessioni, senza contare quello attuale: 1949-1950, 1953-1954, 1957-1958, 1960-1961, 1969-1971, e 1973-1975. La disoccupazione nel corso di questi recessioni ha colpito i seguenti picchi annuali: 5,9% nel 1949, 5,5% nel 1954, 6,8% nel 1958, 6,7% nel 1961, 5,9% nel 1971 e dell'8,5% nel 1979. Da questi dati risulta evidente che la disoccupazione ha stato alla deriva verso l'alto da 2 o 3 punti percentuali nel corso degli ultimi tre decenni esclusive delle variazioni del ciclo economico. Ogni punto percentuale rappresenta oggi circa un milione di persone.

In secondo luogo, la definizione di disoccupazione è stato modificato più volte. Il tasso ufficiale è determinato da un sondaggio mensile che l'Ufficio del Censimento conduce per il Bureau of Labor Statistics. Il modo in cui le persone vengono contati in questa indagine aiuta a determinare il risultato. Disoccupazione, naturalmente, è un fatto politico molto sensibile, e alcuni politici cercherà di farlo ridotto di qualsiasi mezzo sono disponibili, immaginario e reale. E così, nel corso degli anni Kennedy e Johnson, gli stessi tecnocrati politicamente in sintonia che ci ha dato la conta del corpo gonfiati nella guerra del Vietnam hanno prodotto tassi di disoccupazione sgonfi a casa.

Il professor Charles Killingsworth spiega: "Le due serie di cambiamenti nelle definizioni di disoccupazione hanno avuto luogo nel 1965 e 1967. La variazione 1965 è stato quello di contare come« lavoratori degli iscritti in alcuni manodopera e programmi di lavoro sovvenzionati dal governo (come il Collegio Workplace studio e Quartiere Youth Corps), anche se storicamente le iscritti a programmi analoghi (come WPA nel 1930) erano stati conteggiati come 'disoccupati'. Questo cambiamento, più l'espansione dei programmi in questione, hanno contribuito 0,5% per cento per l'abbassamento del tasso di disoccupazione dal 1969. I cambiamenti di definizione del 1967 sono stati stimati dal Bureau of Labor Statistics per ridurre il tasso di disoccupazione riferito da 0,2 per cento entro il 1969. "

I 1967 sono state apportate modifiche a seguito di raccomandazioni del comitato di Gordon, che il presidente Kennedy aveva nominato di rivedere le statistiche sulla disoccupazione. Questa commissione ha raccomandato, tra l'altro, che il limite di età più basso della "popolazione totale non istituzionale" essere sollevata dal 14 al 16 sulla teoria che la maggior parte 14- e 15-anni di età sono stati, o dovrebbe essere, a scuola. Quando non erano a scuola, però, queste persone erano molto più probabile che i loro anziani di essere disoccupati. Pertanto, ridefinendo la popolazione sondaggio di escluderli, il tasso riferito della disoccupazione potrebbe essere immediatamente migliorata.

Alcuni hanno messo in dubbio che l'attuale definizione di disoccupazione è abbastanza ampia da includere tutte le persone involontariamente senza lavoro. Attualmente, per essere contati come disoccupati, non si deve lavorare o mantenere un lavoro, e si deve si sono impegnati in una specifica attività di ricerca di lavoro nel corso delle quattro settimane precedenti. Alcuni hanno fatto questa domanda: cosa succede se la persona senza lavoro è così demoralizzato dalle condizioni economiche o con la supposta mancanza di requisiti personali che egli non ha nemmeno provare a cercare un lavoro? Non avendo impegnato in alcuna attività di ricerca del lavoro nel corso delle quattro settimane precedenti, quella persona sarebbe considerato "Non nella forza lavoro", anche se il grado di difficoltà economiche in questo caso potrebbe essere superiore a quello del lavoratore disoccupato. Il Bureau of Labor Statistics ha cominciato a misurare questa categoria di persone senza lavoro, noto come il "lavoratore scoraggiato".. Nel 1979, il loro numero 750.000 persone. Se i lavoratori scoraggiati erano stati contati come disoccupati, il tasso di disoccupazione nel 1979 sarebbe stata del 6,5% anziché del 5,8%.

Questo ci porta a esaminare più da vicino la seconda grande categoria di status di forza lavoro ", non nel mondo del lavoro". Forse gli effetti della delocalizzazione del lavoro potrebbero apparire qui piuttosto che la disoccupazione? Questa categoria, che comprendeva 58,623,000 persone nel 1979, è ovviamente una molto più grande della categoria di lavoratori disoccupati. La distinzione tra i due gruppi non è sempre chiara. All'interno della categoria delle persone che erano "Non nella forza lavoro", l'indagine sulla popolazione mensile BLS ha stabilito che 5,293,000 persone nel 1979 "volevano un lavoro ora", mentre i restanti 53,328,000 persone hanno "non vogliono un lavoro ora." La distinzione poi si basa, non sul desiderio di tenere un posto di lavoro o la probabilità di diventare lavoratori autonomi, ma al momento lo sforzo dimostrato di cercare un lavoro entro un termine stabilito di tempo. Considerando che una linea tale fine separa le 5,293,000 "nonparticipants" che volevano lavorare immediatamente dal 5.963.000 "disoccupati", è possibile che il tasso di disoccupazione è rimasto ragionevolmente stabile, perché le persone "non in forza lavoro" sono aumentati.

Se questa ipotesi è corretta, dobbiamo trovare le prove di persone che hanno stati cacciati o attirati fuori della forza lavoro in numero abbastanza grande da compensare la distruzione di posti di lavoro attraverso la tecnologia avanza. Ci deve essere un meccanismo istituzionale per realizzare questo cambiamento. Infatti, vi è un tale meccanismo. Gli aumenti progressivi e sistematici di produttività hanno una controparte per l'espansione sistematica e progressiva dei programmi di reddito di manutenzione per i lavoratori pensionati e loro familiari a carico, superstiti, delle persone disabili e dei poveri. Con forse qualche doppio conteggio, ci sono stati un totale di 35,125,000 persone che ricevono prestazioni di sicurezza sociale nel 1979, a fronte di 14,845,000 persone nel 1960. Ci sono stati 15,213,000 destinatari di assistenza pubblica e di reddito di sicurezza supplementare nel 1979, rispetto ai 7.098.000 nel 1960. E 'stato riferito che nel giugno del 1979, il 41% di tutte le famiglie americane stavano ricevendo alcuni pagamenti in contanti da parte del governo, compresa la sicurezza sociale, il benessere, e VA benefici, ma gli stipendi non federali.

Naturalmente, non tutti coloro che hanno ricevuto pagamenti di trasferimento nel 1979 appartenevano alla categoria ", non nel mondo del lavoro". Alcuni sono stati impiegati e alcuni erano disoccupati. Tuttavia, poiché i programmi di aiuto del governo di solito squalificare i salariati attivi dalla partecipazione o togliere tutto o parte dei loro guadagni dai benefici che sono pagati, la grande maggioranza dei destinatari può essere considerata "Non nella forza lavoro".

Due pezzi di informazione tendono a confermare questo punto di vista. Nel 1978, quasi il 70% delle persone da 65 a 70 anni che sono stati coperti dalla sicurezza sociale non ha partecipato alla forza lavoro; il restante 30% ha fatto. Nel marzo 1976, 37,0% di tutte le persone di 16 anni e più che avevano ricevuto benefici AFDC nel corso dell'anno precedente ha partecipato alla forza lavoro rispetto al 62,0% delle persone della stessa età che non avevano ricevuto benefici AFDC. Anche se il governo federale non pubblica statistiche su quante persone non partecipare alla forza lavoro a causa dei trasferimenti, ci deve essere un bel po '. Pertanto, la notevole stabilità del tasso di disoccupazione a partire dalla fine della seconda guerra mondiale deve essere dovuto, in parte, a questa istituzione dopoguerra in rapida espansione.

Una tale spiegazione non ha guadagnato un largo consenso, però, perché la categoria ", non nel mondo del lavoro", ha essa stessa stata notevolmente stabile. Nel 1950, le persone in questa categoria costituiti 40,1% del totale di popolazione non istituzionale di 16 anni e più anziani, e il 28,2% di tutta la popolazione residente degli Stati Uniti. Nel 1978, sono composti 37,3% della popolazione adulta non istituzionale, e il 26,8% della popolazione totale degli Stati Uniti. In altre parole, come percentuale del tutto, questa categoria è ridotta. Il "rapporto occupazione-popolazione", attualmente circa il 59%, pari a, o vicino a un livello più alto.

Marvin H. Kosters dell'American Enterprise Institute ha detto un sottocomitato del Congresso: "Il rapporto tra occupazione e popolazione è anche aumentata negli ultimi anni ... e questi aumenti di posti di lavoro sono stati ottenuti senza indurre l'ozio indesiderata e redditi reali più bassi che sarebbero comportato da una riduzione obbligatoria della settimana di lavoro ".

La ragione per cui il rapporto occupazione-popolazione sta così in alto e che il numero di persone "non nel mercato del lavoro" non è aumentato proporzionalmente è, naturalmente, che un numero record di donne stanno entrando nel mercato del lavoro. Tra il 1947 e il 1978, il numero delle donne occupate è aumentato da 16,045,000 persone, o il 30,6% delle donne di 16 anni e più, di 38,882,000 persone, o il 46,4% delle donne adulte. Durante questo periodo, l'occupazione femminile è aumentata in media di 736.000 persone all'anno. Questo è, forse, la sola tendenza più importante per l'economia degli Stati Uniti del dopoguerra. Allo stesso tempo, il fatto che tante donne hanno abbandonato il ruolo di casalinga a tempo pieno per cercare un lavoro retribuito ha mascherato il più moderato tende da declino partecipazione alla forza lavoro da uomini più grandi. Pertanto, la teoria che il governo programmi di reddito di manutenzione hanno lavorato a tenere premuto il tasso di disoccupazione non è del tutto valido.

Anche così, non possiamo ignorare il fatto che l'occupazione è aumentata, e ad un ritmo vivace. Il notevole aumento del numero di persone occupate e posti di lavoro ha convinto molti osservatori che l'economia degli Stati Uniti è fondamentalmente forte. Una colonna del Wall Street Journal ha dichiarato: "Unemployment gets 99% dell'attenzione. Ma ... uno sguardo l'altro lato della medaglia - impiego - è più interessante. Per alcuni, può essere sorprendente. L'ultimo decennio ha visto l'occupazione totale negli Stati Uniti cresciamo circa due volte più velocemente della popolazione ... Gli ultimi dieci anni hanno visto più nuovi posti di lavoro di tutti i tipi generati dalla economia degli Stati Uniti che ci sono uomini, donne e bambini nelle città di New York, Chicago e Los Angeles combinato. Non c'è mai stato nulla di simile. Il paese è cresciuto molto, ma niente come veloce come l'offerta di posti di lavoro. "Se l'economia degli Stati Uniti ha raggiunto un record così eccezionale nella creazione di posti di lavoro per tutte le donne, adolescenti, e altri che vogliono loro, poi proposte per ridurre la disoccupazione modificare la struttura economica, come attraverso un workweek più corto, può essere controproducente.

