ShorterWorkWeek.com

Avvertimento: Ció è una traduzione automatica dall' inglese da Babelfish. Ci possono essere inesattezze.

 

a: Sommario

(Una settimana lavorativa più breve nel 1980)

 

Che FALLACIA è fallace?

Capitolo 4

 

Mi è stato detto da parte di esperti e le persone unknowledgeable che l'idea breve tempo di lavoro è un errore. Inoltre, è riduttivo. E 'come Featherbedding ed è un'altra forma di welfare. Decenti, cittadini laboriosi non chiedono workweeks più brevi; si rimboccano le maniche e mettersi al lavoro. workweeks più brevi non sono ciò che ha costruito questo nostro grande paese. Nessun economista si rispetti sarebbe approvare un tale regime. Il consenso politico, morale, religiosa, economica e travolgente in America al momento attuale è contro l'idea di breve-workweek; ed è, come spesso è il caso con un consenso schiacciante, morto sbagliato.

Se la proposta di breve-workweek è così semplice ed è un tale inganno, allora economisti professionisti dovrebbero avere piccolo problema confutare esso. Ho cercato per un certo numero di anni per determinare la natura delle loro obiezioni. Di tanto in tanto, ho avuto l'opportunità di mettere in discussione le critiche di persona. Uno di questi economista - un gigante nel suo campo - mi sono impegnato in discussione dopo un incontro pubblico e mettere a lui la domanda. Egli ha risposto che una settimana lavorativa più corta potrebbe essere utile dal punto di vista di aumentare la varietà di modelli di lavoro a tempo, ma, ovviamente, non aveva rilevanza per la questione della disoccupazione. Quando viene premuto per giustificare tale parere, ha fatto marcia indietro dicendo che l'economia del lavoro non era la sua specialità. Tuttavia, si sentiva che la disoccupazione doveva essere affrontato attraverso alcuni altri mezzi, come lavoro di riqualificazione o abrogare il salario minimo. E 'stato anche del parere che una settimana lavorativa più breve imposto arbitrariamente potrebbe portare a più lavoro nero.

Un altro economista - un uomo con una reputazione internazionale - mi sono avvicinato attraverso la corrispondenza. Anche se era un po 'di rispondere alla mia lettera, ha messo in chiaro quello che pensava l'idea di breve-workweek. Ha scritto: "Non posso rispondere alla tua lettera in pieno. Ma mi permetta di registrare solo la mia opinione franca che si basa su un errore ... Il tipo di proposta si può fare e uno che viene sempre quando ci sono periodi temporanei di disoccupazione. E 'stata una proposta molto popolare nel 1930 durante la Grande Depressione. E 'stato poi sostenuto che semplicemente non c'era abbastanza lavoro per andare in giro, e la cosa da fare è stato quello di condividere il lavoro, riducendo la settimana lavorativa. Se si confronta la produzione totale di questo paese ora a quello che era nel 1930, è chiaro che era sbagliato allora. Credo che sia sbagliato ora. Tale soluzione è una soluzione di lavoro make piuttosto che una soluzione che apre ampie possibilità per tutti ".

Sulla prima pagina del Wall Street Journal il 28 febbraio 1977, apparve una colonna Lindley H. Clark Jr., colpendo l'argomento breve tempo di lavoro come una raffica di pallettoni: "condividere il lavoro. Il grido è vecchio quasi quanto il movimento operaio stesso. Ogni attività volta rallenta o disoccupazione è insolitamente elevata, sindacati rilanciare l'idea che c'è solo tanto lavoro da fare e che dovrebbe in qualche modo essere ridistribuito tra tutte quelle in cerca di lavoro. Gli economisti, a loro modo poco gentile, a volte si riferiscono a questo come l'errore di lump-of-lavoro. Come si chiama, è l'allevamento la testa ancora una volta ...

"Una obiezione a questo approccio è che non avrebbe fatto nulla per aumentare la produzione totale, l'ultima fonte di più posti di lavoro e più reddito. Infatti, cambiamenti radicali nei programmi di lavoro di lunga data e le pratiche probabilmente renderebbe l'industria meno efficiente. Allo stesso tempo, meno lavoro per la stessa paga significherebbe un aumento dei costi e una forte pressione al rialzo sui prezzi. Impiegati che lavoravano meno possono scoprire che hanno anche potuto acquistare meno con le loro buste paga invariati; il loro reddito 'reale' potrebbe diminuire. Alcuni potrebbero usare il loro nuovo tempo libero di luce della luna, assumendo secondo lavoro part-time. Il risultato netto di una settimana di quattro giorni, 32 ore di per sé, potrebbe facilmente essere un minor numero di nuovi posti di lavoro per il reddito reale disoccupati e inferiore per gli occupati. Tale risultato è difficilmente desiderabile. "

Il tema principale delle argomentazioni di cui sopra è forse, l'idea della fallacia "grumo-di-lavoro" ", con particolare riferimento alla Grande Depressione. sostenitori di breve-workweek presuppongono che la quantità di lavoro che deve essere fatto per l'economia è fisso e l'unico modo per aumentare l'occupazione è dando ogni lavoratore a disposizione una quota del tempo di lavoro retribuito. Tuttavia, l'America leccò la depressione non attraverso il lavoro di condivisione, ma aumentando il volume di attività economica in modo che più lavoratori divennero impiegati, lavorare lo stesso numero di ore e di ricevere lo stesso o più paga.

Nei primi anni 1960, quando la gente temeva che "l'automazione" potrebbe distruggere posti di lavoro, John Diebold ha ricambiato con il seguente argomento in una testimonianza davanti al Congresso: "La domanda illimitata di beni e servizi saranno prevenire la disoccupazione di automazione. Dal momento che desideri umani sono illimitate, l'aumento della produttività e la produzione troveranno un mercato nel soddisfare questi bisogni. Attraverso una maggiore produttività, i guadagni aumenteranno a tal punto che ci sarà un enorme aumento del nostro tenore di vita. "

Ci può essere ancora alcuni che pensano Diebold era un profeta saggio e lungimirante. Noi "salito" attraverso gli anni '60 e gli anni '70 erano "celeste". Il punto di vista contrario è presentata nel Capitolo 2. Molti, tuttavia, continuare ad accettare il concetto di Diebold della necessità di, se non la realtà di un'economia in continua espansione per creare posti di lavoro.

 

Ciclici o DISOCCUPAZIONE DI LUNGA DURATA

Un errore comune è che la disoccupazione è esclusivamente un fenomeno ciclico. Si tratta di una temporanea, se a volte protratta, intermezzo tra periodi di prosperità. Va detto qui che non siamo a favore di una settimana lavorativa più corta per combattere la disoccupazione ciclica. politiche monetarie e fiscali del governo sono adattati a quel particolare problema e deve essere utilizzato nelle condizioni appropriate. È necessario un workweek più corto, piuttosto, per alleviare spostamento di lavoro causata da migliorare la produttività in un periodo di anni. L'economia degli Stati Uniti ha ora bisogno di recuperare per il raddoppio della produttività a partire dai primi anni 1950, mentre le ore di lavoro sono rimasti gli stessi. La nostra incapacità di ridurre le ore durante questo periodo ha prodotto cronicamente elevata disoccupazione e "stagflazione", che non può essere curata con altre tecniche.

Ancora, la teoria di distruzione di posti di lavoro attraverso la delocalizzazione del lavoro non è accettata da tutti. Uno dei migliori argomenti che ho trovato contro la proposizione che la tecnologia avanza distrugge posti di lavoro è stata fatta dal Professor Paul Douglas nel suo libro, il problema della disoccupazione. Seguiamo il filo del discorso.

Il professor Douglas inizia la discussione chiedendo se un raddoppio della produttività causerebbe la metà della forza lavoro per diventare disoccupati? La sua risposta è "no" e si usa l'esempio ipotetico di un produttore di stampa per illustrare il punto. motivi Douglas come segue: Supponiamo che una stampante riesce a raddoppiare la sua efficienza produttiva nella stampa riviste. Egli può ottenere lo stesso risultato con la metà del numero di lavoratori. A causa dei costi di manodopera ridotti, tuttavia, questa stampante sarà anche in grado di tagliare i prezzi. Il taglio di prezzo stimolerà aumento della domanda per il suo prodotto, che, a sua volta, sarà necessario che alcuni dei lavoratori licenziati essere ricondotti. Se il taglio del prezzo a metà raddoppia vendite e della produzione, poi tutti loro saranno ricondotti. Se le vendite di più del doppio, quindi la stampante dovrà assumere di nuovo tutti i suoi ex dipendenti, più un paio di più. L'estensione della riassunzione dipende dalla elasticità della domanda per il prodotto della stampante.

Cosa succede se l'elasticità dei prezzi è inferiore a un - che è, se aumentare le vendite di una percentuale inferiore alla riduzione di prezzo? Ci sarebbe una riduzione netta dell'occupazione e un aumento della disoccupazione? Douglas non crede. Egli scrive: "in passato, quando il prezzo della rivista era di dieci centesimi e quando 600.000 copie sono state vendute, le entrate settimanali totale è stato di $ 60.000 o $ 60,00 per ogni lavoratore impiegato. Ora, quando il prezzo è di cinque centesimi e 900.000 copie vengono venduti, le entrate totali sono ma $ 45.000. I lettori hanno 300.000 più copie della rivista nelle loro tasche del cappotto, ma hanno anche 15.000 dollari in più che sono stati in precedenza spesi per leggere materia. Faranno una delle due cose con questo $ 15.000: - vale a dire, essi saranno o spendere o salvarlo ".

Dopo aver ricordato che non fa alcuna differenza in definitiva ciò che la loro decisione è circa il risparmio o di spesa, Douglas analizza l'impatto dei dollari spesi: "Le spese di queste somme aggiunto aumenta la domanda per i prodotti su cui sono spesi. Si rende necessario per queste industrie ad assumere più uomini, e vanno fuori nel mercato del lavoro per ottenerli. Allo stesso tempo, quindi, che gli uomini vengono spremuti fuori delle attività editoriali, di potere già speso sui prodotti di questa industria acquisto viene trasferito ad altri settori e si accumula opportunità aggiunto per il lavoro lì.

"E non è tutto questo; gli orsi potere d'acquisto trasferiti, nell'esempio di cui sopra, la stessa relazione al numero dei lavoratori licenziati come il totale delle spese per riviste foro alla forza lavoro originale. Il numero di lavoratori licenziati è di 250 e il potere d'acquisto è trasferita 15.000 $ a settimana. Questa media settimanale di $ 60 per lavoratore è la stessa di quella che originariamente prevalente nel settore, quando il rapporto era uno di $ 60.000 e 1.000 uomini. E 'infatti la stessa di quella che ancora esiste nel settore tra il 45.000 $ di entrate settimanali e 750 uomini impiegati. Non solo sono nuove opportunità di lavoro costruito come vecchi opportunità si restringono, ma sono costruiti fino ad un grado pari a quello con cui il vecchio opportunità decadimento. Per ogni uomo licenziato, un nuovo posto di lavoro è stato creato da qualche parte ... "

Che dire di questo? Ha professor Douglas chiuse la porta sull'argomento work-sharing? Non proprio. tesi di Douglas 'contiene i semi di una contro-. Douglas si è riconosciuto che vi erano forze indebolimento del processo di creazione di posti di lavoro, che ha descritto. Le forze erano nel suo giorno di meno altamente sviluppata che nel nostro.

Il punto critico è il suo concetto di elasticità della domanda al prezzo. Fortunatamente, Douglas ha dato alcuni esempi. Nel settore automobilistico del 1920, l'elasticità di prezzo è maggiore di uno. Douglas ha scritto: "Al momento attuale, le nostre fabbriche di automobili risultano circa tre volte il numero di automobili con un determinato numero di ore di lavoro, come hanno fatto nel 1914. Il prezzo delle automobili è sceso anche se il livello generale dei prezzi è aumentato, e questo riduzione del valore di scambio di un'automobile, insieme al crescente desiderio del pubblico per il movimento, è più che triplicato il numero di automobili richiesto, in modo che vi erano nel 1927 circa tre volte come molti lavoratori impiegati nell'industria come nel 1914. fino al 1919 la maggior parte delle imprese manifatturiere americane hanno avuto esperienze simili in effetti. "

D'altra parte, Douglas ha convenuto che "la disoccupazione tecnologica ... sarà inevitabilmente nel caso di quei prodotti in cui la domanda del prodotto è relativamente inelastica.", Ha osservato: "E 'stata proprio questa rigidità della domanda che ha causato il progressivo declino di questo paese la proporzione relativa della popolazione che è impiegato in agricoltura. Come l'efficienza produttiva dei lavoratori nelle aziende agricole è aumentata, i valori unitari hanno nel complesso tende a diminuire a tal punto che i rendimenti che gli agricoltori potrebbero ottenere erano inferiori a quelli di cui godono i corrispondenti lavoratori nelle industrie urbane. Questo ha portato ad una migrazione dalle fattorie alle città con una conseguente diminuzione della quota relativa del lucrativa che sono impegnati in agricoltura. "

Fino al 1919, ha osservato, la maggior parte degli stabilimenti di produzione degli Stati Uniti hanno apprezzato la stessa elasticità prezzo favorevole che l'industria automobilistica ha continuato a godere attraverso 1920. "Un aumento della produzione ridotto sia i costi e dei prezzi, ma un aumento della domanda più che compensato l'aumento della produzione media in modo che il numero relativo di persone occupate nel settore manifatturiero è aumentato con ogni decennio. A causa di questo fatto fondamentale, quasi ogni produttore americano ha mantenuto quello che Henry Ford ora sostiene, cioè, che i miglioramenti nella produzione non causano la disoccupazione ... "Dal 1919, tuttavia, l'esperienza dei produttori è stata più vicina a quella dei contadini:" qualcosa della stessa natura sembra nell'ultimo decennio ad aver superato la produzione di manufatti più standardizzati. L'aumento della produzione per lavoratore non è stato accompagnato da un corrispondente aumento della quantità richiesta con la conseguenza che lo spostamento del lavoro è stato sensibile ".

E 'interessante il fatto che Paul Douglas ha ritenuto che le industrie di produzione negli Stati Uniti hanno superato il loro primo in termini di crescita dinamica per l'inizio del 1920. Manufacturing è la spina dorsale di un'economia industriale. Le stesse tendenze che Douglas osservata mezzo secolo fa hanno progredito verso uno stadio più avanzato di entropia. Ci sono sempre nuove industrie - computer, radio CB, dispositivi di riscaldamento solari, ecc - ma in qualche modo il vapore è uscito di produzione di innovazione. Ci sembra di essere a corto di idee per i prodotti utili di consumo. Quasi disperatamente stiamo guardando per le aree di nuova crescita. Tale è la competizione frenetica, ogni volta che appare un nuovo tipo di prodotto, che il mercato diventa rapidamente sovraffollata con i produttori, l'utile margini tuffo, e uno shakedown ne consegue. Forse era sempre in questo modo; ma ultimamente la situazione sembra essere peggiorata. D'altra parte, vi è stato un boom occupazione, come abbiamo notato, nel settore dei servizi e nel governo.

Alcune industrie a quanto pare sono diventati saturi in diversi punti nel tempo. Agricoltura ha raggiunto questa fase entro la fine del 19 ° secolo. Manufacturing, secondo Douglas ha colpito la sua fase di rallentamento della crescita entro la fine della prima guerra mondiale Mining mondiale ha subito una erosione dei posti di lavoro dal 1920. Nel prossimo anello di industrie fatiscenti può probabilmente la altre due produzione di beni industrie, trasporti e servizi di pubblica utilità e la costruzione del contratto. Poi il processo sarebbe assediato i servizi-fornire alle industrie guidati dal commercio all'ingrosso e al dettaglio. Le industrie di crescita in quest'ultimo, fase di decadenza sarebbero interessati con investimenti finanziari o di speculazione, l'assistenza sanitaria e servizi di custodia o di protezione, e in ultima analisi burocrazia governativa. Tali settori sono beneficiari di spostamento del lavoro delle industrie produttrici di merci.

La questione è se questi servizi valgono il prezzo che siamo tenuti a pagare in termini di tempo libero perduto. La questione è anche il modo sicuro lavoro di ogni lavoratore è in realtà quando l'uscita del suo lavoro diventa sempre più inutile. Chi potrebbe giustificare se stesso in un ben pagato lavoro, o in qualsiasi lavoro per quella materia, se l'economia ha subito una shakedown all'essenziale?

Quando lo spostamento del lavoro ha eseguito attraverso l'intera lista di industrie, quindi il mercato del lavoro nel suo complesso inizia ad affondare. L'intera struttura dell'occupazione ammorbidisce come un pezzo di frutta troppo matura. La disoccupazione aumenta così come la necessità di una maggiore benessere. Molti lavoratori diventare definitivamente spostati da un posto di lavoro retribuito. Vi è, infatti, una perdita netta di posti di lavoro in tutto il sistema economico - locale, nazionale e internazionale. Colui che non può adattarsi intelligentemente alle mutate circostanze perirà tra cui le economie nazionali. Più dello stesso o, come di solito è messo, "riconsacrazione" per scopi esistenti porterà al disastro.

 

SARANNO brevi ore del lavoro OFFSET LABOR CILINDRATA?

Per compensare la perdita complessiva di posti di lavoro, è necessario ridurre l'orario di lavoro generali nelle nazioni industriali avanzate in modo che l'occupazione può raggiungere con l'evoluzione tecnologica. Inventare nuove industrie o puntellare quelli vecchi non è la risposta Ci deve essere un salto di qualità nelle attività a cui le persone dedicano il loro tempo. Il materiale economico e diminuirebbe come salire culturale e spirituale.

Certo, gli esperti non sono d'accordo o meno questa è la tendenza a lungo termine e se lo spostamento del lavoro possono diventare permanenti. L'opinione della maggioranza è, forse, ancora quella che è stata espressa da Henry Ford II nel 1962 nel rapporto del Comitato di gestione politica del lavoro-sull'automazione. Ha scritto: "L'evidenza dei fatti indica fortemente che, mentre l'automazione sposta alcuni individui dai posti di lavoro che sono tenuti, il suo effetto complessivo è quello di aumentare il reddito ed espandere le opportunità di lavoro. La storia ci insegna che, in linea di massima, i lavoratori sfollati a causa progresso tecnologico hanno spostato rapidamente in un altro impiego, in ultima analisi, per meglio pagare posti di lavoro ".

Il buon senso ci dice, però, che un uomo d'affari non investirà in costose attrezzature che migliora la produttività a meno che non deriva un ritorno finanziario dell'investimento. Sia l'apparecchiatura serve a migliorare la qualità del prodotto in modo che un prezzo più elevato può essere caricata o più unità essere venduto allo stesso prezzo oppure consente l'imprenditore per produrre gli stessi prodotti ad un costo inferiore, aumentando l'efficienza produttiva. Un uomo d'affari non vorrebbe installare un sistema informatico, per esempio, se i suoi costi totali sono aumentate per l'elaborazione delle stesse informazioni. Pertanto, l'argomento su ben pagati programmatori e sistemi informatici analisti che sostituiscono gli impiegati a basso reddito è un mito, almeno nel caso di una particolare azienda.

La questione è se questo è vero anche a livello macroeconomico. Se tutti i datori di lavoro separato sono ciascuna attivamente l'installazione di attrezzature di lavoro per il risparmio, sarà il lavoro nel complesso essere salvato o sarà il surplus in qualche modo essere trasformata, con conseguente incremento dell'occupazione e della produzione? Ora entriamo nel dominio di economisti professionisti e dovranno prendere la loro parola.

Dalla nostra parte della tesi è il professor Wassily Leontief della New York University, vincitore del premio Nobel per l'economia 1973. Il professor Leontief ha detto al Congresso Mondiale della Federazione Internazionale dei Lavoratori Metalmeccanici: "Le nuove macchine, nuova tecnologia introdotta perché taglia i costi di produzione, si può, infatti, ridurre la domanda totale di lavoro - vale a dire, il numero totale di posti di lavoro disponibili in tutti i settori l'economia nel loro insieme in un dato tasso ... .. Vi è un problema .. di condivisione (il lavoro disponibile) direttamente o indirettamente, tra coloro che sono impiegati e quelli che non lo sono. Diffondere il lavoro attraverso la riduzione del numero di ore settimanali di lavoro e di giorni lavorativi all'anno fornisce una risposta a questa domanda ".

Questo è troppo astratto e teorico, i critici potrebbero lamentano. Non accettiamo i nostri calcoli matematici, le vostre testimonianze di esperti, le vostre generalità scintillanti sulla condivisione del lavoro. Citare alcuni esempi specifici di posti di lavoro che sono stati creati con le ore più corte. Questo è stato il succo del comitato interrogatorio a conclusione della testimonianza Frank Runnels 'a sostegno del disegno di legge Conyers.

Jim Stephens, il consiglio di minoranza sul personale Casa sottocommissione, ha osservato che "nel guardare i materiali che sono disponibili su questo tema, in particolare i prodotti di economisti - e penso qui, in particolare, dello studio pubblicato nell'ottobre 1989 della National commissione Politica di Manpower - per una serie di motivi, alcuni dei partecipanti a questa commissione ha concluso che la legislazione per ridurre la settimana lavorativa non creerebbe un numero sufficiente di posti di lavoro per giustificare il passaggio dell'atto. Si dice che ci sono così tante variabili economiche coinvolte che dei datori di lavoro possono benissimo tagliare indietro, e ci sarà un aumento dei costi e non ci sarà inflazione ... La sensazione che ho capito da tutto questo materiale è che c'è una mancanza di dati empirici per dimostrare che esiste una forte correlazione tra la riduzione della settimana lavorativa, aumentando il premio di ore straordinarie, e rendere più posti di lavoro a disposizione ".