I funzionari in carica pubblici, dirigenti d'azienda, e altri con una partecipazione dello status quo sono naturalmente convinti che l'economia americana si è esibito bene nella zona di lavoro-domanda. (Il giapponese, con un tasso di disoccupazione del 2%, sono preoccupati per le prestazioni della loro economia.) Questa risposta facile ad un problema, ovviamente, purulenta ha permesso alla situazione di lavoro a peggiorare. I livelli di occupazione di per sé non definiscono forza economica. Abbiamo bisogno di prendere in considerazione, così, la qualità di tali nuovi posti di lavoro. Numeri da soli sono troppo facilmente manipolati.

Per considerare un esempio inverosimile, supponiamo che il governo ha deciso di sostituire il sistema di assicurazione contro la disoccupazione, con un nuovo programma di "posti di lavoro", che avrebbe pagato i partecipanti $ 2.00 l'ora. Non ci sarebbe alcuna supervisione, nessuna burocrazia amministrativa. Ogni partecipante sarebbe semplicemente impegnarsi a lavorare 40 ore a settimana a "servire la comunità", come lui o lei vedeva in forma, e il governo avrebbe posta controlli settimanalmente a $ 80,00. Assumendo una "vacanza" non pagato due settimane annuale, un programma del genere potrebbe costare al governo $ 4000 all'anno per partecipante. Nel 1978, il sistema di assicurazione contro la disoccupazione pagato un totale di $ 9,3 miliardi nel benefici. Se questo denaro fosse stato utilizzato invece per finanziare il programma di cui sopra "posti di lavoro", un ulteriore 2.330.000 persone potrebbero essere stati contati come impiegato. Il tasso di disoccupazione riferito nel 1978 sarebbe stata del 3,7% anziché 6,0%.

Il punto è, il numero di posti di lavoro di per sé non può riflettere con precisione il livello di attività economica. Abbiamo bisogno di chiedere, quindi, non solo quanti posti di lavoro ci sono, ma che tipo di posti di lavoro. Abbiamo bisogno di determinare se queste nuove abbondanti posti di lavoro stanno pagando abbastanza per sostenere un lavoratore e la famiglia ad un adeguato standard di vita. Abbiamo bisogno anche di esaminare il tipo di "lavoro" che viene fatto. È questo il lavoro necessario e produttivo, o è "rendere il lavoro" o non produttiva? Fa il lavoro aggiunge all'uscita della nazione di beni e servizi che la gente vuole veramente, o cosa comporta "busiwork" che potrebbero ben essere lasciato incompiuto? Se troppi posti di lavoro sono di quest'ultima varietà, che potrebbe poi essere possibile per l'occupazione a salire, ma non gli standard di vita. Questo, a mio parere, è in gran parte quello che è accaduto.

Il primo test di un lavoro è il suo livello di stipendio o salario. Il Bureau of Labor Statistics classifica occupazione in due modi: dall'industria e dall'occupazione. Siamo interessati a conoscere se i tipi di posti di lavoro che l'economia degli Stati Uniti è stato recentemente generando tendono ad essere più alto paganti o di posti di lavoro inferiore a pagamento. Per rispondere a questa domanda, possiamo paragonare i salari medi in quei settori e professioni in cui l'occupazione sta crescendo più rapidamente con i salari in aree in cui la crescita dell'occupazione è più lento. Figura 2-10 fa un tale confronto tra le principali categorie di settore, e la Figura 2-11 fa lo stesso per le occupazioni.

              ffigura 2-10
Confronto dall'industria: Guadagno dell'occupazione nel 1950-1979 al 1979 salario orario medio
               
 

numero di lavoratori (000)

  occupazione guadagno    
1950
1979
numero
per cento
retribuzione oraria
estrazione
901
957
56
6.2%
$8.48
costruzione
2,364
4,644
2,280
96.4%
$9.26
produzione
15,241
20,972
5,731
37.6%
$6.69
trasporti e servizi di pubblica utilità
4,034
5,154
1,120
27.8%
$8.18
commercio all'ingrosso
2,635
5,170
2,535
96.2%
$6.39
commercio al dettaglio
6,751
14,966
8,215
121.7%
$4.53
finanza
1,888
4,963
3,075
162.9%
$5.28
altri servizi
5,357
17,043
11,686
218.1%
$5.36
Totale non agricolo privato
39,171
73,869
34,698
88.6%
$6.16

Nella Figura 2-10 ci sono cambiamenti confronto dell'occupazione totale tra il 1950 e il 1979 con il salario orario medio nel 1979 per la produzione o lavoratori nonsupervisory in ciascun gruppo di industrie. Le quattro categorie che hanno creato più posti di lavoro - Altri servizi, commercio al dettaglio, produzione, e servizi finanziari - offerto il più basso, più basso secondo, terzo più basso, e il quinto più basso salario orario medio nel 1979. Mining, che ha offerto il secondo più alto retribuzione oraria, sperimentato il guadagno più basso assoluto e percentuale dell'occupazione in questo periodo. la costruzione del contratto, il settore più remunerativo, è stato il terzo dal basso rispetto alla creazione di posti di lavoro. Sembrerebbe che, da parte dell'industria, i lavori meglio pagati non sono aprono più rapidamente quelli che offrono meno paga.

              figura 2-11
   
Confronto dall'occupazione: Guadagno dell'occupazione nel 1950-1978 con 1978 guadagni settimanali mediani
   
               
 
numero di lavoratori (000)
occupazione guadagno
   
occupazione
1950
1978
numero
per cento
 
1978 mediana salario settimanale
 
   
professionale
5,070
14,245
9,175
181.0%
 
$294
manageriale
5,130
10,105
4,975
97.0%
 
$323
vendite
4,130
5,951
1,821
44.1%
 
$232
clericale
7,260
16,904
9,644
132.8%
 
$175
cooperative
12,036
14,416
2,380
19.8%
 
$205
artigiani
8,320
12,386
4,066
48.9%
 
$279
servizio
6,190
12,839
6,649
107.4%
 
$144
agricoltori
6,960
2,798
-4,162
-59.8%
 
$139
lavoratori non agricoli
3,890
4,729
839
21.6%
 
$193
 
 
occupazioni totali
58,986
94,373
35,387
60.0%
 
$227

Nella Figura 2-11, stiamo confrontando i cambiamenti di lavoro nelle principali categorie professionali con i soliti guadagni settimanali mediani per ciascuna categoria in maggio 1978. In questo caso, vi è una dicotomia di modelli. Da un lato, le due occupazioni più alto paganti - lavoratori e dirigenti professionali e tecnici e amministratori - ha aggiunto 14,150,000 posizioni tra loro, mentre due dei lavori a basso-pagamento - agricoltura e lavoratori non agricoli - insieme ha registrato un calo. D'altra parte, due relativamente bassi paganti occupazioni - impiegati e di servizio - ha aggiunto 16,293,000 posizioni, che rappresentano il 46% della crescita totale dell'occupazione. Il pilastro colletti blu occupazioni operai e artigiani aggiunto posti di lavoro ad un ritmo più lento rispetto alla media.

Guardando queste cifre, si potrebbe concludere che gli americani stanno evitando i tipi "umili" di posti di lavoro, come lavoratori, e stanno cercando invece il più alto pagamento, alto-stato, le posizioni manageriali e professionali. Sarebbe comprensibile per un ben istruita, fortemente orientate alla carriera forza lavoro. Allo stesso tempo, il senso comune ci dice che l'economia non può fornire un numero illimitato di questi posti di lavoro "migliori". Quelli umili devono ancora in giro, forse sotto una descrizione diversa.

Hazel Reinhardt, ex Minnesota demografo stato commentato su questo in una riunione Citizens League: "Siamo diventati una nazione di spacciatori di carta. Le occupazioni impiegatizie è cresciuta più rapidamente di tutti gli altri. C'era anche una certa crescita nelle occupazioni professionali, tecniche e gestionali. Tuttavia, io sono un po 'cinico di questa crescita. Alcune delle può essere semplicemente a causa di cambiamenti nei titoli dei dipendenti ... posti di lavoro che una volta erano considerati clericali sono ora, per titolo, gestionale. "

Una tendenza alla forza lavoro, che non ha ancora ricevuto il dovuto riconoscimento, è che le occupazioni manageriali e professionali hanno generato una serie di lavori di supporto a livello di segreteria o di servizio. Quest'ultimo tipo di posti di lavoro, o sub-lavoro, costituisce una delle più rapida crescita tipi di impiego. Tutti conoscono la segretaria capace che sta dietro l'uomo d'affari di successo o manager. Lei conosce il funzionamento dentro e fuori, ma ha il titolo e lo stipendio. Le principali professioni hanno ciascuno spin-off di nuove occupazioni "para-professionale", che si prevede di crescere più rapidamente nel mondo del lavoro rispetto alla professione stessa.

Per esempio, il Bureau of Labor Statistics ha previsto che tra il 1974 e il 1985 il numero di insegnanti aumenterà del 6%, ma insegnanti aiutanti di 88%. Altri tali confronti dovrebbe includere: un guadagno del 43% per i lavoratori sociali e assistenziali contro un guadagno del 73% per il benessere aiutanti-service; guadagno del 25% per gli scienziati e gli ingegneri contro il 40% per i tecnici di ingegneria e scienza; 20% per i bibliotecari vs. 31% per gli assistenti di biblioteca e assistenti; 38% per i dentisti vs. 158% per hygenists dentali; 49% per i medici e il 51% per gli infermieri professionali vs. 64% per infermieri aiutanti e inservienti, e il 97% per infermieri professionali.

Uno studio una volta che è stata fatta della distribuzione dei posti di lavoro tra le posizioni altamente remunerativi, medio-pagamento, e mal pagati nel 1960, e di nuovo nel 1970. I confronti sono stati anche fatto della ripartizione per età, sesso e razza. posti di lavoro ben pagato sono stati considerati come le occupazioni nella parte superiore di un terzo rispetto ai guadagni annuali; medio-paganti posti di lavoro, nel terzo medio; e bassa retribuzione posti di lavoro, nella parte inferiore terzo complesso, lo studio ha rilevato che la percentuale di lavori a bassa retribuzione è aumentata dal 36,0% dell'occupazione totale nel 1960 a 46,0% nel 1970. posti di lavoro ben pagato rimasta circa la stessa: 22,0% in il 1960 e il 21,0% nel 1970. I lavori di medie pagare è diminuita dal 42,0% del totale nel 1960 al 33,0% nel 1970.

Alcuni gruppi di persone che hanno sofferto più di altri di questo mercato del lavoro deterioramento. uomini maturi (25 anni e più) hanno sofferto quasi per ll. Nel 1960, 32,0% di loro ha tenuto posti di lavoro ben pagato, e nel 1970, il 32,8% ha fatto. C'è stato anche un leggero aumento della percentuale di partecipazione lavori a bassa retribuzione, a scapito dei posti di lavoro di medie pagare. In confronto, giovani uomini e donne mature sostenuto uno spostamento di circa dieci punti percentuali rispetto al lavoro di medie pagare per quelli a bassa retribuzione. Le giovani donne hanno sofferto di più. Nel 1960, il 58,4% delle donne sotto i 25 anni sono stati impiegati nelle occupazioni a bassa retribuzione, e, nel 1970, 77,0% di loro erano. minoranze razziali, giovani e meno giovani, sono rimasti approssimativamente nella stessa posizione nel 1970 come nel 1960, che è stato inferiore rispetto ai loro omologhi bianchi.

  figura 2-12
   
Jobs dovrebbe avere il maggior numero di aperture 1978-1990
   
occupazione
aperture annuali
 
segretari e stenografi
305,000
lavoratori vendite al dettaglio
226,000
custodi di costruzione
180,000
cassieri
119,000
lavoratori contabilità
96,000
infermieristica aiutanti, infermieri e assistenti
94,000
cuochi e chef
86,000
scuola materna e elementare insegnanti
86,000
infermieri
85,000
assemblatori
77,000
camerieri e cameriere
70,000
guardie
70,000
supervisori operaio
69,000
camionisti locali
64,000
commercialisti
61,000
infermiere pratiche autorizzate
60,000
dattilografi
59,000
carpentieri
58,000
riparatori di macchine industriali
58,000
agenti immobiliari e mediatori
50,000
lavoratori della costruzione
49,000
gli ingegneri
46,000
impiegati di banca
45,000
lavoratori domestici privati
45,000

Figura 2-12 elenca i ventiquattro categorie di lavoro, che il Bureau of Labor Statistics aspetta di avere il maggior numero di aperture ogni anno tra il 1978 e il 1990. La maggior parte di queste aperture sembrano essere in aree relativamente bassa retribuzione dead-end. Segretari in cima alla lista. Un articolo in Management Review marzo 1980 ha registrato una carenza di 80.000 segretari, che potrebbe salire a 250.000 in cinque anni. Si osserva, tuttavia, che "nonostante la carenza, stipendi per segretarie rimangono bassi. La media l'anno scorso nazionale è 185 $ a settimana per i lavori a bassa responsabilità, $ 208 a settimana per i lavori di più alto livello, e $ 240 per segretari esecutivi ... la ragione principale per la carenza è che il lavoro stesso ha un'immagine negativa, associata a basso livello di responsabilità e la mancanza di opportunità per l'avanzamento.

La categoria con il secondo numero di aperture è vendite al dettaglio. Un sondaggio BLS ha rilevato che "maggio 1978, i soliti guadagni settimanali mediani di lavoratori del (commercio al dettaglio), l'industria sono stati solo il 59% di coloro che per tutti i lavoratori stipendiati e salariati. Questo rapporto è cambiato molto poco dal 1967 ... Circa tre quinti dei lavoratori al dettaglio hanno riportato soliti guadagni settimanali di meno di $ 10, mentre solo il 30 per cento dei lavoratori in altri settori ha registrato un utile che il basso ... Circa il 65 per cento dei dipendenti del commercio al dettaglio erano in relativamente poco qualificati, bassa retribuzione occupazioni, come il servizio, le vendite, lavoro non qualificato, e il lavoro d'ufficio. Solo il 37 per cento dei lavoratori in altri settori erano in queste occupazioni. "Lavoratori al dettaglio sono più probabilità di essere di sesso femminile e giovane, e meno probabilità di appartenere ad un sindacato. La tendenza in questo settore è stato quello di standardizzare e semplificare le procedure in modo che i posti di lavoro possono essere gestiti da persone non qualificate che possono essere pagati di meno. turnover del personale è sostanzialmente più alto che in altri settori.

Per brevità, non discuteremo i lavori di costruzione custodi, cassieri, contabili, assistenti di cura e inservienti, ecc che sono più in basso la linea. Inutile dire che, questi non sembrano essere tra i tipi più redditizie di posizioni. Tuttavia, tali posti di lavoro sono in primo luogo dietro il boom nel mondo del lavoro di cui i funzionari governativi e uomini d'affari di tanto in tanto vanto.

L'altra questione importante è: come produttivo sono questi posti di lavoro? Fino a che punto fare che forniscono beni e servizi utili? Su potrebbe supporre che, in generale, i posti di lavoro degli agricoltori sono più produttivi rispetto ai posti di lavoro dei dipendenti del governo. Se è così, l'economia americana ha subito un vero e proprio declino della capacità produttiva attraverso la sostituzione dei dipendenti pubblici per gli agricoltori. Tra il 1947 e il 1979, l'occupazione nel settore agricolo è sceso da 7,890,000 lavoratori a 3,297,000 lavoratori, o del 56,7%. Nel frattempo, l'occupazione pubblica è aumentata di 182,7% - da 5,474,000 lavoratori nel 1947 a 15,613,000 lavoratori nel 1979.

Vorrei prendere questo come un'indicazione del fatto che l'economia non è fornire un prodotto solido come una volta. Se certamente, in singoli casi, un servizio di governo, come ad esempio il trattamento con successo un tossicodipendente, può essere più prezioso per ogni dollaro speso che il cibo in tavola, è giusto dire, forse, che una società che dedica una parte significativa della sua risorse per il trattamento di tossicodipendenza in proporzione a quella dedicata alla produzione alimentare tradisce una certa debolezza.

Allo stesso modo, sembrerebbe che gli operai producono generalmente un prodotto più utile di colletti bianchi. Lo stesso si può dire dei lavoratori nelle industrie produzione di beni rispetto a quelli nelle industrie dei servizi-che forniscono. Tuttavia, la percentuale di operai (compresi gli agricoltori) è sceso dal 52,9% dell'occupazione totale nel 1950 al 35% del totale nel 1979, mentre i colletti bianchi sono aumentati dal 47,1% nel 1950 al 64,1% nel 1979. i lavoratori impiegati nelle industrie produzione di beni è diminuito dal 40,9% dell'occupazione non agricola totale nel 1950 al 29,7% nel 1979, mentre quelli impiegati nelle industrie di servizi a fornire una maggiore dal 59,2% al 70,3%.

 

PRODUZIONE

E così arriviamo alla quarta variabile nell'equazione: uscita. Qual è stato il suo andamento negli anni del dopoguerra? Statisticamente, la tendenza è alto. Lo standard di vita degli Stati Uniti continua a migliorare con gli anni. Non è vero? Nel 1947, la media dei lavoratori di produzione manifatturiera ha guadagnato $ 1,22 un'ora. Nel 1979, lo stesso lavoratore ha guadagnato $ 6,69 un'ora. Premesso che ogni dollaro oggi vale 31 centesimi rispetto a un dollaro nel 1947, i salari reali orari sono ancora aumentati del 69% in questo periodo.

Naturalmente, le imposte sui salari sono anche aumentati, e le ore settimanali sono diminuiti leggermente. Prendendo in considerazione questi fattori, guadagni settimanali spendibili medi reali per un lavoratore senza familiari a carico per l'economia privata è passato da 58,54 $ (nel 1967 dollari) nel 1947 per $ 81,56 nel 1979, un aumento del 39%. Per un lavoratore con tre persone a carico, i guadagni reali spendibili sono passati da 66,73 $ a settimana nel 1947 a 89,27 $ a settimana nel 1979, un incremento del 34%. "Spendibile" guadagni riflettono il rifiuto di imposte sul reddito federali e le imposte di sicurezza sociale, ma non dallo Stato e tasse locali-governo.

Le statistiche per il reddito nazionale, salari medi, e l'output produttivo sembrano ciascuno per dare una differente valutazione degli standard di vita. Reale reddito personale pro-capite disponibile è aumentato del 85% tra il 1950 e il 1978. Ciò è in linea con le cifre indicate all'inizio del capitolo. Abbiamo visto che la produzione economica della nazione (reale PNL) è salito a un livello nel 1977, che è stato 2.77 volta che il livello nel 1947. Dal momento che la popolazione degli Stati Uniti è cresciuto del 50% in questo periodo, la media pro-capite reale del PIL nel 1977 era 1,85 volte i livello di trent'anni prima. Nel settore manifatturiero, uscita cresciuto a 2.81 volte il livello 1947, e, su una base per-capite, era 1,87 volte superiore

Questi dati, quindi, suggerirebbero che tenore di vita medio è aumentato del 85% al ??90% nel periodo tra il 1947 e il 1977. Ora troviamo, tuttavia, che il lavoratore produzione media ha ricevuto solo il 30% e il 40% in più a settimana reale da portare a casa pagare rispetto al 1947. Più della metà del guadagno statistico della produzione è scivolato via quanto lui o lei è interessato.

Ci sono diverse ragioni per questo slittamento. In primo luogo, la quota di reddito nazionale che deriva dalla diversa da salari e stipendi è in aumento. reddito personale complessivo è cresciuto ad un tasso annuo del 9,9% tra il 1970 e 1978. Salari e stipendi sono cresciuti solo del 9,1% l'anno in questo periodo. In confronto, i pagamenti di dividendi sono cresciuti del 10,1% l'anno, l'interesse personale del 11,9% all'anno, e trasferimenti del 13,9% all'anno. Il Wall Street Journal ha riportato che le società statunitensi pagati quasi $ 50 miliardi di dividendi nel corso del 1978, che era il doppio del 1972 figura (mentre l'inflazione è stata superiore al 60%) e sei volte quello che gli azionisti sono stati ricevendo ogni anno nei primi anni 1950. Sicurezza sociale e pagamenti relativi triplicate nel corso del 1970.

Un altro motivo per la differenza tra il "reddito disponibile personale" e "reddito reale spendibile" è che la prima serie di figure comprende non solo il salario del "produzione o lavoratori nonsupervisory" in industrie private non agricoli, ma anche i guadagni dei lavoratori dipendenti, agricoltori , e gli impiegati del governo i cui redditi sono aumentati più velocemente. Inoltre, il numero di lavoratori è aumentato rispetto alla popolazione totale. E 'stato recentemente riportato che il 41% di tutte le famiglie marito-moglie negli Stati Uniti ha avuto due salariati. Con più famiglie con due stipendio, reddito familiare è aumentato più rapidamente di quanto i guadagni di un singolo lavoratore, anche se per guadagnare che il reddito delle famiglie dovuto mettere in ore più combinati al lavoro.