Runnels girato la domanda verso Fred Gaboury, rappresentante personale del Comitato tutti i sindacati per accorciare la settimana lavorativa. Gaboury iniziato menzionando esperienze europee che hanno trovato una combinazione di aumento della produttività e maggiore occupazione. ". Ci sono differenze significative nella situazione occupazionale nei paesi europei e in Giappone" Stephens spazzolato questi da parte dicendo che Limitato nelle sue opzioni, Gaboury ha detto: "La cosa spiacevole è che la settimana lavorativa non è stato ridotto sostanzialmente per qualsiasi numero di lavoratori Stati Uniti. Quindi sarebbe molto difficile da misurare questo ". Stephens poi gli ha chiesto di fornire qualsiasi informazione vi era sulle ore abbreviato in industrie americane, e Gaboury ha promesso di rispettare.

Dopo la testimonianza, Gaboury è venuto verso di me, seduto tra il pubblico, e ha chiesto: "Hai alcuni dati sull'occupazione, non è vero?" Ho dovuto ammettere che le mie informazioni non era molto buono. Non avevo fatti con cui convincere quei membri del Congresso scettici. I fatti di qualsiasi tipo erano difficili da trovare. Ho dovuto ammettere che questo è stato uno dei collegamenti più deboli della nostra tesi.

 

Quali informazioni sono disponibili

Anche così, domanda Stephens 'stato un necessario e importante e merita una risposta attenta. Egli insisteva giustamente che l'argomento per la settimana lavorativa più corta scendere dal livello di generalità e calcolo approssimativo al livello di realtà. Con tali richieste, i sostenitori di una settimana lavorativa più corta sono stati gettati sulla difensiva, viene chiesto di prove che non può esistere o che sarebbe difficile da rilevare o ottenere. Ci sono diverse ragioni per questo:

(1) In mancanza di una legislazione per ridurre le ore di lavoro generali, più brevi ore avrebbero dovuto venire su iniziativa del datore di lavoro o attraverso accordi di contrattazione collettiva. Tali datori di lavoro e / o sindacati sarebbero gli unici ad avere accesso a informazioni dettagliate sul loro impatto sul lavoro.

 Qui dobbiamo riconoscere un potenziale conflitto di interessi. I datori di lavoro non sono desiderosi di diffondere informazioni che possa menomare la dignità in qualità di responsabili. Se il loro esperimento di breve-workweek riesce a ridurre l'assenteismo o nel migliorare la produttività o lavoratore morale, vi diranno tutto il mondo su di esso. D'altra parte, se l'esperimento porta ad una maggiore occupazione, ciò indica che la produttività non è aumentata in misura sufficiente a compensare il calo ore. Ogni nuovo dipendente che deve essere assunto rappresenta un aumento del costo del lavoro e un calo dei profitti. Maggior parte dei datori di oggi si sentono in affari per guadagnare profitti, non per risolvere il problema della disoccupazione della società. Pertanto, tali prove che possono esistere dei loro "fallimento" non può mai vedere la luce del giorno.

Inoltre, naturalmente, dove i sindacati stanno spingendo per una settimana lavorativa più corta, la gestione sarebbe naturalmente riluttanti a rilasciare informazioni che potrebbero dare loro le munizioni al tavolo delle trattative. Frank Runnels alluso a questo problema nella sua testimonianza davanti alla sottocommissione House. Egli ha detto: "Stimiamo - e non abbiamo i dati per dimostrare che, General Motors non ci darà le cifre -, ma si stima che i giorni PPH che sono stati negoziati in UAW hanno aumentato l'occupazione di circa il 2-3 per cento. "

(2) In mancanza di una legislazione, molti datori di lavoro non avrebbe preso in considerazione di ridurre la settimana lavorativa a meno che il cambiamento di ore viene introdotto ad un ritmo più lento rispetto ai guadagni di produttività. Essi possono decidere di dividere il dividendo di produttività più generosamente per il tempo libero nei confronti di salari più alti, ma non acconsentono a dare ai lavoratori più tempo fuori di quello che gli aumenti di produttività avrebbero giustificare. Questo preclude praticamente la possibilità che saranno creati nuovi posti di lavoro. Se le ore sono ridotte ad un ritmo più lento rispetto al tasso di miglioramento della produttività, non creerà nuovi posti di lavoro ma si limita a rallentare il processo di erosione di posti di lavoro che altrimenti sarebbe avvenuta.

Per esempio i lavoratori delle telecomunicazioni in Pennsylvania ha vinto un accordo con la compagnia telefonica per limitare gli straordinari e ridurre il workweeks degli operatori a 37 1/2 ore al fine di salvare posti di lavoro. "Ha fatto la riduzione del 6 per cento in ore provoca un aumento del 6 per cento dell'occupazione operatore? "No, ma lo ha fatto fusto e rallentare la pista per slitta di posti di lavoro dell'operatore. E un lavoro salvato da non essere sparato è la stessa come lavoro assunto ".

(3) Con i miglioramenti di produttività, la natura dei lavori prima e dopo la modifica è frequentemente alterata. Spesso i nuovi posti di lavoro sono più intensità di capitale di quelli vecchi. Pertanto, non può essere sempre possibile confrontare "le mele con le mele" nella valutazione dei livelli occupazionali.

Questi sono tre buone scuse perché noi sostenitori di una settimana lavorativa più corta sono stati in grado di fornire prove più convincenti per sostenere la nostra tesi centrale, che le ore più brevi sarebbero creare posti di lavoro. Ho la sensazione che i critici sarebbero rimasti impressionati. Da qualche parte nel mondo industrializzato ci deve essere uno o due pezzi di solide prove a sostegno della teoria creare posti di lavoro, se davvero è corretto. Solo per la cronaca, poi, vorrei offrire i seguenti esempi, citando direttamente dalla fonte:

(1) Da fuori degli USA News & World Report: "(The) Meisel Photochrome Corporation, ad Atlanta ... commutato il suo impianto da una settimana standard di cinque giorni in sette giorni - due turni di 3 1/2 giorni ciascuno. Impiegati lavorano 36 ore, ma vengono pagati per 40 se la loro presenza è perfetto. Anche se costo totale del lavoro sono più alti perché 28 nuovi impiegati dovevano essere assunti, vice presidente Meisel Tom W. Melder dice: "I nostri costi del lavoro sono in realtà meno per lavoratore. Overtime è praticamente nulla. Le vendite sono aumentate del 25 per cento. reclutamento di lavoro è indolore .. "

(2) Da Der Spiegel (tradotto dal tedesco): "Sigurd Luberichs, il personale direttore del Willicher Hannen Brewery, ha già capito: se le ore di lavoro generali sono state ridotte da otto a sette ore, la sua azienda ... debba immediatamente sette nuovi dipendenti. "

(3) Dal Wall Street Journal: "Mr. Bluestone del dipartimento GM della UAW dice che quando l'Unione ha vinto tempo sollievo - tempo paid fuori ogni giorno - nel 1964, l'industria ha dovuto assumere circa 9.000 lavoratori in più in modo che il lavoro possa procedere mentre gli uomini hanno preso le loro pause. (Produttori di auto concordano sul fatto che le disposizioni di soccorso in tempo le avevano indotte nuove assunzioni, ma dicono che non hanno mai calcolato l'importo.) "

(4) da tutto il consiglio: "programmi di lavoro di condivisione di recente sono stati lanciati da molte nazioni europee occidentali come mezzo per combattere la disoccupazione ... funzionari tedeschi stimano che lo scorso anno la disoccupazione è stata ridotta di 170.000 persone attraverso il lavoro di condivisione - un sistema che ha dimostrato di essere meno costoso per l'erario governo rispetto ai programmi recessione legati convenzionali. "

(5) Da ore di lavoro in paesi industrializzati, un libro pubblicato dall'Ufficio Internazionale del Lavoro: "In Francia, l'inchiesta del campione (di cui sopra) tra quelle aziende che hanno ridotto le ore di lavoro nel 1968-69 sulla base del livello di industria accordi hanno mostrato che il 48 per cento di loro ha assunto lavoratori aggiuntivi, il 38 per cento installato nuovi impianti, e il 27 per cento ha introdotto il lavoro a turni estesa ".

Si potrebbe aggiungere che la Commissione delle Comunità europee con sede a Bruxelles, ha una commissione permanente per lo studio dei problemi occupazionali. La possibilità di ripartizione del lavoro è stato portato all'attenzione del Comitato in questi ultimi anni. Uno studio è stato fatto di esso in preparazione della conferenza tripartita tenutasi nel novembre 1978. Il rapporto del comitato ha dichiarato: "C'è stato un ampio consenso presso il Comitato permanente per l'occupazione che le misure di ripartizione del lavoro hanno un ruolo importante da svolgere nella riduzione della disoccupazione entro una politica globale ... Nel corso della discussione, sono stati menzionati i seguenti possibili forme di condivisione del lavoro: la riduzione dell'orario di lavoro; l'estensione delle ferie annuali; restrizioni al lavoro straordinario; l'abbassamento dell'età pensionabile ... Il Comitato non ha ritenuto opportuno fare qualche suggerimento specifico in questa fase tra le varie misure, ma hanno concordato l'obiettivo generale di ridurre il numero annuale di ore di lavoro per l'uomo ".

Presumibilmente, "ampio consenso" del comitato si è basata su un qualche tipo di informazioni empiriche stabilire una connessione tra riduzione del tempo di lavoro e più alto (o stabilizzato) di occupazione. Non posso dirlo con certezza, non avere accesso ai propri dati. Inoltre, nel mese di agosto del 1979, Economic Planning Agency del Giappone ha emesso un nuovo piano di 7 anni che ha incluso l'obiettivo di ridurre la disoccupazione dal 2,2% al 1,7% entro la fine di questo periodo. Il Wall Street Journal ha riferito che, tra i suoi punti, "architetti economiche hanno detto che avrebbero incoraggiare le imprese giapponesi ad adottare la cinque giorni di settimana lavorativa e ridurre l'orario di lavoro, 'con l'obiettivo di portare pratiche giapponesi vicino a equivalenti a quelli negli Stati Uniti e in Europa . "Anche in questo caso, le informazioni di base che è andato in quella decisione non è disponibile, almeno per quelli di noi che sono analfabeti in lingua giapponese.

Tutto ciò che si può dire a questo punto è che in Europa occidentale e in Giappone, dove è stato recentemente tagliato la settimana lavorativa, ulteriori tagli sembrano essere considerato come un passo concreto verso la riduzione della disoccupazione e il raggiungimento degli obiettivi sociali desiderabili; mentre negli Stati Uniti, dove le ore di lavoro sono stati stagnanti, le proposte di una settimana lavorativa più corta si ritiene siano fallaci. economisti americani sono pronti a dare il loro parere di questa idea - vale a dire, a smentirlo - ma sembra disinteressato nello sviluppo di nuove informazioni sul tema. Come il concetto di una terra piatta, lo schema di breve tempo di lavoro è qualcosa che gli scienziati smentite molto tempo fa. Se questo è il caso, si potrebbe sperare di trovare un posto nella letteratura economica la confutazione definitiva. Tuttavia, un premio Nobel per l'economia che si oppone la settimana lavorativa più corta ha ammesso: "Purtroppo, non so di un unico libro che tratta queste questioni completo."

Mi è stato consigliato più di una volta, quando un gruppo di ricerca con cui faccio parte è stato domanda per una borsa di studio per fare un sondaggio sull'atteggiamento della gente verso riduzione del tempo di lavoro, che dobbiamo far finta nell'applicazione che l'indagine era in qualche altro soggetto come Flex-tempo e cercare di intrufolarsi l'angolo di breve-workweek in un secondo momento. No fondazione, società, università o ente governativo privato toccherebbero una proposta così avere connotazioni politiche. E 'stata una rivelazione per me fare il giro di queste organizzazioni di finanziamento i cui depliant dire che sono interessati a sponsorizzare progetti che "effettivamente aiutare economicamente svantaggiati" e dare la priorità a quelli che cercano "soluzioni innovative e creative", o anche quelli che sono stati specificamente istituita per indagare sulle cause della disoccupazione, e per imparare la loro reazione al nostro piuttosto modesta proposta. Tra le altre cose, ho imparato che, a quanto pare, studiando gli effetti di ore più corte non appartiene propriamente al campo dell'economia, ma alla sociologia o una nuova disciplina chiamata "studi per il tempo libero".

Tali informazioni, che gli economisti saranno divulgare in questi giorni circa la settimana lavorativa più corta è suscettibile di essere avvolto in un modello econometrico cui equazioni sono quasi opaco per me come la lingua giapponese. (Un'altra tecnica mistificante era una volta, quando ho chiesto informazioni dettagliate sul calcolo della produttività da un'agenzia federale, per l'invio di un tabulato, senza didascalie verbali di qualsiasi tipo, e nessuna lettera esplicativa.) Tuttavia, ho letto attraverso molte di queste produzioni accademiche in uno sforzo per imparare il motivo per cui la proposta di combattere la disoccupazione, riducendo la settimana lavorativa è pensato per essere fallace. Mi sembra che il caso contro la ripartizione del lavoro si riduce a due o tre argomenti fondamentali sollevate ancora e ancora. Vorrei ora citare gli economisti che hanno fatto ogni tipo di argomento e quindi offrire i miei argomenti per mezzo di confutazione.

 

1. USCITA totale sarebbe di goccia con un workweek più corto.

I professori Jeffrey M. Perloff e Michael L. Wachter della University of Pennsylvania ha presentato un documento dal titolo "Condivisione Lavoro, Disoccupazione, e il tasso di crescita economica" al convegno nazionale su "Tempo di lavoro e occupazione" nel mese di ottobre del 1978, che è stato sponsorizzato da parte della Commissione nazionale per la politica Manpower. Il loro studio è stato finanziato dalla Fondazione General Electric e il National Institutes of Child Health e lo sviluppo umano.

Nel loro documento i professori hanno scritto: "A volte si suggerisce che la condivisione ore disponibili ridurrebbe la disoccupazione senza abbassare i redditi dei lavoratori. Questo argomento sembra essere basata sulla convinzione che vi è una quantità fissa di lavoro disponibile che non è sensibile al salario. In questo scenario, le ore di lavoro sono ridotte, la forza lavoro è espanso per mantenere totale ore-uomo invariato e il tasso di retribuzione oraria è aumentata per mantenere reddito totale per lavoratore invariato. La tesi ore fisse, tuttavia, non può assolutamente reggere. Se i datori di lavoro sono costretti a pagare salari più alti, il costo del lavoro delle imprese aumenterà. I datori di lavoro di fronte a un aumento dei costi del lavoro in grado di ridurre la produzione o sostituire altri fattori di produzione per il lavoro ora più costose. Anche nel breve periodo, la curva di domanda di lavoro degrada verso il basso. "

Opinioni analoghe sono state espresse da altri due economisti che hanno testimoniato contro il disegno di legge Conyers nel mese di ottobre 1979. Il professor John Owen della Wayne State University ha detto il sottocomitato di casa: "Se la condivisione di lavoro semplicemente ridistribuito un totale fisso di ore-uomo di lavoro, si sarebbe difeso da molti come un modo per condividere le opportunità di lavoro con quelli che altrimenti sarebbero disoccupati. Ma le politiche di condivisione lavoro non devono in pratica fare di più che semplicemente condividono un numero fisso di opportunità: Essi possono ridurre la domanda di lavoro, aumentare (o diminuire) la sua offerta, e influenzare il livello di occupazione, la disoccupazione, e l'uscita in altri modi.

Marvin H. Kosters dell'American Enterprise Institute ha testimoniato: "Una riduzione della settimana lavorativa di serie con meno ore di lavoro straordinario indotto da un premio straordinario più elevato non sarebbe tradotta in un corrispondente aumento proporzionale in nuovi posti di lavoro, anche se costo orario del lavoro sono rimasti invariati. Ci sarebbe una grande quantità di 'perdite', parte della quale sarebbe stata tradotta in riduzione della produzione e del reddito reale per l'economia. Se la settimana lavorativa standard di 35 ore è diventato, fabbriche, negozi, uffici e stabilimenti di servizio sarebbero in molti casi semplicemente aperto per un minor numero di ore, e la quantità totale di beni e servizi prodotti ogni settimana sarebbero più bassi. Ciò, naturalmente, essere accompagnata da redditi reali più bassi che vengono generati dalla produzione, e che sarebbero disponibili per l'acquisto di beni e servizi ".

Nel corso del loro sviluppo professionale, tali economisti senza dubbio è stato esposto a concetti di Alfred Marshall in materia di prezzi e costi marginali. Secondo la concezione di Marshall, ciascun prodotto ha una curva di domanda che indica quali saranno richiesti quantità a quale prezzo. In generale le quantità che vengono richiesti variano inversamente con il prezzo. Ad esempio, quando un cliente in un supermercato si accorge che il prezzo del gambero è salito a $ 12,00 al chilo, si può decidere di acquistare le ostriche, invece. Lei avrebbe potuto continuare a preferire i gamberetti a 10,50 $ la libbra. Ogni cliente ha un punto di sensibilità al prezzo per la merce diversa. Per il mercato nel suo complesso, gli economisti possono tracciare su un grafico le quantità di merce che i clienti decideranno di acquistare ad ogni livello del prezzo. Questa è la sua curva di domanda.

Il lavoro è diverso da qualsiasi altra merce, dicono questi economisti. Quando il suo prezzo sale, la quantità che è richiesta va giù. Pertanto, se i salari settimanali dei lavoratori sono mantenuti come ore sono ridotte, l'aumento dei costi del lavoro da nuove assunzioni ridurranno la domanda complessiva di lavoro.

Il lavoro non è come ogni altra merce, però. In primo luogo, il suo acquirente, il datore di lavoro, deciderà di non acquistare solo se non necessita del lavoro o se vi è un sostituto pronto. Molti economisti sostengono che le spese di capitale offrono un sostituto per il lavoro e ad un certo punto hanno ragione. Con riduzione dell'orario di lavoro, alcuni datori di lavoro potrebbero investire in impianti e attrezzature supplementari per compensare l'aumento del costo del lavoro. Che tenderebbe ad aumentare la produttività del lavoro. Gli aumenti di produttività, a sua volta, tenderebbero a spostare lavoro, sia stimolando la richiesta di ulteriori riduzioni della settimana lavorativa e facilitare il cambiamento finanziariamente. Ad un certo punto, l'acquisto di beni strumentali per ottenere ulteriori guadagni in termini di produttività sarebbe raggiungere l'equilibrio con il costo del lavoro. Considerando che il tasso primario di interesse è salito al 20% nella memoria recente e che il costo dell'energia è stato in forte aumento, mi aspetterei che questo punto potrebbe essere raggiunta abbastanza presto, se davvero non è già stata passata.

Un secondo punto riguarda la questione se l'acquirente del lavoro, il datore di lavoro, potrebbe prendere una decisione razionale di non comprare il lavoro, se una settimana lavorativa più corta ha aumentato il suo prezzo. Certamente, un datore di lavoro può sempre decidere di non comprare il lavoro. Egli può chiudere o ridurre le operazioni o cercare di tagliare gli angoli, costringendo i suoi dipendenti per gestire più lavoro di quanto non in grado di gestire in modo sicuro o competenza. Tuttavia, se la domanda di vendita del prodotto è lì, è improbabile che il datore di lavoro decide di non assumere la manodopera necessaria per produrre ciò che può essere venduto ad un profitto. E 'un po' più probabile che egli può scegliere di prendere la seconda via, lesinare sulla qualità del prodotto, la sicurezza dei dipendenti, o il servizio clienti. Alcuni uomini d'affari non funzionano in questo modo; essi oi loro successori pagare per lo più tardi, sotto forma di vendite o perdita di dipendenti ridotti. In breve, la maggior parte degli imprenditori non sono scoraggiati dai maggiori costi del lavoro di produrre la maggior quantità di prodotto come può essere venduta con profitto.

Un'altra questione è se con una settimana lavorativa più corta l'aumento del costo del lavoro potrebbe salire i prezzi, al punto che la domanda per il prodotto del datore di lavoro si sarebbe dissolto. Se un solo datore di lavoro nel settore adottato ore più brevi, forse che sarebbe accaduto. Tuttavia, una settimana lavorativa più corta che viene introdotto attraverso la legislazione dovrebbe influenzare tutti i datori di lavoro domestico in modo simile. Coperto dalla stessa legge, sarebbero stati tutti sentono la stessa compressione dei costi e sperimentare una simile esigenza, se del caso, di aumentare i prezzi. Gli svantaggi competitivi devono lavarsi.

A livello internazionale, naturalmente, i datori di lavoro sono coperti da diverse leggi sul lavoro. datori di lavoro americani sostengono, quindi, che una settimana lavorativa più breve avrebbe messo merci statunitensi in svantaggio nel mercato mondiale. Molte cose si possono dire su questo argomento. In primo luogo, vi è un crescente senso di comunità economica internazionale e della necessità di trattare i problemi in tutto il mondo, tra cui il problema dell'occupazione attraverso la cooperazione tra le nazioni. L'Organizzazione Internazionale del Lavoro ha attivamente set standard di lavoro per più di 60 anni. Non inconcepibilmente, i principali paesi industrializzati potrebbero coordinare gli sforzi nazionali per ridurre la settimana lavorativa in modo che nessuno possa approfittare di un altro modo competitivo. In mancanza di ciò, i governi nazionali non, ovviamente, mantengono il potere di rendere le merci importate artificialmente costoso attraverso tariffe protettive.

L'ultimo punto è questo: se riduzione dell'orario di lavoro dei datori di lavoro feriti nella competizione commerciale internazionale, allora perché sono produttori giapponesi, Germania occidentale, francesi e scandinavi che hanno tagliato i loro workweeks negli ultimi venti anni è riuscito a catturare una quota progressivamente più grande del mondo mercato a scapito dei produttori statunitensi i cui workweeks sono rimasti gli stessi?