Le statistiche che si riferiscono più direttamente alla produttività, ore medie, e l'occupazione sono quelli della produzione espressa in constatnt dollari PNL. PIL ha due facce: ingresso e di uscita. Ingresso racconta come i beni ei servizi sono stati prodotti; e l'uscita, come sono stati utilizzati. I due lati del PIL sono illustrati nelle figure 2-13 e 2-14. Sul lato di ingresso, troviamo i vari elementi che entrano nel calcolo della produttività. La produzione nazionale (PNL) è uguale l'orario di lavoro medio annuo volte volte di produttività di lavoro non governativa media. Sul lato di uscita, troviamo la nazione "prodotto" è suddiviso tra spesa pubblica, le esportazioni nette, gli investimenti di capitale, abitazioni, servizi e beni durevoli o non durevoli. Di solito associamo tenore di vita con le ultime tre voci, le spese per consumi personali, che insieme sostengono il 70% del PIL. La loro produzione quota F è rimasta abbastanza stabile.

            figura 2-13
 
Prodotto nazionale lordo nel 1947-1977 ingresso in miliardi di dollari 1958
             
anno ore annue per lavoratore
di lavoro privato
produzione per uomo-ora
produzione annua

fattore di conversione

PIL nel 1958 dollari
             
1977
1,867
75,356
1.218
171,360
5.29
$907.3
1975
1,891
70,063
1.140
151,038
5.30
$800.1
1972
1,936
68,362
1.132
149,819
5.29
$792.5
1970
1,965
65,792
1.051
135,874
5.31
$722.5
1967
2,006
62,974
1.000
126,302
5.34
$675.2
1965
2,035
61,014
.936
116,194
5.32
$617.8
1962
2,034
57,812
.845
99,373
5.33
$529.8
1960
2,043
57,425
.782
91,762
5.31
$487.7
1957
2,062
56,455
.728
84,747
5.34
$452.5
1955
2,108
55,256
.709
82,572
5.30
$438.0
1952
2,141
53,641
.632
72,569
5.44
$395.1
1950
2,140
52,892
.587
66,429
5.35
$355.3
1947
2,205
51,564
.508
57,751
5.37
$309.9
             
  (1) Migliaia di lavoratori (2) milioni di ore-uomo

 

              figura 2-14
               
 

Prodotto nazionale lordo, 1947-1977, in uscita in miliardi di dollari 1958

 
               
anno
PNL totale
governo
esportazioni nette
investimento di capitale
alloggiamento
servizi
generi di consumo
 
1977
907.3
183.0
6.8
94.5
39.4
265.3
318.3
1975
800.1
174.8
15.3
69.1
25.9
235.9
279.1
1972
792.5
143.1
-3.0
90.7
34.3
202.2
325.1
1970
722.5
139.3
2.2
81.1
22.2
187.2
290.3
1967
675.2
140.2
3.6
80.9
20.4
167.0
263.1
1965
617.8
114.7
6.2
75.3
23.8
152.5
245.2
1962
529.8
107.5
4.5
55.7
23.8
131.1
207.4
1960
487.7
94.9
4.3
50.6
21.9
121.6
194.5
1957
452.5
89.3
6.2
48.6
20.2
108.0
180.2
1955
438.0
85.2
3.2
50.3
25.1
99.3
174.9
1952
395.1
92.1
3.0
41.6
18.9
87.8
151.6
1950
355.3
52.8
2.7
45.8
24.8
81.8
148.7
1947
309.9
39.9
12.3
36.0
15.4
73.4
133.0

 

Figura 2-15 rompe le spesa per consumi personali nelle loro principali categorie, che mostra le spese riportati per il 1959 e il 1977 e le proiezioni BLS per il 1990. Anche se il cibo rimane il più grande voce di spesa, la sua quota di spesa totale del consumo è scesa dal 25,9% nel 1959-19,2% nel 1977; l'Ufficio prevede un ulteriore calo al 16,0% entro il 1990. Significativamente, cibo consumato a casa è destinato a crescere in termini reali dell'1,9% l'anno tra il 1977 e il 1990, mentre il cibo consumato fuori casa è prevista una crescita del 2,3% su base annua.

              Figura 2-15
   
 
Spesa per consumi personali a Stati Uniti Economia per il 1959 e del 1977, BLS proiezioni per il 1977
               
 
Importo (in miliardi di dollari 1972)
 
distribuzione percentuale
spesa              
 
1959
1977
1990
1959
1977
1990
 
autoveicoli
24.4
61.0
108.2
5.7
7.1
7.6
mobili e attrezzature per la casa
20.0
56.6
115.4
4.5
6.6
8.1
other sostenibile
7.4
20.2
39.0
1.7
2.4
2.7
Totale - beni durevoli
51.8
137.8
262.7
11.7
16.0
18.4
 
alimenti
114.4
165.1
229.3
25.9
19.2
16.0
abbigliamento
36.3
66.6
110.5
8.2
7.8
7.7
gas & oil
13.7
26.6
38.5
3.1
3.1
2.7
other nondurables
40.7
72.0
127.3
9.2
8.4
8.9
beni non durevoli - in totale
205.0
330.4
505.5
46.4
38.5
35.4
 
alloggiamento
60.9
140.3
237.6
13.8
16.4
16.6
il funzionamento delle famiglie
26.4
55.4
97.0
6.0
6.5
6.8
mezzi di trasporto
16.3
30.8
54.9
3.7
3.6
3.8
altri servizi
81.0
158.9
271.0
18.3
18.5
19.0
servizi - totale
184.7
389.5
660.5
41.8
45.4
46.2
 
Totale spesa per consumi personali
441.5
857.7
1428.7
100.0
100.0
100.0

Housing, che comprende il valore locativo delle abitazioni occupate dai proprietari e affitto pagato dagli inquilini ha rivendicato una quota in costante maggiore delle spese totali. Nel 1990, le spese di alloggio saranno rivendicare un dollaro in ogni sei spesa per beni di consumo e servizi. Le spese per beni durevoli sono aumentati dal 11,7% del totale nel 1959 al 16,0% nel 1977 e si prevede che saranno 18,4% entro il 1990. In questa categoria, i veicoli a motore e mobili e elettrodomestici conto per la crescita maggiore. "Altri servizi" sono aumentate, con le spese sanitarie in testa.

Fare queste statistiche aggiungere fino a "un aumento del livello di vita"? È difficile effettuare il collegamento. Per prima cosa, alcune delle voci più rapida crescita, come le spese per autoveicoli o per i prodotti alimentari consumati fuori casa sono spesso richiesti nel processo di guadagnarsi da vivere e possono quindi non possono essere considerati del tutto per essere spese "consumer". spese di alloggio riflettono in parte l'aumento del costo dei terreni e arrampicata tassi di interesse il cui valore di fondo non è cambiata. Una salute migliore, presumibilmente, sarebbe la "produzione" di un aumento delle spese sanitarie, ma la connessione causale è difficile da stabilire.

          Figura 2-16
           

Stati Uniti la produzione pro-capite di alcune materie prime, 1935-1970

           
 
Pro-capite di produzione (1935 = 100)
  grano mais in scatola birra sigarette zucchero
           
1970 75.4 111.5 184.9 249.1 118.9
1965 78.7 97.8 156.4 262.8 110.8
1960 86.3 94.9 147.2 254.4 108.1
1955 83.3 86.0 152.2 225.6 103.9
1950 90.6 71.0 164.1 233.7 112.5
1945 120.1 119.1 173.5 214.8 93.2
1940 91.0 69.4 116.5 129.7 106.6
1935 100.0 100.0 100.0 100.0 100.0
           
  Pro-capite di produzione (1935 = 100)  
  abiti da uomo abiti delle donne olio combustibile acciaio grezzo  
           
1970 111.6 90.7 199.3 213.9  
1965 118.7 107.2 188.1 225.5  
1960 117.8 103.7 195.4 183.1  
1955 107.6 115.9 217.9 235.1  
1950 123.9 123.2 191.3 208.6  
1945 77.3 107.8 180.9 189.1  
1940 108.1 108.3 133.3 168.4  
1935 100.0 100.0 100.0 100.0  

Quando pensiamo di standard di vita più elevati, si tende a pensare di possedere e consumare beni fisici. In definitiva, questo aumento di taglie dovrebbe apparire in maggiore produzione pro-capite di una parte dei prodotti di base più o merci. È quello che accade? Nella Figura 2-16, molti di questi prodotti sono elencati insieme con i dati che mostra la loro produzione pro-capite negli anni compresi tra il 1935 e il 1970. La produzione pro-capite di grano è diminuito in modo significativo. La produzione di abiti da uomo e donna e di mais in scatola è rimasto più o meno lo stesso. produzione pro-capite di birra e sigarette, invece, è aumentato. La composizione del nostro "tenore di vita" è cambiata, passando da le graffette della vita nei confronti dei prodotti fabbricati tra cui alcuni che non può essere buono per la nostra salute.

"Tenore di vita" non significa necessariamente più buono, o meglio alloggi o vestiti. Alcuni economisti vorrebbero farci credere che ci sia stato un salto di qualità da "carne e patate" a bistecche ogni notte, o che gli americani stanno comprando una serie di nuovi gadget, come i videogiochi, calcolatrici elettroniche, televisori a colori, camper, e attrezzatura da sci di fantasia. Alcune di questo sta accadendo, naturalmente, ma non tiene conto per la maggior parte della spesa dei consumatori.

Dubito che il tenore di vita degli Stati Uniti sono aumentate più di tanto negli ultimi trent'anni. Se le famiglie americane sono in media 80% in più del reddito reale di 30 anni fa, perché sono americani oggi in grado di salvare così poco dai loro stipendi? Perché il debito dei consumatori così in alto? È perché apparteniamo al "ora generazione" che non può rinviare piaceri immediati? O è perché i lavoratori americani sono sempre più fatica a pagare le bollette, non solo per i beni di lusso, ma per cose ordinarie come bene?

Se gli americani oggi sono molto meglio rispetto alle generazioni precedenti, perché tanti giovani donne con bambini ritenuto necessario cercare un posto di lavoro retribuito per fornire o integrare il reddito della famiglia, quando le loro madri e nonne potevano permettersi di stare a casa? Una generazione fa, la maggior parte delle giovani coppie hanno acquistato le loro case. Oggi sposi sentono di dover rinviare avere figli fino a che non possono accumulare abbastanza soldi per un acconto su una casa; anche allora, molti saranno prezzo fuori dal mercato. Il prezzo mediano di vendita di nuova casa unifamiliare negli Stati Uniti è passato da $ 23.400 nel 1970 a 63.200 $ nel secondo trimestre del 1979.

Ogni americano dovrebbe chiedere se stesso: "Sono meglio di me è stato cinque anni fa, o dieci o venti anni fa? Sono meglio di quanto i miei genitori erano in questa fase della vita? "Per molti, può essere che la vita gli standard sono migliorati, anche se forse non così rapidamente come le statistiche del governo indicano. Per alcuni, come ad esempio le teste con un solo genitore di famiglia, i tempi sono stati poco meno che disastroso. Le persone stanno lavorando di più e avere meno - non quello che si potrebbe chiamare "miracolo economico".

C'è morbidezza nei numeri. Le figure di "uscita" sembrano un po 'traballante. Perché dovrebbe essere? Un pannello è stato commissionato dalla National Academy of Sciences di studiare i concetti di base PNL. Questo pannello ha pubblicato un rapporto nel novembre 1979. Il suo presidente, Albert Rees, ha scritto: "Negli ultimi anni, il concetto di produzione economica utilizzato nel reddito e del prodotto National Account è stato criticato perché non è una misura coerente del benessere. Esso esclude alcune attività che contribuiscono al benessere, come ad esempio l'opera dei genitori nella cura dei loro figli, anche se il lavoro di baby-sitter a pagamento è incluso. Tuttavia, la misura output include anche il costo dei mali necessari, come ad esempio le spese per la prevenzione del crimine, anche se la società sarebbe presumibilmente meglio se tali attività non erano necessarie. "

Mr. Rees ha anche osservato: "Non ci sono misure indipendenti di output finale per il governo (eccetto per le imprese di governo la cui produzione è venduta) o per le istituzioni senza scopo di lucro. Questi settori devono quindi essere esclusi dalle misure più ampie di produttività. Le esclusioni sono più sfortunato perché queste attività rappresentano oggi una parte significativa dell'economia. "Una difficoltà legate è stata che, in alcuni casi," l'uscita non può essere misurata in modo indipendente, e le variazioni di input deve essere utilizzato invece come proxy per variazioni della produzione ".

produzione economica in quanto tale, è difficile da visualizzare, soprattutto quando gran parte di essa assume la forma di "elaborazione delle informazioni" e di altri servizi. Per molti aspetti, le cifre sull'occupazione danno un quadro più comprensibile di come l'economia si è sviluppata. Chi è pagato quanto per fare cosa? Dove sono le carriere fiorente?