Alcuni economisti hanno sostenuto che, a prescindere da considerazioni di concorrenza, la domanda complessiva di beni e servizi di consumo potrebbe diminuire con i prezzi più elevati causata da orario ridotto. Tuttavia, la domanda di beni e servizi dipende non solo dal livello di prezzo ma anche sul livello del committente di reddito. Se la potenza totale d'acquisto dei consumatori ha tenuto il passo con l'aumento generale dei prezzi, allora la domanda dei consumatori non dovrebbe rallentare. Una settimana lavorativa più corta che ha creato nuovi posti di lavoro per i disoccupati e per i sottoccupati, senza ridurre il livello di retribuzione settimanale sarebbe sicuramente fortificare la domanda dei consumatori. Abbassare i tassi di disoccupazione dovrebbero dare alla gente una rinnovata fiducia per fare acquisti importanti. Un'economia "piena occupazione" sarebbe molto più robusto di quello che porta troppo lenta produttivo.

Coloro economista che parlano di uscita inferiore manca il punto di tutta la settimana lavorativa più corta: per mettere i disoccupati di nuovo a lavoro. Impiegato, queste persone sarebbero producendo, guadagnando, la spesa, e consumare, piuttosto che sussistente sul pubblico sussidio di disoccupazione. Quando i critici parlano di "un aumento dei costi del lavoro", che a quanto pare dimenticare che questi costi sono costituiti da salari pagati a persone che erano in precedenza disoccupati. Questo denaro non è perduto; piuttosto, il salario che i lavoratori passano vengono riciclati attraverso l'economia per stimolare uscita. Non solo gli operai recentemente impiegati hanno soldi da spendere, ma avrebbero anche diventare ammissibili per il credito. Un effetto moltiplicatore potrebbe avvenire in relazione al potere d'acquisto dei consumatori.

Il EconomicCommittee congiunta del Congresso ha stimato che tra il 1970 e il 1976 l'economia statunitense ha perso $ 600 miliardi di 1972 prezzi in perdita di produzione a causa della disoccupazione. Questo è ciò che è responsabile per la "torta più piccola" di cui economisti parlano frequentemente. Troppi sono afflitti con "visione a tunnel", o un modo meccanico unimaginatively di pensare l'economia. Dobbiamo cominciare a pensare organicamente l'economia come ha fatto Henry Ford quando, introducendo la settimana di 40 ore a metà degli anni 1920, ha detto: "E 'l'influenza di svago su consumo che rende il giorno corto e la settimana corta così necessari. Le persone che consumano la maggior parte delle merci sono le stesse persone che li fanno. Questo è un fatto che dobbiamo non dimenticare mai - che è il segreto della nostra prosperità ".

Gli uomini d'affari e gli economisti di mezzo secolo fa sembrava essere un qualche salto avanti di gruppo di oggi. Il Comitato di Presidenza sui cambiamenti economici recente ha detto nella sua relazione 1929 "strettamente legato alla maggiore velocità di produzione-consumo di prodotti è il consumo di tempo libero. Fu durante il periodo coperto dal sondaggio che la concezione del tempo libero come 'consumo' ha cominciato ad essere realizzati su nel mondo degli affari in modo pratico e su larga scala. Ha cominciato ad essere riconosciuto, non solo che il tempo libero è 'di consumo', ma che la gente non puo 'consumare' per il tempo libero senza consumare beni e servizi, e che per il tempo libero, che risulta da una maggiore produttività uomo-ora contribuisce a creare nuovi bisogni e nuovi e più ampi mercati ".

 

 PRODUTTIVITÀ POTREBBE declino come persone non qualificate molti divennero impiegati.


Anche in questo caso, professori e Perloff Wachter conducono l'attacco alla piena occupazione. Nel loro documento consegnato in occasione della conferenza sul tema "Tempo di lavoro e occupazione", hanno sostenuto: L'esempio popolare di divisione del lavoro, tuttavia, non è fattibile. La barriera importante lavorare la condivisione è la mancata corrispondenza fondamentale tra le competenze presenti nelle piscine occupazione e di disoccupazione ... C'è una marcata tendenza per l'occupazione deve essere ponderata verso le professioni qualificate e per la disoccupazione a essere concentrata nel settore dei mestieri non qualificati. Il lavoratore medio disoccupati ha livello troppo basso un'abilità per riempire le ore uomo dei lavoratori in media i lavoratori la cui ore sono stati ridotti al fine di condividere il lavoro. Per esempio, mentre 26,0 per cento del pool di occupazione era professionale e manageriale, solo il 10,8 per cento dei disoccupati erano in queste categorie. "

Questo è il vecchio argomento circa la disoccupazione strutturale che è stato discusso nel Capitolo 1. Per non ripetere la discussione, lasciatemi dire brevemente quello che ritengo essere sbagliato con l'argomento dei professori. La questione principale è se i disoccupati, dato un ragionevole lasso di tempo e di formazione sul posto di lavoro, in grado di gestire il lavoro in quei posti di lavoro che potrebbero diventare disponibili attraverso la ripartizione del lavoro - non se hanno le competenze o le credenziali certificabili. L'America è stata costruita da persone che erano "non qualificata" di fare quello che dovevano fare. Eppure, perché hanno vissuto in una società meno sviluppata, erano liberi di provare. Opportunità per sé in grado di stimolare una migliore performance. preparazione educativa non può essere molto importante come i professori vorrebbero farci credere.

Il peccato di esso è che ci sono così tante persone di talento deperimento nelle varie burocrazie - frustrati, soffocati, facendo un lavoro che non devono essere fatte e farlo male. Quale di loro produttività? Come potrebbe non riuscire a migliorare come orario ridotto ha permesso loro più spesso di arrampicarsi fuori dalla loro routine? Per quanto riguarda le persone di abilità più marginali che possono o non possono essere disoccupati, tutte le preoccuparsi loro produttività è assurdo quando l'alternativa è l'inazione totale. Chi può ragionevolmente sostenere che l'economia non trarrebbe beneficio se divennero produttivamente impiegate, tuttavia inefficiente? Forse la migliore confutazione a persone come Wachter e Perloff è semplicemente l'esempio di coloro che, data una possibilità, è riuscito ad eseguire oltre le loro capacità previsto.

 

Meno ore non ridurrebbe disoccupazione, dal momento nonparticipants MOLTI sta per entrare nel mercato del lavoro e MOONLIGHTING aumenterebbero.

Perloff e Wachter non hanno trascurato per stabilire un contatto in questo settore sia. Nel documento di cui sopra che ha scritto: "La condivisione del lavoro ha il suo impatto, non per la creazione diretta di posti di lavoro (a orario ridotto), ma attraverso un effetto indiretto sui salari di mercato ... Se i salari minimi e livelli di pagamento trasferimento rimangono invariati, l'aumento del salario relativo mercato causerà un aumento coloro che sono disposti a lavorare. I lavoratori che attualmente fanno parte del pool di disoccupazione, così come quelli che sono fuori della forza lavoro, sono suscettibili di trovare nuovi posti di lavoro a tempo parziale ai salari più alti interessanti. Il risultato dovrebbe essere un aumento dell'offerta di lavoro e l'occupazione. La quantità di disoccupazione può o non può diminuire. "

Più tardi, hanno detto: "Forse l'impatto più importante di condivisione del lavoro, tuttavia, sarebbe stato un aumento del numero di lavoratori che optano per due posti di lavoro. Nella misura in cui la condivisione del lavoro non si è evoluto da un desiderio per le ore più corte tra gli individui, il probabile impatto sarebbe stato un aumento significativo nel lavoro nero ".

La questione lavoro nero, in particolare, è il Bugaboo che è stata perseguita la causa di breve-workweek negli ultimi quarant'anni. Da quando qualcuno ha scoperto che i lavoratori in gomma Akron con il loro 6 giorni 36 ore settimana lavorativa tenuto una proporzione maggior numero di secondi posti di lavoro, gli esperti sono stati ci dicono che una settimana lavorativa più corta sarebbe sarebbe solo portare ad un aumento lavoro nero e così il suo scopo di creare posti di lavoro per i disoccupati sarebbero stati sconfitti.

Un modello di questo parere è apparso nel mio giornale locale diversi anni fa: "una settimana lavorativa più corta, un obiettivo perseguito da molti grandi sindacati, non fornirà più posti di lavoro e aumenterà lavoro nero in base a un consulente di gestione di Chicago. Dr. Woodruff Imberman di Imberman & Deforest detto a un seminario presso la Drexel University Giovedi che le campagne sindacali per workweeks più brevi sono controproducenti. 'Gli Stati Uniti Bureau of Labor Statistics ha trovato due anni fa, che una settimana lavorativa più corta porta principalmente a più lavoro nero, piuttosto che ad una maggiore occupazione', ha detto Imberman. 'Nel nostro studio di follow-up all'inizio di quest'anno,' ha detto, 'abbiamo trovato tra i lavoratori di gomma con la loro settimana di 35 ore, tra elettricisti a New York con la loro settimana di 32 ore, e tra i lavoratori delle acciaierie di Pittsburgh con il loro 13- settimana vacanze sabbatici, che questi impiegati non usano il loro tempo in più per il tempo libero. Cercano e trovano posti di lavoro a tempo parziale suscettibili di essere soddisfatte dai disoccupati. ' "

"Luna blu" fa appello non solo alle nostre immaginazioni visive, ma alla mentalità mercato segmentazione che gli esperti oggi sembrano avere. Le statistiche per le varie categorie professionali, industriali, sessuali, razziali, coniugali, o di età sono facilmente disponibili e sembrano avere un grande significato sociale. Tali informazioni è veloce agli onori della cronaca, interpretati in qualsiasi direzione gli editori percepiscono una storia. Per esempio, il Wall Street Journal titolava questa voce nel 1977: "Moonlighting cere come più le donne prendono un secondo lavoro". (Il tasso di lavoro nero per le donne allora era ancora nettamente inferiore a quello degli uomini.) La storia diceva: "Secondo un dipartimento del lavoro sondaggio, il numero di americani che regge due o più posti di lavoro è salito lo scorso anno da un insolitamente grande 600.000 a un record di 4,6 milioni, sollevando la percentuale degli occupati che erano moonlighters al 5%. "

Ciò che queste storie non rivelano è che il tasso di lavoro nero negli Stati Uniti è stato sospeso intorno al marchio del 5% negli ultimi venti anni. Dal 1956, quando il BLS ha iniziato a comunicare queste statistiche, il tasso di jobholding multipla ha spaziato ogni anno tra un massimo di 5,7% nel 1963 e un minimo di 4,5% nel 1959 e di nuovo nel 1974. Il tasso nel 1978 era del 4,8%. Semplicemente non c'è prova di una "tendenza" verso una maggiore lavoro nero.

Per quanto riguarda l'argomento che i lavoratori su workweeks più brevi hanno un tasso di lavoro nero superiori a quelli settimane lavorative regolari e, di conseguenza, una marea di lavoro nero sarebbe fagocitare l'economia se la settimana lavorativa normale sono stati ridotti, la logica è difettoso. workweeks più brevi di oggi sono abbastanza inusuale. I modelli sociali per accoglierli sono ancora poco sviluppata. A lavoratori che lavorano notevolmente meno ore del suo vicino di casa può sentire una pressione sociale, personale, o forse coniugale per cercare un secondo lavoro per timore di apparire ambizioso e pigro. D'altra parte, se tutti i capifamiglia sul blocco lavorato meno ore, poi ognuno avrebbe sentirsi soddisfatti di aver fatto il suo dovere economica e poteva fare quello che voleva veramente a che fare con il tempo supplementare.