Un annuncio sul retro della copertina della mia rivista del college-alunni catturato la mia attenzione: "Un individuo con un 500.000 $ tenuta può risparmiare più di $ 70.000 nel tasse se la tenuta è previsto correttamente", l'annuncio ha dichiarato in grassetto. Un'altra caratteristica accattivante è l'immagine di una donna che era vice presidente senior della banca sponsor, una grande preoccupazione di Wall Street. Ha spiegato nel testo quali servizi potrebbero essere resi alla persona con una tenuta di 500.000 $: "Imposte sul vostro immobile sarebbero drasticamente ridotti, combinando la detrazione massima coniugale e un 'imposta al riparo' fiducia per l'equilibrio della tenuta ... Questo vantaggio è tipico di ciò che possiamo ottenere lavorando con voi, il vostro avvocato, commercialista, e agente di assicurazione per creare un piano strettamente maglia, coordinato in grado di soddisfare i vostri obiettivi. La maggior parte dei nostri ufficiali di fiducia hanno gradi di legge, che consentono loro di lavorare in modo efficace con il vostro avvocato. In caso di problemi fiscali complicati, il tuo conto fiduciario viene portata immediatamente all'attenzione del nostro Dipartimento Fiscale fiduciario con la sua particolare esperienza nelle leggi fiscali immobiliari e la fiducia. "

Da questo annuncio, ho l'immagine di un gruppo di banchieri ben vestite e ben istruiti, avvocati, commercialisti, agenti assicurativi, e altri professionisti, ogni guadagnando forse $ 50.000 o 60.000 $ l'anno, mettendo in comune le loro competenze e esperienza individuale per effettuare una altamente sofisticato "servizio". E che cosa potrebbe essere che il servizio? L'annuncio stesso afferma che è per salvare il cliente $ 70.000 in tasse in una tenuta $ 500.000.

Per la persona che ha accumulato $ 500.000, che il servizio potrebbe benissimo essere vale il prezzo pagato. Dal punto di vista dell'economia nel suo complesso, si compie nulla. Il $ 70,000 che questo individuo benestante risparmia in tasse tenderebbe sia per ridurre entrate e delle spese pubbliche o l'onere sarebbe spostata verso altri contribuenti, meno in grado di sostenere i costi. Nel complesso, niente di veramente si guadagna o prodotta da questo servizio, anche se il suo costo si riflette nella PNL. Nella misura in cui la produzione economica della nazione è costituita sempre più di servizi come questo, si può facilmente capire come PIL in sé è fuorviante.

Non pretendo che le attività della tassa-avoiders e cambiavalute rappresentano la maggior parte della "crescita" del dopoguerra americano dell'economia. Il loro numero può essere relativamente piccolo. Tuttavia, queste occupazioni ben considerati e altamente redditizie fanno illustrare come la produzione economica può crescere statisticamente, ma non di fatto. La maggioranza delle persone che lavorano sarebbe meglio se tali funzioni non esistessero o fossero almeno drasticamente ridotti e le risorse economiche impegnate per loro sono confluiti invece in fornendo una settimana lavorativa più corta.

Questi quattro tipi di lavoro possono essere considerati improduttivo per i seguenti motivi:

1. Essi rappresentano un'eccessiva concorrenza nella pubblicità e commercializzazione dei prodotti, piuttosto che un miglioramento del prodotto o un abbassamento del suo prezzo.

2. Essi esistono solo per servire la burocrazia.

3. La loro funzione è quella di riparare i guasti sociali, economiche o fisiche che avrebbero potuto essere evitati se l'orario di lavoro sono stati più brevi.

4. Si tratta di servizi che sposano le donne hanno tradizionalmente svolto a titolo gratuito in casa, ma hanno rinunciato sotto la pressione di possesso di un lavoro esterno.

Rivediamo ogni tipo di lavoro.


Eccessiva competizione nel marketing

Per illustrare questa situazione, supponiamo che Ford e General Motors sono bloccati in una lotta per dominare l'industria automobilistica degli Stati Uniti. Per migliorare la propria posizione competitiva, ciascuna ha la necessità di assumere più lavoratori. Come dovrebbero questi lavoratori essere impiegati? Inizialmente, quando l'industria stava crescendo, sarebbero stati necessari più lavoratori in fabbrica per costruire più auto. L'azienda che potrebbe fornire il volume ad un prezzo equo sarebbe acquisire la quota di mercato più grande. Mentre il mercato è diventato saturo, però, l'enfasi cambierebbe di marketing e promozione delle vendite. Sarebbe diventato più redditizio per assumere un venditore di ulteriore a "spostare il prodotto" di un operaio di produzione di costruire più unità che potrebbero sedersi invenduti su lotti dei commercianti. Con la loro forza vendita rinforzato-up, poi, i concessionari GM avrebbero cercato di vincere i clienti a scapito dei concessionari Ford, e viceversa.

Dato che questo sforzo di marketing intensificata, il risultato non sarebbe che tante altre auto sono state prodotte e vendute, ma che l'una o l'altra società avrebbero una quota maggiore del mercato. Dal punto di vista dell'economia nel suo complesso, il lavoro dei venditori Ford e GM avrebbero in gran parte si annullano a vicenda. Quindi, in generale, si potrebbe supporre che, nella misura in cui nuovi posti di lavoro riflettono la crescente concorrenza tra le imprese commerciali per commercializzare o promuovere prodotti piuttosto che a progettare e costruire loro, l'uscita aggiuntiva da tale occupazione è di uso marginale per la società.

Vendita di auto può essere un cattivo esempio. In realtà, l'impiego di personale di vendita non è aumentato molto negli ultimi anni. Gran parte della vendita di oggi è fatto attraverso la pubblicità dei media, display dei prodotti, e mailing di massa, piuttosto che da persone che si avvicinano personalmente i clienti. Ancora, si può trovare la prova di alcune iniziative di marketing eccessivamente intensi o eccessive quali nella figura precedente. Oggi, il servizio clienti e la convenienza sono al centro della competizione nel commercio al dettaglio.

Il rivenditore oggi con il maggior numero di negozi non è Sears o K-Mart, Wards o J.C. Penney, ma la sede a Dallas Southland Corporation, che gestisce 7-Eleven. La catena 7-Eleven has 7.600 punti vendita, che è il 50% in più rispetto al numero di ristoranti McDonald, e più negozi che le quattro catene di supermercati più grandi combinati. Quattro su cinque negozi 7-Eleven sono aperti 24 ore al giorno. (Le ore usato per essere 7:00-11:00 Da qui, il nome "7-Eleven".) I loro clienti spendono una media di $ 1,54 per ogni visita a raccogliere oggetti strani come il latte o il pane, sacchi di ghiaccio, panini, pannolini usa e getta, sigarette, birra fredda, e riviste Playboy. Essi sono disposti a pagare un prezzo più alto per voce per l'acquisto di "convenienza".

I supermercati si stanno iniziando a prendere piede sul mercato "convenienza". Il negozio locale Gufo Rosso, dove a volte mi negozio, ha recentemente pubblicato il suo nuovo ore: 8:00 alle 12 a mezzanotte Lunedi al Venerdì, 08:00-21:00 il Sabato, e 10:00-18:00 di Domenica. Il suo principale concorrente nel settore, Applebaum di, è costretto a estendere le sue ore. Mentre i negozi sono aperti, ciascuno richiede almeno un equipaggio ridotto per l'uomo i banchi check-out e aiutare i clienti. Qui è dove "l'uomo medio" prende una grossa fetta del dollaro alimentare dei consumatori.

Io di certo non si opporrebbe se Gufo Rosso e Applebaum di cospirato per dividere il mercato convenienza tra di loro in modo reciprocamente vantaggioso. Se, per esempio, Red Owl chiuso a 6:00 il Lunedi, Mercoledì e Venerdì, e Applebaum di fatto lo stesso il Martedì, Giovedi e Sabato, le mie abitudini di spesa potevano regolare. Per mantenere entrambi i negozi aperti fino a tarda notte e nei fine settimana è di beneficio marginale per me.

Una quantità ragionevole di concorrenza è vantaggioso per tutti gli interessati, ma la concorrenza eccessiva come questo è semplicemente uno spreco. Alcune delle nostre istituzioni più rispettate hanno sviluppato a quel grado. Nel campo dell'istruzione superiore, per esempio, gli studenti sono fondamentalmente in competizione tra loro per ottenere le credenziali più impressionanti con cui atterrare uno di un numero limitato di posti di lavoro più desiderabili. Il sistema americano di giustizia legale, troppo è enormemente costoso. norme tribunale di procedura sono state impressionante "aggiornato". avvocati costosi artificiosa sofisticate strategie offensive o difensive nel perseguimento della giustizia. Ci sono ricorsi ai tribunali superiori su ogni dettaglio tecnico immaginabile - tutte le spese che coinvolgono.

Un esempio orribile, nel recente tuta anti-trust contro IBM, il processo da solo è durato tre anni. La trascrizione del processo corse 75.000 pagine. Quanto ha tutto questo costo? Alla domanda circa le spese legali di IBM, il suo capo in-house counsel, Nicholas Deb. Katzenbach osservato argutamente che erano pari a "più di un biglietto della metropolitana." Naturalmente aveva ragione. In qualsiasi momento durante il processo circa 20 avvocati di studio legale di New York City, Crawath, Swann & Moore, che in media 55 a 70 ore a settimana, stavano lavorando per difendere IBM. Nel frattempo, il Dipartimento statunitense della Giustizia, dove Katzenbach lavorava, stava correndo enormi spese di perseguire il caso. Tutto questa spesa, che vanno dai compensi ai revisori dei partner salari al costo di matite e gomme, viene lardellato in costo di IBM di fare business. Da lì, si è riciclato attraverso i diversi clienti sotto forma di prezzi più elevati per apparecchiature informatiche, che mostra fino alla fine l'indice dei prezzi al consumo per i vari prodotti e servizi.

Si tratta di una parte necessaria di fare business in una moderna economia industriale? Affatto. Un'alternativa praticabile esiste in Giappone. In quel paese intero, ci sono solo 15.000 avvocati, meno che nello stato dell'Ohio, e su base pro-capite circa il 4% come molti come negli Stati Uniti. uomini d'affari giapponesi pongono meno enfasi su contratti di scrittura, e più enfasi sulla coltivazione di lunga data relazioni d'affari. Governo governa più da discrezionalità amministrativa che mediante l'emissione di leggi e regolamenti dettagliati e portando azioni legali nei tribunali.

 

OBS BUROCRATICHE

John W. Fisher, presidente della National Association of Manufacturers, si è lamentato di una regolamentazione pubblico eccessivo in una riunione del Club NAM-Rotary a Cleveland. Mr. Fisher, che è amministratori delegati al Bell Corporation a Muncie, Indiana, ha detto al pubblico che "è tornato nel mio ufficio ieri sera per firmare 27 diverse forme di un regolamento SEC, alcune delle quali con sette copie. "Secondo un resoconto giornalistico del discorso", ha chiamato la moltitudine di forme, 'occupato-lavoro per mantenere idioti occupato che non riescono a trovare un lavoro altrove,' e aggiunse: 'Fino a quando otteniamo questi tipi di catene rimossi, non stiamo andando ad essere in grado di competere. ' "

Mr. Fisher potrebbe aver previsto la sua osservazione su come mantenere "idioti impegnati che non possono trovare un lavoro altrove" di essere dispregiativo, ma il suo punto è ben preso. Nella nostra società ci sono infatti persone - Ph.D.s così come idioti - che "non possono ottenere un posto di lavoro altrove" e deve rivolgersi a governo per l'occupazione. Governo deve avere qualcosa per queste persone a fare, che, si spera, è rilevante per il resto della società. Regolamentare affari sembrerebbe essere un modo per tenersi in contatto. Le domande, poi, devono essere chiesto: In che misura impresa burocratica seguire la fornitura di burocrati in contrasto con esigenze di regolamentazione autentici? Fino a che punto sarebbe burocrazia scomparire se i burocrati hanno trovato posti di lavoro in altri settori?

Non vi può essere dubbio che la burocrazia governo rappresenta una chiara minaccia per il nostro benessere economico. Tra il 1947 e il 1978, l'occupazione civile nel governo federale è aumentato del 45,5%. L'occupazione da parte dei governi statali e locali è aumentato del 255,2%.

I dati sull'occupazione federali sono sottostimati dal fatto che una quota crescente di lavoro del governo è subappaltata a ditte private. Il National Journal ha stimato che più di dieci milioni di americani, piuttosto che 2,7 milioni registrati a libro paga, sono in realtà lavorando su progetti federali, principalmente nell'ambito di contratti e sovvenzioni; e che non include gli Stati Uniti Postal Service o militari. Murray Wiedenbaum, direttore del Centro per lo Studio della American Business, stima che per ogni $ 1 che il governo federale spende per la regolazione, le imprese e l'industria spendere $ 20. Il governo degli Stati Uniti prevede di spendere $ 6 miliardi di regolare attività per l'anno fiscale 1979-1980. Che mette scheda del settore a 120 miliardi di $.

Varie stime sono state fatte le pratiche burocratiche che governo richiede dei suoi cittadini. Nel settembre 1979, l'Ufficio di Gestione e Bilancio ha rivelato che gli americani stavano spendendo un totale di 786 milioni di ore-uomo per soddisfare 5.000 obbligo di segnalazione separata del governo federale, che era del 15% in meno di ore-uomo rispetto all'anno precedente. Ipotizzando una media di 2.000 ore lavorate ogni anno, questo è l'equivalente di 393.000 posti di lavoro a tempo pieno dedicate alla lavorazione di forme federali. Un funzionario della Lega Nazionale delle Città lamentato del fatto che i governi della città sono state spendendo 5 miliardi di $ l'anno per gestire documenti richiesti da Washington ", o più o meno quanto usciamo di condivisione generale delle entrate."

Il governo federale ha una reputazione per la fornitura di "fondi di start-up" per vari programmi, e quindi in attesa le istituzioni beneficiarie per mantenere i programmi che vanno con le proprie risorse. Per questo motivo, i governi sempre più aziende, università e statali e locali stanno decidendo di rinunciare richiesta di fondi federali, se tali fondi sono disponibili.

Anche se è difficile da misurare il numero di posti di lavoro creati attraverso la regolamentazione del governo e della burocrazia - certamente la BLS non sarebbe compilare statistiche sul tema - non ci sono prove che suggeriscono che l'impatto è notevole e crescente. Consideriamo due esempi. Negli ultimi anni, i continui alti livelli di disoccupazione un mercato del lavoro stagnante hanno lavorato per la particolare svantaggio dei giovani, minoranze razziali e le donne. Per affrontare il problema, i politici della nazione scelto di non ridurre la settimana lavorativa, che avrebbe creato posti di lavoro per tutti, ma per costringere i datori di lavoro di assumere più donne e delle minoranze attraverso programmi affermativa-azione.

Il Dipartimento di Giustizia potenziato il suo staff di avvocati per perseguire questi casi. Affari ha risposto alla minaccia aggiungendo ai suoi uffici legali e di personale. Personale Journal, una pubblicazione commerciale, ha riferito che reparti del personale delle aziende statunitensi è cresciuto da una media di 6,2 addetti nel 1976 a 8,5 addetti nel 1978. Il bilancio medio del personale-reparto aumentato da 133.000 $ a 178.000 $ nel corso di questo periodo di due anni. Un sondaggio nazionale condotto nel 1979, ha rilevato che il 75% dei vicepresidenti aziendali presso aziende Fortune 500 che erano responsabili per trattare con i regolamenti governativi avevano avuto le loro posizioni aggiornati a vice presidente negli ultimi cinque anni, e il 82% hanno riferito di aver aumentato il loro personale .

In un altro esempio, i dirigenti aziendali sono stati coinvolti in scandali, tra cui la corruzione di funzionari governativi, e altre pratiche di corruzione. Anche in questo caso, la risposta è stata quella di gettare più dollari - e più posti di lavoro - dopo il problema. Questa volta, i contabili sono stati i beneficiari.

Il Wall Street Journal ha riportato: "I critici che hanno usato per riferirsi scherzosamente al Foreign Corrupt Practices Act come" 'La legge Internal Auditor-piena occupazione del 1977' si rivolgono per essere più profetica di divertente ... Molte aziende statunitensi, preoccupato per la prima legge federale per renderlo un crimine non avere un sistema di controllo 'ragionevole' interno, hanno saltato per aumentare il budget del personale e l'influenza delle loro funzioni di controllo interno. Le aziende più piccole, senza servizi di audit interno, vengono frettolosamente la loro istituzione ... Non a caso, i costi sono in aumento, anche. Un sondaggio dell'Istituto Financial Executives ... indica che la conformità con le regole proposte dalla SEC solo aumenterà "costi di revisione del 20% nel 1980 ... 'molte aziende del medie dimensioni e le aziende più piccole sono spaventata a morte che essi don 't hanno le risorse per rispondere,' dice John Fletcher, direttore esecutivo di sviluppo professionale presso l'Institute of Internal Auditors ".

Per non associamo la burocrazia solo con il governo, va detto che le grandi imprese, grande lavoro, grandi università, o qualsiasi grande organizzazione può avere, e di solito hanno, tendenze burocratiche. Al di là di un certo punto, le grandi organizzazioni sono intrinsecamente inefficiente. In un decennio segnato da le acquisizioni aziendali, conglomerati, e multinazionali, grandi imprese burocrazia è molto evidente.

Affari ha il suo particolare stile di essere uno spreco. Per prima cosa, si ama sprecare la vita dei dipendenti e delle loro famiglie. Nella Wall Street Journal è stato riferito che quasi il 40% dei dipendenti aziendali che vengono trasferiti sono stati trasferiti almeno quattro volte in precedenza durante la loro carriera. Presumibilmente, non posti di lavoro che rappresentano una promozione erano disponibili presso le loro sedi attuali. Spoliazione dell'ambiente naturale è un'altra specialità delle grandi imprese.

E 'facile, in realtà, per creare posti di lavoro. Proprio di bilancio i soldi per assumere qualcuno per fare qualsiasi cosa, utile o no. Il Dipartimento statunitense del lavoro ha segnalato maggio 1979 che è stato finanziando 1,681,000 lavori estivi per i giovani. Questo è un modo per combattere la disoccupazione. Un altro modo è quello di affidare la diffusione della burocrazia. Imporre norme su imprese e altre organizzazioni che richiederanno loro di assumere centinaia o migliaia di dipendenti aggiuntivi - dipendenti sì, e altamente istruiti e professionali - solo per far fronte alla situazione.

I lavori possono essere creati con un tratto di penna. La maggiore complessità, i nuovi posti di lavoro. I più guasti, la carenza, malattie, disastri, o di criminalità, più abbiamo bisogno di specialisti di districare il caos. Dove andrà a finire? Ha a finire? Possiamo andare a creare questo tipo di lavoro per sempre.

La nostra è un'economia che in ultima analisi, è regolato dalla legge di Parkinson. Il lavoro si espande per riempire il tempo a disposizione per il suo completamento "E, grazie alla decisione di non tagliare la settimana lavorativa, vi è abbondanza di spazio per il lavoro per raggiungere il suo potenziale espansivo.

Lawrence J. Peter, autore di "The Peter Principle", ritiene che l'economia fuori degli USA nel suo complesso può essere avvicinando il suo "livello di incompetenza". Il nostro concetto di progresso, egli scrive, "si occupa solo con la quantità: ogni aereo che si schianta solleva il Pil e quindi statisticamente aumenta il tenore di vita." Ci sono troppi prodotti commerciali. Troppi sistemi separati funzionino insieme in modo non coordinato. Di conseguenza, egli osserva, "i preziosi pochi pollici di sopra del suolo - da cui dipende la vita - è inquinata, in modo che i circoli viziosi di proliferare degrado ambientale".

 

COMPOSIZIONE E RIPARAZIONI

C'è un altro tipo di attività che è strettamente associato con la burocrazia, ma non è proprio la stessa cosa. Questo diventa un impresa su due lati: Un dollaro viene speso in un modo che porta infortunio, malattia, o guasti. Un altro dollaro è necessario per riparare i danni. L'economia inizia davvero a cucinare con questa iniezione da due dollari.

L'esempio di Pietro della incidente aereo illustra come funziona il processo. Vi è la spesa iniziale di denaro per il trasporto. Vi è la spesa di follow-up per il risarcimento delle vittime, le indagini e clean-up, per ordinare un mestiere sostituzione, ecc Nel caso delle compagnie aeree commerciali, naturalmente, è fatto ogni sforzo per garantire la sicurezza dei passeggeri. Lo stesso non può dirsi per determinati altri tipi di attività o prodotti commerciali. Alcuni prodotti rappresentano un pericolo specifico per la nostra salute. In altri casi, è tutta la nostra vita, compresa la sua componente economica che è soggetta a indebolimento ed eventuale rottura.