Questo tipo di critica manca il senso della misura e proporzione. Premesso che il tasso di lavoro nero potrebbe aumentare se la settimana lavorativa è diventato più breve, tutto questo significa è che ci sarebbe stato un certo raddoppiare indietro nel processo di creazione di occupazione. Ciò non significa che con uno sforzo d'immaginazione, che i disoccupati non guadagnerebbero tutti i lavori. Un tasso di lavoro nero 5% rappresenta certo una minaccia per l'occupazione. Supponiamo che questo tasso è raddoppiato - al 10% - e che tutti i moonlighters hanno posti di lavoro a tempo pieno, il loro uomo-ore aggiuntive avrebbero togliere solo circa il 20% del guadagno in ore-uomo di lavoro retribuito, che a 32 ore settimana potrebbe dare ai disoccupati.

L'argomento maggiore lavoro nero è un falso problema. Per rifiutare di aiutare i disoccupati perché abbiamo paura che potremmo non essere del tutto efficace è sicuramente nessun aiuto a loro. Se i lavoratori impiegati prendono un secondo lavoro perché hanno bisogno i soldi o perché permette loro di esercitare talenti inutilizzati o perseguire interessi reali, allora questo è del tutto una esperienza positiva e dovrebbe essere incoraggiata se i nuovi posti di lavoro sono prese da disoccupati o da coloro non nella forza lavoro che può essere altrettanto indigenti è anche un falso problema. Il vero problema è se la settimana lavorativa media a tempo pieno negli Stati Uniti potrebbe essere notevolmente ridotto senza ridurre il tenore di vita.

 

IL RISULTATO PROBABILE

Quibbling a parte, ciò che potrebbe realmente accadere se la settimana lavorativa sono stati tagliati da 40 ore settimanali a 35 o 32 ore settimanali e dei lavoratori ha ricevuto lo stesso salario settimanale? Ci sarebbe un aumento della pressione sui lavoratori per ottenere il lavoro fatto nel tempo a disposizione e la pressione sui costi del lavoro come bene. Questo è, naturalmente, quello che i critici stanno suggerendo - con qualche ragione. Tuttavia, gli effetti negativi immediati avrebbero un rivestimento d'argento. Per far fronte ai costi del lavoro aggiuntivi, i datori di lavoro potrebbero riorganizzare le routine di lavoro per consentire il lavoro da svolgere in modo più efficiente. Essi potrebbero investire in impianti e attrezzature supplementari per compensare l'aumento del costo del lavoro. Potrebbero reprimere assenteismo e ritardi o ideare nuovi incentivi per i lavoratori per migliorare la loro produzione. Qualsiasi altra cosa tali misure potrebbero realizzare, servirebbero per aumentare la produttività.

In secondo luogo, il datore di lavoro può assumere più lavoratori. Se il livello delle vendite è rimasto stabile o è aumentata, i datori di lavoro vogliono mantenere la produzione ad un livello per soddisfare la domanda di vendita. Se l'attuale squadra di lavoratori non poteva soddisfare funzionare un minor numero di ore nel corso della settimana, il datore di lavoro avrebbe avuto altra scelta che assumere più persone. Questo, naturalmente, è il punto centrale di una settimana lavorativa più corta - per creare posti di lavoro per i disoccupati.

Se la settimana lavorativa fosse ridotto, il risultato più probabile sarebbe una combinazione di maggiore produttività e maggiore occupazione. Uno dovrebbe essere consapevole, tuttavia, che questi due effetti non stanno confermando reciprocamente, come alcuni pretendono, ma si verificano in un compromesso. La maggiore i guadagni in termini di produttività, saranno necessari i lavoratori meno per gestire un determinato pezzo di lavoro. Se l'occupazione aumenta più velocemente di quanto il lavoro, quindi la produttività può diminuire.

Il datore di lavoro deve valutare le sue esigenze particolari per la produzione di costo-efficacia. Da un lato, una maggiore produttività può essere acquistato al prezzo di investire in attrezzature, formazione del personale, o il software operativo. Questo approccio è limitato dalla disponibilità e costo del denaro Più occupazione, invece, sarebbe stato comprato a costo di retribuzione aggiuntivi e benefici per i nuovi dipendenti. In una certa misura, tuttavia, questo costo sarebbe compensato da risparmi nei contributi al fondo disoccupazione e altre spese sociali se i nuovi risultati assunzioni in termini di disoccupazione più basso. Se il denaro scarseggia, l'assunzione di persone potrebbe apparire particolarmente attraente.

In assenza di controlli dei salari e-prezzo, è quasi impossibile garantire che i salari sarebbero stati regolati in modo particolare se sono state tagliate le ore di lavoro. Tali controlli sarebbero notevolmente complicare la procedura e sono, inoltre, del tutto inutile. le forze del libero mercato potrebbero curare gli interessi sia del datore di lavoro e lavoratore. In ultima analisi, farebbe poca differenza se, con una settimana lavorativa più corta, i salari sono stati mantenuti alla stessa tariffa settimanale o ogni ora. Se il datore di lavoro paga la stessa settimana salario, egli potrebbe dover passare lungo l'aumento dei costi del lavoro per il consumatore, sotto forma di prezzi più elevati, che tenderebbero a ridurre il potere d'acquisto dei salari dei dipendenti. D'altra parte, se il datore di lavoro paga lo stesso salario orario e un salario settimanale inferiore, che potrebbe alla fine sono costretti ad alzare la tariffa oraria di trattenere i suoi collaboratori esperti come il livello di disoccupazione è sceso Attraverso l'offerta e la domanda, si sarebbe trasformato in un venditore di mercato per il lavoro.

La scelta, quindi, non è tra tagliare la torta economica più favorevole per il datore di lavoro o per il dipendente, ma tra una economia di piena occupazione e di quello che abbiamo ora, un'economia "due livelli", in cui alcune persone sono overemployed in termini di ore e reddito, mentre altri sono sottoccupati. La nostra è una spaccatura tra economia coloro che lavorano e pagano le tasse e quelli che non lavorano, ma sono supportati da altri o da trasferimenti da lui governo. Si è vero oggi come lo era ai tempi di Lincoln che "una casa divisa non può stare."

Ha senso, per esempio, per un uomo per il lavoro straordinario guadagnare uno-e-un-metà volte il suo tasso orario normale di retribuzione, mentre un altro uomo che è disoccupato potrebbe e dovrebbe, se data la possibilità, fare lo stesso lavoro per diritto salari -time? Dove un uomo è impiegato per 40 o più ore alla settimana e il suo vicino di disoccupati è il disegno indennità di disoccupazione, non sarebbe un guadagno per entrambi se il disoccupato ha assunto parte del quello impiegato lavoro e parte del reddito? Chiaramente, da un punto di vista generale, il tempo sarebbe speso meglio - in termini economici, si avrebbe più "utilitity marginale" - se coloro che sono stati attualmente impiegato ha avuto un giorno in più di riposo ogni settimana per attività culturali e ricreative di loro scelta, invece di il presente accordo in cui i disoccupati passano il loro tempo alla ricerca di un posto di lavoro.

È questa analisi difettoso? È l'argomento irreale? Restiamo ai fatti. Se la nostra teoria è corretta, allora dovremmo essere in grado di trovare prove concrete degli effetti previsti; e così saremo. La maggior parte di noi leggere i giornali e le riviste e guardare la televisione, e abbiamo incontrato ultimamente numerose storie circa l'economia. Siamo stati attraverso cicli di recessione e ripresa più volte. Il 1973-1975 recessione ha colpito improvvisamente, sembrava, ma è stato un lungo tempo a rammendare. Qualcosa di simile potrebbe accadere oggi. Ho ritagliato alcuni articoli della stampa di quel periodo che potrebbe indicare dove stiamo andando.

Quindi cerchiamo di prendere una passeggiata giornalistico per le vie e le strade secondarie del welfare state e osservare il paesaggio. Nessun paradiso per i più pigri, è la vetrina di un economista - tutto stabilizzato e messo a punto. Diverse caratteristiche di spicco si notano lungo la strada.

 

IN ASSENZA DI una settimana lavorativa più corta, DISOCCUPAZIONE si concentra tra i giovani.

La rivista Time ha riferito nella sua 30 maggio 1977 problema: "Massive disoccupazione giovanile - e la minaccia di disordini sociali e politici che ne consegue - deve ora affrontare le democrazie industrializzate del mondo ... Così tomba è diventata il problema che sette principali leader mondiali tra cui Presidente Carter decise al vertice economico di Londra 'a scambiare esperienze e idee' sulla disoccupazione giovanile, un riconoscimento formale che questo problema ha avuto troppo grande per qualsiasi nazione da gestire. Milioni di giovani senza lavoro tra i 16 ei 24 vagano per le strade delle principali canadese degli Stati Uniti, e gli europei le città in cerca di lavoro di giorno e vadano a finire in bar, birrerie, pub squallido e sale da biliardo di notte ... Si parla di sesso, sport e le automobili, come al solito, ma la preoccupazione principale è con il mercato del lavoro senza speranza e ciò che i governi stanno facendo per stimolare l'occupazione. Quei tentativi vanno da proposte $ 1500000000 espansione del Presidente Carter di occupazione giovanile in corso a un regime francese che, tra le altre cose, pagare i giovani $ 970 in contanti per lasciare il paese e cercare lavoro altrove ".

Perché sono il giovane stato singolarmente visitato con la disoccupazione? Alcuni credono che sia una questione di semplici dati demografici. L'articolo del Time afferma: "Il più grande colpevole in eccesso occupazione giovanile è l'alto tasso di natalità delle fine del 1950 e primi anni 1960 in Europa, Canada e Stati Uniti Questo ha spinto molti giovani adulti nel mercato del lavoro per lo stesso periodo in cui le economie sono ancora solo lentamente - in alcuni casi, molto lentamente - riprendendo dalla recente recessione "Una seconda ragione che il Tempo suggerisce è" atteggiamento ".. "La maggior parte delle giovani vogliono la carriera, non noiosa, lavori umili - ... Il risultato e 'di posti di lavoro di McDonald': sempre più giovani non funziona affatto, preferendo tirare avanti con assistenza pubblica ... o di prendere l'occupazione solo quando a corto di contanti. "la soluzione di tempo, a quanto pare, è per i giovani di aspettare pazientemente fuori sul retro della linea fino a quando l'economia si riprenderà a sufficienza per includerli. E dichiara: '. Far funzionare l'economia in modo da avere più posti di lavoro' "L'unico modo per ridurre la disoccupazione tra i giovani, dice l'economista liberale di Harvard Otto Eckstein, è quello di Quando gli adulti tornano al lavoro, i bambini non saranno molto alle spalle."