Il problema della dipendenza chimica, credo, può essere collegato con un conseguente necessità di visitare il medico. il consumo di sigarette rimane alta, nonostante il suo pericolo per la salute ben pubblicizzato. Il consumo pro-capite di alcol è in aumento. Numerosi i bambini della scuola hanno imparato a usare sostanze stupefacenti in corrispondenza o dopo la scuola, avendo forse stati esposti ad altri farmaci a casa. Uno studio federale ha rilevato che nuove prescrizioni e le ricariche per i farmaci anti-ansia sono più che raddoppiati tra il 1964 e il 1973. Quasi il 15% degli americani usa tranquillanti a un certo momento in un dato anno.

L'industria della droga asseconda spudoratamente alla professione medica. Il messaggio di un tipico spot televisivo di droga sembra essere che marca A è meglio di marca B perché contiene una dose più forte di un particolare medico-raccomandato di dolore-uccisione ingrediente - Usa, anche se hai solo un lieve mal di testa. Tale messaggio è una prescrizione per cattive condizioni di salute e la conseguente necessità di visitare un medico.

La buona salute comincia con una dieta equilibrata. Per una nazione con la capacità agricola per nutrire il mondo, è spaventoso che figli americani vengono sollevate sul cibo spazzatura. Nel 1976, il consumo pro-capite di bevande analcoliche ha superato quello del latte. Nel 1990, gli americani sono tenuti a consumare più litri di bevande analcoliche di acqua. All'interno del $ 13 miliardi a un anno l'industria di bibite analcoliche, i cinque più grandi aziende insieme hanno speso 200 milioni di $ per la pubblicità, l'80% in due anni. Essi sono stati delusi con la crescita del 4% del volume delle vendite registrato nel 1978 rispetto all'anno precedente.

Nel 1979, gli americani hanno speso un totale di $ 185.000.000.000 per i servizi di assistenza sanitaria, o il 8,3% dei GP. Ciò a fronte di $ 27 miliardi di dollari, pari al 5,3% del PIL, nel 1960; e $ 12 miliardi di dollari, o 4,2% del PIL, nel 1950. Anche se in parte questi aumento delle spese per l'assistenza sanitaria riflettono l'invecchiamento della popolazione e l'uso di apparecchiature mediche più costose, non vi è dubbio che lo stile di vita americano ha contribuito alla nostra peggioramento salute fisica. "I ceppi emotivi della vita americana, nel posto di lavoro e nella famiglia, sono evidenti dalle indagini in cui le persone dicono le loro vite sono profondamente turbato, che sono meno felici che erano una volta e che soffrono di più da insonnia, mal di testa, e problemi di stomaco ", il Wall Street Journal ha recentemente riportato.

Molti medici ritengono che la tensione e lo stress legata al lavoro contribuiscono pesantemente a problemi di salute. Un esempio drammatico di questo legame viene da uno studio dei lavoratori a Cape Kennedy durante le spedizioni lunari con equipaggio. Secondo un articolo del Wall Street Journal, "Dr. Robert S. Eliot, un cardiologo ora presso l'Università del Nebraska, e diversi colleghi hanno trovato un alto tasso di divorzio e il consumo di alcol, come gli operai facevano a gara per completare la loro missione, sapendo che una volta che un atterraggio di luna di successo era stato fatto, il bilancio sarebbe spazio essere ridotti e avrebbero perso il posto di lavoro ... Allo stesso tempo, i ricercatori hanno anche notato un insolito numero di morti improvvise, a quanto pare da attacchi di cuore, tra i relativamente giovani lavoratori spazio-center. Da allora è stato trovato che le morti improvvise erano superiori del 50% di quanto previsto per il gruppo di età. Hanno raggiunto il picco al tempo dei licenziamenti più pesanti come il programma spaziale era agli sgoccioli. "

In uno studio ben pubblicizzato, il Dr. Harvey Brenner della Johns Hopkins University ha concluso che l'aumento dell'1,4% del tasso di disoccupazione che ha avuto luogo nel 1970 ha avuto l'effetto di aumentare i suicidi del 5,7%, ricoveri in ospedali psichiatrici del 4,7%, e decessi dovuti a l'alcolismo e le malattie legati al cuore del 2,7%. Se le sue cifre sono corrette, l'aumento della disoccupazione nel 1970 ha causato 51.000 persone in più sia per morire o per entrare istituzioni.

Il costo di cattiva salute per l'economia può essere sconcertante. Questo punto è stato portato a casa diversi anni fa, quando la General Motors ha rivelato che si stava spendendo di più per i premi di assicurazione malattia ogni anno rispetto per l'acciaio nelle sue macchine. Ancora, nel tentativo di diventare "più produttivi", i nostri responsabili economici insistono su di spingere la gente a lavorare di più e più velocemente e per più ore. Questa intensificata "Rat Race" è causa di stress e ansia, con conseguente aumento l'uso della droga, l'alcolismo, la malattia, e la ripartizione.

Se, d'altro canto, i politici economici optato per una settimana lavorativa più breve, le tensioni di lavoro sarebbe facilitato. La gente avrebbe più tempo per recuperare dalla fatica di lavoro-indotta e, forse, di impegnarsi in attività sanitarie, ripristinando come l'esercizio fisico. In Giappone, il boom fisico-fitness corrente è attribuita, in parte, per l'introduzione del 5 giorni settimana lavorativa a molte aziende nei primi anni del 1970.

Oltre ai problemi di salute fisica, gli americani hanno sofferto guasti in salute morale e sociale. Il tasso di criminalità degli Stati Uniti è aumentato ad un tasso annuo del 7,8% tra il 1960 e il 1970, e ad un tasso annuo del 5,8% tra il 1970 e il 1975. L'applicazione della legge Assistance Administration (LEAA) ha riferito che ci sono stati 292,325 detenuti delle prigioni federali e statali alla fine del 1977, un livello più alto. Nel frattempo, il tasso di divorzi è aumentato dal 2,2 per mille nel 1960 al 3,5 per mille nel 1970 e al 5,1 per mille nel 1978. Con questo, il numero di famiglie monoparentali è aumentato, in particolare quelli guidato da donne. In difficoltà economiche conseguente, più madri di bambini piccoli sono stati spinti a cercare un posto di lavoro. Che ha causato problemi con la supervisione dei genitori, che, a sua volta, può portare a reato più giovanile e l'abuso di droga.

Esso dovrebbe venire come nessuna sorpresa, quindi, che le occupazioni più strettamente coinvolti con queste varie forme di disgregazione sociale sono attesi per mostrare meglio-che-media guadagni di occupazione. Nel periodo tra il 1974 e il 1985, il Bureau of Labor Statistics progetti che l'impiego di psicologi aumenterà del 45%, di avvocati del 42%, degli operatori sociali del 43%, di aiutanti benessere a servizio del 73%, di polizia e investigatori del 46%, a fronte di un aumento medio del 20% in generale.

Nel settore "servizi alla persona", una varietà di programmi sono stati sviluppati per il trattamento di problemi particolari delle persone. Ci sono programmi per riabilitare alcolisti, tossicodipendenti, analfabeti, le persone con ritardo mentale, fisicamente o emotivamente disabili, battitori moglie, pedofili, molestatori sessuali, ex detenuti, forcellini scuole superiori, destinatari di assistenza sociale, o qualsiasi altra cosa. Naturalmente, è un bene per le persone che hanno questo tipo di problemi per trovare un aiuto professionale a disposizione, se vogliono usarlo. Mi chiedo, però, se in molti casi l'effetto di tali programmi, spesso lo scopo di aiutare il "svantaggiati", non è quello di favorire una negativa immagine di sé, piuttosto che portare una soluzione. La parte economica è sospetto. I fondi sono stanziati per la consulenza, la terapia, e altri "servizi". I professionisti socio-service, ben preparato, devono avere una clientela. La nuova tecnologia informatica consente il record di una persona da memorizzare in modo permanente su nastro e di diventare istantaneamente e completamente a disposizione degli investigatori autorizzati e amministratori. Dove si trova un ex peccatore da nascondere?

Un'economia che insiste su di trasformare una grande percentuale della popolazione in derelitti non è certamente migliorando le loro condizioni di vita. Tom Dewar, un ricercatore di manodopera con il Progetto Minnesota, sostiene che la cosiddetta "svantaggiati" sono essi stessi una risorsa tanto trascurata per il miglioramento della comunità. "E 'interessante", ha detto, "che il lavoro che la maggior parte ha bisogno di fare è nei quartieri che più hanno bisogno di posti di lavoro." Dewar ha detto di un incontro con un gruppo di genitori "molto svantaggiati" a Minneapolis del sud per discutere di centri diurni per i loro figli. l'atteggiamento dei genitori nei confronti del progetto proposto è cambiata radicalmente, non appena è stato suggerito che essi stessi potrebbero funzionare al centro diurno. "Quasi subito, hanno cominciato a vedere se stessi come una risorsa piuttosto che un problema. Inoltre, è possibile vedere i cambiamenti nel modo in cui sono state viste da altri ", ha detto Dewar. "La cosa importante è di iniziare con la capacità delle persone, piuttosto che guardare i loro problemi."

 

SOSTITUTI DI LAVORO CASALINGHE

Prendendo eccezione alle finalità del disegno di legge Conyers, il professor John Owens ha detto un sottocomitato del Congresso: "Ci sono un certo numero di settori in cui la domanda di lavoro è destinata ad espandersi negli anni a venire. Molti di questi sono nel settore dei servizi in cui la meccanizzazione è difficile e che tendono a ricevere una quota maggiore di reddito, come si diventa più ricchi. Gli esempi includono: l'assistenza sanitaria e la cura per gli anziani; protezione (comprese le forze di sicurezza, il sistema di giustizia penale e del sistema penale); la custodia dei bambini (generato dalla proporzione calo delle casalinghe a tempo pieno); ricreazione e ristorante e strutture fast food ... Nonostante la meccanizzazione di molti posti di lavoro routinizzati, ci rimangono le esigenze enormi per lavoro, come ci sforziamo di fornire uno stile di vita benestante per ogni cittadino. Sembra molto improbabile che questa necessità sarà ridotto negli anni a venire. "

Guardando l'elenco dei settori in crescita del professor Owen, sono colpito da come la quasi totalità di essi rappresentano per alcuni sostituti commerciali di laurea per i servizi che hanno usato per essere ceduti a titolo gratuito all'interno del nucleo familiare. La moglie e la madre, nel suo ruolo di "casalinga", cucinati i pasti, curati i bambini, a condizione che i servizi di cura di base, tendevano le esigenze di un parente di invecchiamento, e fece in modo che la sua prole sono state sollevate di essere cittadini rispettosi della legge. Ultimamente, per numerose ragioni, le donne sempre più sposati hanno preso il pagamento di posti di lavoro al di fuori del nucleo familiare. Molti hanno tentato di continuare il lavoro della loro casalinga, o avere loro mariti assumere più di questi compiti Spesso, però, la combinazione di un pagamento faccende domestiche lavoro e lasciato troppo poco tempo per mantenere quest'ultimo adeguatamente. Sempre più spesso, le agenzie governative o imprese capitalistiche si sono spostati in di fornire servizi che la donna che lavora non era più in grado di gestire da sola.

Nella misura in cui tali servizi rappresentano una quota importante dei nuovi posti di lavoro nell'economia, è chiaro che la "crescita" della produzione e dell'occupazione è davvero nessuna crescita a tutti. I nuovi posti di lavoro rappresentano semplicemente la sostituzione di lavoro commerciale o istituzionale per il lavoro una volta fatto all'interno della famiglia. Gli stessi tipi di servizi sono eseguiti in entrambi i casi. La differenza è che, nel caso di lavoro che una casalinga fa, i servizi non sono inclusi nel PIL perché nessun denaro viene scambiato; considerando che, nel caso di pasti consumati in ristoranti o cura di custodia dei bambini in asili nido, tali servizi sono inclusi.

In teoria, si potrebbe sostenere che le prestazioni effettuate al di fuori della casa sono di qualità superiore, perché sono gestiti da professionisti. Di solito, un tale argomento potrebbe avere un senso. In questo caso, tuttavia, il professionista è generalmente alcuna corrispondenza per madre, con il suo tocco personale. Che ristorante fast-food possono casa pari della madre cucinati i pasti? Cosa centro diurno in grado di dare ai bambini l'attenzione amorevole che le loro madri avrebbero dato? Quale casa di cura avrebbe mostrato la stessa cura e la preoccupazione per un paziente anziano, che una figlia o parente stretto mostrerebbe? No, non c'è stato alcun guadagno netto nel tenore di vita.

Figura 2-17 mostra l'aumento dell'occupazione delle donne in diverse categorie. Le donne single e divorziate hanno sempre avuto un più alto tasso di partecipazione alla forza lavoro rispetto alle donne sposate che vivono con i loro mariti. Le donne senza figli o con figli adulti hanno avuto un tasso più elevato rispetto alle donne con figli che erano giovani. Negli ultimi anni, tuttavia, la crescita più rapida dell'occupazione femminile si è verificato tra le donne sposate con bambini sotto i 6 anni di età. Nel 1950, 11,9% di queste donne ha partecipato alla forza lavoro. Nel 1978, il 41,6% ha fatto. Uno studio Dipartimento del Lavoro condotta nei primi anni 1970 ha stabilito che la maggior parte delle donne lavorano per motivi finanziari, non "auto-realizzazione".

Il fenomeno delle donne che lavorano come ha avuto un impatto enorme sull'economia americana. "Aiutare le donne che lavorano trascorrono il loro salario è un'impresa redditizia per molte aziende", commenta un articolo del Wall Street Journal. "Sig. Linden, l'economista del Conference Board che si specializza nei modelli di consumo-spesa, dà produttori di abbigliamento, cosmetici imprese, produttori di convenienza alimentari e ristoranti come esempi di aziende che prosperano perché tante donne hanno un lavoro. 'Le donne che lavorano tendono a spendere molto di più sul loro aspetto rispetto a quelli che rimangono a casa,' spiega. Egli osserva inoltre che un recente studio del Conference Board ha rilevato che le famiglie in cui entrambi i coniugi lavorano spendere il 25% in più nei ristoranti ogni anno rispetto a quelli in cui è impiegato solo il marito ... mogli lavoro anche mantenere il sogno americano - la casa unifamiliare - una realtà per molte famiglie ".

donne occupate hanno ovviamente influenzato il boom in franchising di fast-food, servizi di pulizia, e le imprese simili. Hanno anche avuto un impatto su tali aree di attività cardine come l'industria automobilistica. Secondo quanto riferito, i clienti femminili preferiscono le auto più piccole a causa della loro maggiore facilità maneggevolezza ma ordinare gli accessori ad alto profitto, come trasmissioni automatiche, chiusura centralizzata e finestre, tappezzeria costoso, e posti di lavoro di vernice bicolore. L'industria del forno a microonde si prevede di triplicare nel volume di vendite nel 1985, grazie alle donne che lavorano.

           
Figura 2-17
 
 
  Partecipazione alla forza lavoro delle donne americane in varie categorie di stato di famiglia, 1950-1978  
             
  (In migliaia di lavoratori) (per cento delle donne in forze di lavoro)
  NUMERO IN FORZA LAVORO PARTECIPAZIONE PREZZI
             
 

donne di 16 e oltre

sposata con mariti i bambini fino a 6 anni -Avere donne di 16 e oltre donne sposate i bambini fino a 6 anni -Avere
             
1978
42,002
22,789
4,640
50.1
47.6
41.6
1976
37,817
21,554
4,424
46.8
45.0
37.4
1974
35,892
20,367
4,210
45.7
43.0
34.4
1972
33,320
19,249
3,746
43.9
41.5
30.1
1970
31,560
18,377
3,914
43.4
40.8
30.3
1968
29,242
16,821
3,564
41.6
38.3
27.6
1966
27,333
15,178
3,186
40.3
35.4
24.2
1964
25,443
14,461
3,050
38.7
34.4
22.7
1962
24,047
13,485
2,884
38.0
32.7
21.3
1960
23,272
12,253
2,474
37.8
30.5
18.6
1958
22,149
11,826
2,399
37.1
30.2
18.2
1956
21,495
11,126
2,048
36.9
29.0
15.9
1954
19,718
9,923
1,808
34.6
26.6
14.9
1952
19,314
9,222
1,688
34.8
25.3
13.9
1950
18,412
8,550
1,399
33.9
23.8
11.9

 

donne manageriali e professionali spendono miliardi di $ 4,6 l'anno per abiti da lavoro. Nuovi stili di abbigliamento sono stati pertanto sviluppati che combinano "femminilità" con proprietà di business. "Questo mercato è una prospettiva molto caldo, e voglio un pezzo di essa," ha dichiarato Robert F. Young, editore del cerchio di famiglia, la cui società ha recentemente presentato una nuova rivista intitolata "Le donne che lavorano".

Una miniera d'oro anche se può essere di tendenza consapevole uomini d'affari, l'emergere della donna che lavora non indica necessariamente standard di vita più elevati. In primo luogo, i nuovi tipi di servizi si limitano a sostituire quelli vecchi trattati in un altro modo. In secondo luogo, molti dei quali impiegati spese le donne fanno, come nel caso di abiti da lavoro, non sono spese "consumer" in quanto tali, ma più come una spesa aziendale. In terzo luogo, dobbiamo tenere a mente che la famiglia di due wageearner ha molto meno tempo libero rispetto a prima. Inoltre, l'aumento del numero di famiglie monoparentali guidato da donne può essere correlata alla crescente attività della forza lavoro delle donne.

Nel 1977, il reddito medio delle famiglie mantenute da parte della madre da solo era del 41% tanto quanto quella che le famiglie con due genitori goduto. Più alti redditi familiari media non rappresentano la vera prosperità se una percentuale significativa di queste famiglie diventano intrappolati nella povertà.

Infine, ci sono i beni immateriali. I concessionari auto e degli elettrodomestici, supermercati e centri commerciali possono trarre grandi folle nei fine settimana, ma i quartieri residenziali hanno perso il loro senso di identità della comunità. Un articolo del Wall Street Journal ha notato questa tendenza in un sobborgo di Chicago chiamato "Morton Grove", che ha avuto una predominanza di mogli di lavoro. Un residente che aveva vissuto in questo quartiere per sei anni ha confessato: "Io davvero non so le persone che vivono per la strada."

Non era l'unico. "Il lamento è ripreso più e più volte in tutta la città", l'articolo ha osservato. "L'assenza giorno in tempo di mogli impiegati, i pochi bambini, e la differenza d'età ampia tra veterani e nuovi arrivati ??ostacola socializzazione. 'Il quartiere fantasma' è come alcuni residenti si riferiscono a loro blocco. 'Non ho tempo per socializzare,' afferma Rene Seyter, un ufficiale al Second Federal Savings & Loan e madre di due figli. "Io lavoro e sono molto occupato."

Questa è la realtà del nostro dopoguerra "prosperità". Se non viene fatto per cambiare l'equazione economica, può continuare all'infinito. Siamo in grado di continuare a lavorare sotto la teoria che l'economia degli Stati Uniti è il più forte e più libera sulla terra e resistere a tutte le proposte di cambiamento. Un'altra reazione, altrettanto sbagliato, sarebbe avere alcune riserve circa il corso del nostro sviluppo economico in questo momento, ma per decidere che i problemi sono troppo complesse o radicata nel sistema da correggere. La discussione precedente non è significa essere un'analisi opinionista-come delle tendenze o fornire "cibo per la mente", ma per suggerire la necessità di un cambiamento in un modo molto specifico.

La proposta di breve-workweek offre un corso alternativo di sviluppo che siamo liberi di scegliere in qualsiasi momento. In sostanza, si chiede al governo di aumentare i disincentivi finanziari per la pianificazione lavoro straordinario e per abbassare il numero di ore in una settimana in cui inizia gli straordinari. Questo cambiamento potrebbe esercitare una pressione al ribasso sui ore-uomo lavorate nell'economia. Sarebbe in tal modo dare lavoratori dipendenti più tempo libero e creare nuove opportunità di lavoro per i disoccupati e gli altri non la società di lavoro che vogliono posti di lavoro.

Quale sarebbe l'effetto sulla produzione e l'occupazione? Molti economisti sostengono che accorciando le ore di lavoro significherebbe meno produzione e tenore di vita medio bassi. Questa spiegazione potrebbe essere plausibile se l'economia nel suo recente "espansione" sono stati la produzione di maggior volume di beni e servizi autenticamente utili. Tale non è stato il caso. L ' "espansione" della produzione, creato da negando ore più corte, ha assunto la forma di attività che, in molti casi, non sono stati utili, voluto, o necessario. Questo strato di "grasso" sarebbe stato il primo ad andare con una settimana lavorativa più corta. beni e servizi essenziali non devono essere tagliati a tutti.

Nel prossimo capitolo, ci sarà speculare in dettaglio come queste cose sono possibili. Gli americani potrebbero aver avuto nel 1979 una settimana lavorativa standard di 35 ore, o anche una settimana lavorativa di 32 ore, senza alcuna perdita di output produttivo. Questo non è un pio desiderio, ma una possibilità matematica, proiettata verso il futuro. Con una settimana lavorativa più corta, la produttività del lavoro si potrebbe aspettare per migliorare, e la manodopera sarebbe naturalmente rifluire da impresa burocratica per posti di lavoro produttivi in ??agricoltura, manifatturiero, minerario e altre industrie di base. In alternativa, se non vi è alcun vincolo mettere su burocratici, si espanderà all'infinito.

Ci sono, infatti, alcuni limiti naturali ai beni e servizi che le persone possono comodamente consumare. Se proviamo a forzare più di uscita attraverso il sistema di quanto sia naturale al fine di creare ricchezza maggiore imponibile, il risultato è la costipazione economica piuttosto che gli standard di vita più elevati. Tempo libero può sembrare vuoto per alcuni economisti, ma le persone che lavorano conoscere meglio. A volte, quando siamo sulla strada sbagliata, è meglio "non fare nulla" rispetto ad operare a pieno ritmo.

 

Scattarsi per una traduzione di questa pagina in:

Spagnolo - Tedesco - Inglese - Francese - Portoghese

 

a: Sommario

 
Pubblicazioni di Thistlerose COPYRIGHT 2016 - TUTTI I DIRITTI RISERVATI  
http://www.shorterworkweek.com/SWW198sf.html