 

IN ASSENZA DI una settimana lavorativa più corta, LAVORATORI molti sono troppo qualificata per il lavoro che facciamo; ALCUNI sono strapagati.

Un articolo del Wall Street Journal tracciato la carriera di uno tale individuo: "la laurea con il massimo dei voti presso l'Università del Kansas nel 1966, Fred Whitehead ha vinto una borsa di studio Fulbright e ha studiato per un anno a Londra. Poi ha conseguito un dottorato in inglese alla Columbia University con una borsa di Danforth e ha ottenuto un posto di insegnante universitario ... Oggi, Fred Whitehead, Ph.D., è un saldatore, contribuendo a costruire gru idrauliche in generale Supply & Leasing Co. a Kansas City ... Fred Whitehead è uno degli americani sottoccupati costrette dalla recessione in posti di lavoro al di sotto delle loro qualifiche. Anche se non vi è un censimento ufficiale di tali lavoratori, gli esperti dicono che il loro numero è grande e crescente. Può includere tanto quanto il 27% della forza lavoro della nazione, secondo un recente studio dell'Università di Survey Research Center della Michigan. E Gerald P. Glyde, un economista di Pennsylvania State University, stima che 'il totale delle risorse perdute, in termini di produzione economica nazionale, possono essere maggiori a causa della sottoccupazione di disoccupazione.' "

Un fattore in aumento sottoccupazione è la pura ostinazione di disoccupazione in una economia che, da altre misure, è rimbalzato bruscamente. Anche se richiami di lavoratori hanno iniziato in alcuni settori, la maggior parte dei datori di lavoro stanno mantenendo i libri paga quanto più snella possibile ... sottoccupazione, tuttavia, è in aumento anche a causa di forze anteriori alla recessione e promettono di sopravvivere esso. Primo fra tutti è il livello di istruzione della forza lavoro. È stato a lungo arrampicata ad un ritmo drammatico che è destinato a continuare. Ma, sociologi dicono, non c'è stato un corrispondente aumento delle competenze maggior parte dei lavori richiedono o il numero di posti di lavoro che richiedono tali lavoratori istruiti. Di conseguenza, sempre più americani sono overeducated per il lavoro che fanno. Negli ultimi 15 anni, per esempio, il numero di laureati di sesso maschile che ha dovuto accettare le posizioni estranei alla loro major è salito al 20% dal 13%, e il corrispondente totale femminile è salita al 17% dal 10% ... Nel corso dello stesso periodo, la percentuale di uomini con istruzione universitaria, che ha dovuto accontentarsi di posizioni, nonmanagerial non professionisti è triplicato, e la percentuale per le donne è salito quattro volte. "

Un altro articolo del Wall Street Journal parla di tre "dipendenti passati-over" che sono stati "citato in giudizio le loro imprese a chiedere la promozione." Questi uomini sono stati gli ex dirigenti con Ford e Chrysler che sono stati messi da parte al concorso esecutivo eppure hanno continuato ad essere pagati stipendi del $ 35.000-to-gamma $ 45.000 per le carte mischiare. "Un numero crescente di dirigenti stanno assumendo avvocati per sfidare i loro imprese politiche del personale", afferma l'articolo. "Gli uomini di solito più anziani, che si trovano coinvolti in un eccesso-middle management a causa delle pratiche di over-assunzione del 1960. Spesso sono stati degradati o passato sopra e, nonostante uno stipendio bello, che devono fare i lavori che si sentono sono al di sotto delle loro capacità. Peggio ancora, molti sono sotto pressione per prendere il pensionamento anticipato come le aziende cercano di ridurre il l'eccesso di manager. Con combattendo nei tribunali, questi quadri sentono di non avere nulla da perdere, dice il Prof. Eugenio E. Jennings un esperto di gestione presso la Michigan State University. 'Oggi, quadri stanno diventando terribilmente cinico perché non c'è posto per loro di andare,' dice. "

Uno dei tre uomini, Edward Mazzotta, un 56-year-old ingegnere di progetto con Ford, una volta era un protetto del suo capo reparto. Tuttavia, che sponsor è stato costretto al pensionamento anticipato e il signor Mazzotta lo stesso è stato dato recensioni negative prestazioni dal suo nuovo supervisore. "Nel mese di marzo del 1974, il signor Mazzotta, poi 53, è stato retrocesso di due gradi a pagamento, senza un taglio di stipendio e trasferito in un altro reparto. Ora, dice, è un shuffler carta, non fare nulla che qualsiasi laureato di scuola superiore non poteva fare ', con uno stipendio di circa 35.000 $ l'anno. 'Alcune persone tollerare un sacco di abusi prima di fare qualsiasi cosa: Faranno stare lì e prendere i soldi. Ma il desiderio di sentirsi utile e costruttivo era troppo grande per me ', dice. Mr Mazzotta dice che ha cercato di fare appello il suo caso attraverso di Ford ufficio del personale, di richiedere un transfer promozionale, ma "era come andare a un prete per confessarsi. Una volta stato retrocesso, è improbabile che tu abbia mai scuotere lo stigma e essere promosso di nuovo. "

Un altro lavoratore strapagati, che non è stato a quanto pare lamentava, ha lavorato per il Dipartimento statunitense dell'Agricoltura a Washington, D.C. .: "Dalton Wilson ha un bel stipendio, un titolo lungo e una scrivania pulita. Mr. Wilson, 52 anni, è un assistente di un amministratore assistente per la gestione del Foreign Agricultural Service del Dipartimento dell'Agricoltura. L'altro giorno, quando un giornalista è sceso alla chat, scrivania di Wilson top tenuto un candy bar, un pacchetto di sigarette - e dei piedi del signor Wilson. E 'stato inclinato allo schienale della sedia la lettura di annunci immobiliari sul Washington Post. Esattamente quello che, il giornalista ha chiesto, non un uomo con quel titolo fare? 'Vuoi dire, cosa dovrei fare?', Ha detto il signor Wilson con una risatina. 'Lasciate che vi dica quello che ho fatto l'anno scorso.' Si scopre che il signor Wilson, il cui stipendio annuale è più di $ 28.000, trascorso l'intero anno cercando di valutare l'adeguatezza e tempestività di grassi e oli pubblicazioni del reparto. Dice 1977 si preannuncia come un altro anno lento; egli sta progettando un altro studio, questa volta destinato a giustificare l'uso di satelliti per prevedere la produzione agricola ".

"Sig. ritmo di Wilson è tipico della vita presso il Dipartimento Agricoltura ", l'articolo ha continuato. "Con 80.000 impiegati a tempo pieno, il reparto ha un burocrate per ogni 34 agricoltori statunitensi ... come il numero degli agricoltori è diminuito negli ultimi anni, il Dipartimento dell'Agricoltura si è trasformata sempre più auto-promozione ed è abilmente riuscito a continuare a fare vecchia posti di lavoro, mentre il pensiero di nuovi posti di lavoro da fare ... impiegati a tempo pieno del dipartimento, oltre 45.000 collaboratori a tempo parziale, occupano cinque edifici a Washington e la fuoriuscita in tutto il paese in altri 16.000. I suoi impiegati programmi di auto-consapevolezza diretta per le donne, scrivono gli standard per angurie e misurano superficie piantata per una dozzina di colture - anche se non esistono più limitazioni governo sulla semina ".

"Anche una passeggiata casuale attraverso il dipartimento suggerisce qualcosa è storto. In tutto l'edificio sede principale, vecchi orologi vengono arrestati in varie ore come se il tempo, troppo, si era fermato. A tutte le ore, centinaia di persone mulino sui corridoi o indugiare nel grande, caffetteria sole. Loafing è diventato un problema l'anno scorso che la Segreteria ha inviato una nota alle autorità di vigilanza che richiede un giro di vite sui "problemi significativi di presenze nel complesso Washington. Una seconda nota è andato a tutti gli impiegati avvertendo che 'mancanza di prontezza, facendo colazione subito dopo la segnalazione per il lavoro, coffee break, i periodi di pranzo eccessivi e partenze anticipate' trasmettere un 'immagine povero al pubblico.' "

"Oggi, la pigrizia è ancora evidente ed è una fonte di serie di umorismo. Dice un giovane uomo di riposo su una panchina fuori della mensa, 'La mia unica preoccupazione circa il lavoro è la prima colazione, pranzo, due coffee break, e di essere il primo fuori dalla porta ogni sera. "A volte l'umorismo è involontario. "Mi piacerebbe essere domani malato, 'una donna racconta la sua compagna ascensore,' ma non posso. La donna che lavoro con l'intenzione di essere. "Questo atteggiamento apatico infastidisce J.P. Bolduc, alto funzionario gestione del dipartimento. 'C'è troppa rami secchi da queste parti,' dice lui ... Ma invece di sbarazzarsi del peso morto, il reparto premia. Una nota interna mostra che dei 45.000 impiegati beneficiare dello scorso anno per gli aumenti di stipendio di merito, 44.956 ricevuto li 'Non abbiamo che molti artisti eccellenti,' ammette il signor Bolduc, quando gli viene chiesto il memo. "

 

IN ASSENZA DI una settimana lavorativa più breve, il fenomeno di una recessione "SPLIT-LEVEL" è apparso.

Nel giugno del 1976, il St. Paul Pioneer Press riporta un articolo che "ad alto reddito le persone sono sempre più ricchi e sentirsi bene su di esso, ma le prospettive economiche dei poveri americani è inacidimento, secondo gli economisti della University of Michigan ... ' per molte famiglie ad alto reddito, la recessione è finita e praticamente dimenticato ', ha detto gli economisti. 'Tra le famiglie a basso reddito che sono stati più gravemente colpiti da inflazione e disoccupazione nel corso degli ultimi anni, il recupero della fiducia è lento e zoppicante.' Quaranta-sette per cento di coloro che guadagnano più di 15.000 $, ha detto loro reali guadagni era salito sopra la scorso anno, mentre il 23 per cento ha detto che erano peggio ... la percentuale di persone a basso reddito che hanno dichiarato di essere meglio di un anno fa sceso al 28 per cento, contro il 36 per cento della precedente rilevazione, presa a febbraio ... gli economisti hanno detto che ci è spesso una disparità tra le due fasce di reddito, a questo punto in una ripresa economica, ma hanno notato la scissione questa volta era 'insolitamente grande.' "

Il 1973-1975 la recessione era insolito in quanto ha coinvolto una distribuzione altamente selettiva della sofferenza. Alcuni chiamato questo un "livelli di recessione", perché le persone hanno sperimentato in modo diverso a diversi livelli socio-economici. Alcuni hanno sofferto gravemente; molti non soffrire affatto. C'era anche un modello "split-level" della spesa dei consumatori, che perplesso alcuni analisti; il consumatore non è più si è comportato in modo economico razionale. Vediamo come queste esperienze sono stati riportati nelle pagine del Wall Street Journal:

Il 23 luglio 1976, il Wall Street Journal ha rivelato che molti americani sono stati acquistare costosi, "top di gamma" merce anche se l'economia non era ancora completamente ripreso dalla recessione. Litton Industries, per esempio, ha scoperto che il suo modello di forno a microonde best-seller portato un prezzo di $ 1099, anche se ha avuto modelli simili disponibili per $ 400 di meno. "Tutti ci ha detto che non saremmo in grado di vendere una gamma di $ 1100", ha detto un product manager Litton. "Si sbagliavano." I clienti erano dover aspettare tre e quattro settimane per i loro $ 1.100 gamme, anche se Litton era triplicata la produzione. " 'L'effetto della recessione era bipolare', dice Steven Star, un professore di marketing alla Harvard Business School. 'Mentre molte persone in fondo dello spettro economico sono stati gravemente feriti, un grande segmento di persone al vertice della scala dei redditi non sono stati colpiti - e perfino prosperato. Essi continuano ad avere il reddito disponibile, e si rivolgono verso prodotti ad alto prezzo. 'Tutto questo aveva portato al successo attuale dei produttori di $ 1,100 cucine elettriche, $ 14.000 automobili, $ 500 forni a microonde, $ 27 bigodini nebbia, e innumerevoli altri prodotti di consumo cartellini dei prezzi cuscinetto considerate impensabili solo pochi anni fa. "

Cadillac ha aumentato la sua quota di vendite di auto in quel periodo. le vendite di Cadillac attraverso i primi 10 giorni di luglio sono aumentati del 37% rispetto all'anno precedente e in crescita del 16% dal suo precedente anno record del 1973 ", l'articolo ha riferito. "Al contrario, le vendite totali dell'industria nazionale attraverso 10 luglio sono aumentati del 36% rispetto all'anno precedente, ma in calo del 14% rispetto allo stesso periodo del 1973." Le auto più grandi erano generalmente superando i modelli più piccoli. In Mansfield, Ohio, ha riferito il Wall Street Journal, "la vettura full-sized sta andando la dinamite ... Tra gli articoli più popolari ... sono l'alto prezzo Caprice, Monte Carlo, e Corvette. E la piccola Chevette ... sta vendendo bene come seconda o terza auto di famiglia tra i giovani benestanti. Eppure, le altre vetture più piccole a Graham Chevrolet che in genere si rivolgono ai consumatori di mezzi più modesti non stanno vendendo quasi così bene. 'Abbiamo avuto tutti i tipi di Novas giro,' dice il signor Durchik. 'E con la Vega e Monza, c'è una mancanza di domanda.' "

Una delle affascinanti storie della "due livelli di recessione" riguarda il settore immobiliare. Nel 1974, quando i segni economiche indicavano una recessione, i costruttori di casa hanno sviluppato un modello più economico, a volte chiamato casa "senza fronzoli", che ha venduto per tra $ 20.000 e $ 30.000. Hanno anticipato una tendenza "back-to-the-basics", ritenendo che le case più semplici potrebbero appello ai consumatori finanziariamente hard-pressato. Ma la casa "no-frills" bombardata. Coloro che sono stati l'acquisto di case a tutti preferito la top-del-mercato del prodotto. Anche in questo caso, la spiegazione ha a che fare con la polarizzazione dei redditi durante questo periodo.

Il Wall Street Journal ha ipotizzato: "il rifiuto dei consumatori della casa senza fronzoli è chiaramente un fattore nel turno corrente di grandi case, più elaborato. La spiegazione per questo, tuttavia, non consiste tanto nel gusti personali come in una idiosincrasia della ripresa economica imprevisto da molti costruttori di casa ed economisti. Le più probabili acquirenti di abitazioni a buon mercato, senza fronzoli sono famiglie con reddito annuo di $ 15.000 o meno. Eppure, sono le persone che sono state più duramente colpite dal recente recessione e che solo ora stanno cominciando a recuperare; una nuova casa, gli analisti ritengono, è ancora in fondo alla lista delle priorità di spesa di queste famiglie. Ma tra le famiglie più ricche, secondo l'ultimo campionamento di fiducia dei consumatori dell'Università del Survey Research Center del Michigan, gli atteggiamenti circa l'acquisto di casa stanno migliorando nettamente. E a questo gruppo, gli esperti ritengono, una casa senza fronzoli è un'opzione stringere la cinghia, che non sembra più necessario nell'economia più brillante di oggi ".

L'altra metà della storia dalla recessione riguarda le persone che non hanno sofferto. Erano le persone che hanno acquistato la custodia senza fronzoli e le vetture sub-compatte avevano il denaro stato disponibile. A modo loro, queste persone "si comportavano." Hanno delegittimare l'uso del credito e hanno trovato modi per allungare ulteriormente i loro assegni di disoccupazione. Andarono a stati lontane in cerca di lavoro, hanno lavori temporanei, e salvati quello che potevano dai loro stipendi. pressioni finanziarie guidato un certo numero di loro per il divorzio. Molte mogli hanno posti di lavoro per la prima volta in molti anni. Alcune persone sono tornati a scuola per la formazione per il lavoro in un campo diverso.

Le casse di risparmio hanno riportato aumenti di piccoli depositi "E 'il conto Momma-poppa che sembra andare tutto il tempo", ha detto un banchiere a Mansfield, Ohio. "Il ragazzo con la grande considerazione, lui è dentro e fuori. Il ragazzo che ha 25.000 $ è spingendo $ 5.000 o 10.000 $ in giro. "D'altra parte, c'era il titolare hardware negozio sulla East Carson Street a Pittsburgh che hanno riferito che" le persone stanno arrivando in ora con $ 50 e $ 100 fatture che avevano messo da parte. . .. ho avuto tre $ 50 e uno $ 100 (in un giorno) ... stanno iniziando a spendere quella roba "The Wall Street Journal è stato spostato a commentare:" Mentre lampeggiante $ 50 e $ 100s a Las Vegas può essere un segno di prosperità, a Pittsburgh significa che le persone sono costrette a razziare le riserve piovosa giornata a pagare per le necessità della famiglia ".

 

IN ASSENZA DI una settimana lavorativa più corta, WELFARE di riforma resta un'illusione.

Durante i suoi primi cento giorni in carica, il Presidente Carter si è unito al corteo di altri presidenti recenti che hanno sostenuto una profonda revisione del sistema di welfare. Le proposte del presidente raccomandati cose come i lavori di servizio pubblico per i destinatari che sono in grado di lavorare, sovvenzioni in denaro per fornire "un reddito dignitoso" per i destinatari non sono in grado di lavorare, e crediti d'imposta per i lavoratori poveri per incoraggiarli a rimanere fuori il benessere. "I programmi dovrebbero essere più semplice e più facile da gestire," ", ha detto. "Ci dovrebbe essere incentivi per essere onesti e per eliminare le frodi." Le proposte del presidente sono stati destinati a fornire incentivi per tenere unita la famiglia, invece di favorire diserzioni e il divorzio. I destinatari devono essere incoraggiati a trovare e mantenere posti di lavoro nel settore privato, se possibile. Nessuno dovrebbe trovare più vantaggioso per rimanere sul benessere che per mantenere un lavoro.

Queste sono belle idee, ma non diversamente da quanto è stato detto e fatto in precedenti amministrazioni. Per esempio Caspar Weinberger, il Segretario di HEW sotto i presidenti Nixon e Ford, hanno sostenuto l'abolizione di importanti programmi di welfare, tra cui AFDC. Nonostante il merito ovvio e l'urgenza di riforma del welfare, che ha un punto cieco: se non esistono i posti di lavoro, che i destinatari di assistenza sociale sono destinati a prendere semplicemente?

Potrebbe essere utile ricordare l'esperienza con programmi di "workfare" di Nixon. In via sperimentale, questo programma è stato messo in atto. A New York, per esempio, la legislazione è stata approvata che richiede destinatari abili a prendere i loro assegni assistenziali presso gli uffici del lavoro dello Stato in cui potrebbero essere tenuti a prende i lavori che erano disponibili. Sembrava una buona idea, ma il piano non ha funzionato. Il Wall Street Journal ha spiegato: A New York, 3000 beneficiari dell'assistenza sociale sono stati assegnati posti di lavoro come messaggeri, impiegati, assistenti, accompagnatori per i lavoratori anziani o manuali sui progetti di città. Il lavoro è stato in gran parte il make-lavoro per il quale i destinatari hanno ottenuto nessun altro pagamento che il benessere controlli che avrebbero ricevuto in ogni caso. E anche questi 3.000 lavoratori in meno del 3% dei 218.000 beneficiari dell'assistenza sociale disoccupati che, presumibilmente, sarebbero stati in grado di lavoro ha avuto l'economia ha fornito posti di lavoro per loro - "che non aveva.

William Raspberry, un giornalista con il Washington Post, ha criticato le proposte del presidente Carter per questo motivo. Ha scritto: "implicito nella maggior parte del parlare di riforma del welfare è l'idea che, con la giusta combinazione di bastoni e carote, la maggior parte di coloro che il sussidio di disoccupazione - e certamente il grado corpi tra loro - sarebbe andato a lavorare. E se non sanno come fare nulla, perché, dobbiamo solo insegnare loro. Ma uno sguardo a quel 7,1 milioni nella lista senza lavoro porta a casa il fatto che l'assenza di competenze non è la principale causa di disoccupazione. È l'assenza di posti di lavoro. E 'una follia pensare che un destinatario di benessere semianalfabeta riesce a trovare un lavoro decente dopo sei settimane di allenamento quando gli uffici di disoccupazione sono pieni di persone che non trovano lavoro con sei anni di college ".

"Finora", ha continuato, "Carter ha eluso la questione se egli avrebbe richiesto benessere dei destinatari a prendere qualsiasi lavoro loro offerto a pena di perdere la loro ammissibilità benessere. Ma la domanda dovrà essere affrontato prima o poi, e, quando lo è, ci saranno forti pressioni per una esigenza di lavoro. Che la dice lunga su come guardiamo le cose. Siamo solidali con quelli senza lavoro che hanno avuto tutti i vantaggi - collegio di istruzione, prestiti agli studenti, e posti di lavoro colletti bianchi - spesso a scapito diretto dei contribuenti. Nel loro caso, si vede chiaramente che il problema è il lavoro insufficiente a causa di una economia stagnante. Ma per coloro che hanno avuto nessuno dei vantaggi di istruzione o di esperienza, noi diciamo: Ottenere un lavoro - spazzare le strade o pulire case di altre donne o qualsiasi altra cosa che viene offerto. Ecco la riforma? La cosa più incoraggiante sui piani di Carter fino ad ora è la nozione di spazzare via il miscuglio di burocrazie che gestiscono il varietà di denaro contante e programmi gentile e mettendo tutto sotto una sola agenzia, con le sovvenzioni stati fatti in un pagamento in contanti. Questo è l'efficienza, non cura, ma può essere tutto quello che possiamo realisticamente aspettarci."

 

Scattarsi per una traduzione di questa pagina in:

Spagnolo - Tedesco - Inglese - Francese - Portoghese

 

a: Sommario

 

Pubblicazioni di Thistlerose COPYRIGHT 2016 - TUTTI I DIRITTI RISERVATI  
http://www.shorterworkweek.comSWW-4f.html